Pino marittimo coltivazione


Pino-marittimo-pigne

Il pino marittimo, Pinus pinaster, è una bellissima conifera coltivata nei giardini e nei parchi pubblici a scopo ornamentale.

Pino-conifera


Caratteristiche del Pino marittimo

Il pino marittimo o pinastro, è una conifera appartenente alla famiglia delle Pinaceae originaria delle coste del Mediterraneo.

Diffuso un po’ ovunque e soprattutto lungo le zone costiere tirreniche viene coltivato a scopo ornamentale anche nei parchi comunali e in spaziosi giardini  per il portamento elegante e verdeggiante della sua bellissima chioma.

Pino-corteccia
La pianta alta mediamente 20 metri presenta un robusto tronco eretto o leggermente curvo ricoperto da una corteccia rugosa di colore marrone-rossastro.

Pino-foglie

La parte aerea del pino è formata da lunghi rami di colore marrone – viola sui quali fa bella mostra una larga chioma verde brillante composta da foglie aghiformi, lunghe circa 20 centimetri, riunite in tanti mazzetti simili a scovolini moto fitti verso la cima, più radi nella parte inferiore dell’albero.

Gli aghi sono coriacei e molto pungenti.

Strobili-pigne

Tra i ciuffi di foglie, inseriti direttamente sui rami compaiono le pigne del pino.

Le pigne sono frutti di forma conica lunghe 22 centimetri generalmente riunite in piccoli gruppi sono molto resistenti infatti persistono sulla pianta anche per diversi anni e trovano impiego per naturali decorazioni natalizie.

Pino-foto

Coltivazione del pino

Esposizione: il pino marittimo cresce forte e rigoglioso in luoghi luminosi e soleggiati. Ama il clima mite e teme il gelo dell’inverno.

Terreno: predilige i terreni sciolti e argillosi ben drenati.

Annaffiature: l’esemplare giovane vanno annaffiato con regolarità nei primi anni di vita, l’albero adulto, invece, si accontenta dell’acqua piovana e va annaffiato solo durante i periodi estivi particolarmente siccitosi.

Concimazione: all’inizio della primavera o in autunno rimuovere il terreno ai piedi dell’albero e somministrare humus o stallatico maturo. Periodicamente concimare il pino con concime a lenta cessione ricco di nutrienti e specifico per piante verdi.

Pino-marittimo-foto

Moltiplicazione del pino

Il pino marittimo si riproduce per semina in vivaio e talvolta per autosemina in piena terra.

Potatura del pino marittimo

E’ un albero che non richiede interventi di potatura. Si potano solo i rami secchi e danneggiati dal freddo. Generalmente va sfoltito dai rami interni sia per favorire il soleggiamento e la ventilazione dell’intera chioma e sia per prevenire la comparsa delle malattie proprie delle conifere.

Pino-processionaria

Malattie e parassiti

Il pino soffre le malattie e i parassiti delle conifere; le foglie gialle sono causate nella maggioranza dei casi da un parassita fungino la Sphaeropsis sapinea.

Malattie-pino

Usi del pino

Raccogliete i pezzetti di corteccia e le foglie del pino per correggere il pH del terreno, oltre ad essere ottimi ammendanti possono essere utilizzati anche per la pacciamatura di piante che richiedono protezione invernali.

Galleria foto Pino marittimo

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta