Giglio di mare – Pancratium maritimum


Pancratium maritimum-giglio-marino


Caratteristiche generali del Giglio marino

Il Pancratium maritimum, anche se comunemente chiamato giglio di mare non è vero giglio, ma è una pianta perenne che appartiene alla famiglia delle Amaryllidaceae, la stessa dell’Amaryllis.

Il giglio di mare, detto anche narciso di mare, è una bulbosa protetta che cresce spontanea sui litorali sabbiosi di molte regioni italiane. Molto diffusi e belli da ammirare lungo le coste della Puglia (Salento), della Campania e della Calabria.

Fiori Giglio bianco del mare #atuttonetcasa

La pianta, alta mediamente circa 50 cm, è composta da lunghe foglie lineari di colore verde scuro.

Giglio-di-mare

Fioritura

In estate, durante il periodo della fioritura, sugli steli carnosi e tubulari, sbocciano vistosi fiori bianchi e profumati, che come i narcisi, presentano una doppia corolla di petali, sei lunghi stami e un robusto pistillo centrale.

Semi-Giglio - mare

Ai fiori seguono i frutti, delle coriacee capsule di colore verde che a maturazione si aprono disseminando nella sabbia semi neri e velenosi.

giglio-bianco-mare

Coltivazione del Giglio di mare

Esposizione

Per crescere e svilupparsi necessità di luoghi soleggiati e caldi.

Terreno

Necessita di terreno sciolto composto dalla maggior parte di sabbia, ricco di sostanza organica e ben drenato.

Annaffiature

Ha bisogno di scarse e solo quando il terreno è completamente asciutto da diversi giorni.

Concimazione

In primavera somministrare del concime specifico per bulbose o piante da fiore.

Foto Giglio bianco del mare #atuttonetcasa

Moltiplicazione del giglio di Mare

Si propaga mediante la divisione dei bulbilli. I bulbilli saliranno a fiori dopo 3 0 4 anni.

bulbi

Impianto dei bulbi del giglio marino

I bulbi si mettono a dimora in primavera o in autunno con la testa rivolta verso l’alto in buche profonde circa 5 cm o il doppio della loro lunghezza.

Parassiti, malattie e cure

Il giglio di mare teme il marciume radicale causato dal ristagno idrico o dalle annaffiature troppo abbondanti. I bulbi vanno conservati in luoghi freschi e asciutti fino al momento dell’impianto.

Curiosità sul giglio di mare

Oltre al Pancratium maritimum vengono chiamati gigli di mare anche degli animali acquatici come l’Antedon mediterranea che ha la forma di un fiore ma è un animale che vive fino ad 80 metri di profondità, e la Crinoidea una tipologia di echinoderma detto sia giglio di mare che stalla marina piumata.

Il giglio di mare è velenoso?

E’ una pianta tossica per via di sostanze velenose quali alcaloidi e licorina.

Galleria foto del giglio di mare

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News
Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta