Peperoncini piccanti semi

Peperoncini piccanti

Come conservare i semi di peperoncini piccanti e usarli per la semina, il trapianto in semenzaio, in pieno orto, in vaso e come utilizzarli in cucina per la preparazione di ricette varie e per averlo sempre a disposizione nell’olio Santo.

peperoncini piccanti

Procedimento

Quando i peperoncini piccanti saranno maturi e di un bel colore rosso brillante, tagliateli a mazzetti con le forbici ben affilate. Legateli a mazzetti e metteteli ad essiccare in un luogo ventilato.

Peperoncini-essiccazione


Leggi anche: Peperoncini piccanti coltivazione

Quando saranno belli secchi, indossate un paio di guanti, prendete dei peperoncini essiccati, apriteli ed asportate i semi ormai secchi (se non lo sono del tutto fateli stare un po’ all’aperto su un foglio di carta assorbente).  Conservateli in un barattolo chiuso e in un luogo asciutto.

semi peperoncini piccanti

Semina e trapianto

Al momento della semina che viene effettuata in primavera seminate sul terreno soffice di un vaso i semi dei peperoncini piccanti e quando avranno raggiunto le dimensioni di circa 10 cm procedete al diradamento e al trapianto in pieno orto oppure in vaso.

peperoncini

Mantenete il terreno costantemente umido fino a quando le piantine saranno abbastanza sviluppate e poi annaffiate una volta al giorno preferibilmente al mattino presto o la sera dopo il tramonto.

Consumo in cucina

Se consumate i semi di peperoncini piccanti in cucina è consigliabile mescolarli anche con la buccia esterna tritata.

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica