Potatura del Susino o Prugno


susino-potatura


Il Susino o Prugno è un albero da frutto rustico e resistente appartenente alla famiglia delle Rosaceae, genere Prunus domestica, di facile coltivazione.

Come tutti gli alberi da frutto, il Susino va potato periodicamente secondo un preciso calendario con modalità diverse a seconda che si tratti di un Prugno di allevamento o di produzione, inoltre gli interventi di potatura si differenziano secondo il tipo di cultivar di appartenenza.

susino


Potatura di allevamento del Susino e varietà

Se la pianta ha pochi anni di vita ed è quindi ancora infruttifera, gli interventi di potatura sono necessari per allevare un albero da frutto con una chioma armoniosa.


Leggi anche: Susino coltivazione e cure

Dopo la messa a dimora, si recide, con cesoie ben affilate e disinfettate, l’astone (pianta innestata), a 80-90 centimetri di altezza, partendo da terra, lasciando solo i rami laterali più robusti.

goccia-doro

Le cultivar, come ad esempio Regina Claudia e President, richiedono potature meno drastiche.

La varietà Stanley invece, va potata in modo più deciso perché meno vigorosa ma più produttiva. Negli anni successivi si prosegue con gli interventi di potatura fino ad ottenere una forma definitiva, che poi rappresenterà la base sulla quale eseguire, annualmente, le potature di produzione.

Potatura di produzione o di fruttificazione del Susino

E’ un tipo di potatura che si esegue su piante che hanno raggiunto la maturità, al fine di ottimizzare la loro produttività e va fatta in modi diversi in relazione al tipo di cultivar.

liquore-di-prugne

Se si tratta di un Susino europeo che produce frutti sui mazzetti di maggio, la potatura di produzione consiste nell’eliminare i rami scarsamente produttivi come i rami misti e i brindilli (rami sottili e lunghi, di un anno di età).

Se si tratta invece di un Susino cino giapponese la potatura oculata e moderata è finalizzata a ridurre lo sviluppo in altezza (con tagli di ritorno) oppure a garantire il giusto equilibrio fra vegetazione e riproduzione.

Si diradano solo i brindilli in quanto la produzione dei frutti avviene abbondante sui rami misti.

fiori-susino

Potatura di ringiovanimento

Questo tipo di potatura si attua sulle piante che stanno invecchiando, e serve per stimolare la produzione di nuovi getti. Si eliminano i rami vecchi riducendo drasticamente parte della chioma.

prugno-potatura

Quando potare il Susino o Prugno?

Il periodo giusto per potare il prugno o Susino e le altre Drupaceae, albicocco, pesco, ciliegio e mandorlo, è il mese di Febbraio.

La potatura verde, invece, in estate dopo la raccolta dei frutti.

Video di esempio della potatura verde estiva

Galleria foto del prugno o susino

LauraB

Commenti: Vedi tutto

  • Francesco - -

    Dopo quanto tempo dalla piantagione del susino si può fare la prima potatura

    • LauraB - -

      Il susino è una pianta da frutto facile da coltivare e che richiede poche cure. Dopo l’impianto si effettua una leggera potatura accorciando i rametti laterali di circa 30 cm utilizzando cesoie disinfettate e ben affilate. Per evitare che la pianta venga attaccata da parassiti animali o da malattie fungine è consigliabile cicatrizzare i tagli con prodotti specifici.

  • Roberto - -

    Ho un Susino (frutti Gialli, ovali come olive, lunghi 2-3 cm.) (ormai vecchiotto) e produce una grandissima quantità di frutti; tuttavia vorrei ridimensionarlo…
    Ma non riesco a capire se è del tipo europeo o del tipo giapponese.
    Fruttifica sulle estremità dei rami (brindilli penso) a grappoli. ma anche a mazzetti minori lungo i rami più grandi.
    i soli rami poco fruttiferi sono quelli esposti a nord.
    Prima di procedere alla potatura, devo assolutamente capire che tipo di specie sia, perché ovviamente la potatura cambia.
    Dalla descrizione che ho fatto, si riesce a capire che tipo sia?

  • carlo bruno - -

    Ho un albero di susine piantato da oltre 10 anni e cresciuto anche bene, ma ha fatto 3 susine in tutto. Da cosa può dipendere?

  • Renzo Soro - -

    E’ indicata la potatura in fase di fioritura? ad esempio nel mese di marzo? Potrebbe eventualmente creare danni alla pianta?

Comments are closed.