Liquore di nocciole


Liquore di nocciole

Sommario

Liquore con nocciole fresche: ricetta, ingredienti, dosi, preparazione calorie e foto

Tempo di preparazione:
30 minuti
Quantità:
15

Ingredienti Ricetta

  • Nocciole 150 g
  • Alcool 500 ml
  • Zucchero semolato 400 g
  • Acqua 500 ml
  • Scorza di limone q.b
  • Chiodi di garofano 5
  • Cannella mezza stecca

Liquore di nocciole


Preparazione del liquore di nocciole  o nocciolino

Si tratta un liquore di nocciole preparato seguendo il procedimento di un’antica ricetta casalinga trovata nel ricettario della mia bisnonna. Si tratta di un liquore digestivo che con il suo gusto particolare leggermente speziato e agrumato è perfetto per accompagnare dolci e dessert.

Per prima cosa sterilizzate il barattolo facendolo bollire coperto d’acqua per almeno 10 minuti.

Lavate un limone sotto il getto dell’acqua fredda.

limone-lavaggio

Spazzolate ben bene la buccia per eliminare residui di polvere o qualche piccolo parassita che si è annidato nei pori. Asciugatelo e poi con il pelapatate asportate la scorza senza la parte bianca che come sapete è amarognola.

scorza-limone

Mettete tutti gli ingredienti richiesti dalla ricetta per preparare in pochi minuti l’infuso o macerato di nocciole: l’alcol puro, le spezie e le bucce di limone.

nocciole-sgusciate

Sgusciate le nocciole.

Lavatele in acqua fredda per eliminare eventuali impurità.

Scolate le nocciole e poi disponetele su un canovaccio pulito e asciugatele con carta assorbente da cucina e asportate le pellicine scure che ancora le ricoprono.

Schiacciate le nocciole o dividetele a metà.

A questo punto prendete il barattolo con chiusura ermetica, mettetevi le noccioline e aggiungete il mezzo litro di alcool puro, la scorza di metà limone.

Liquore di nocciole-preparazione

Unite anche i chiodi di garofano, il pezzo di cannella e la noce moscata sminuzzata.  Se le nocciole e le spezie vengono a galla non preoccupatevi dopo un po’ impregnandosi di alcool andranno sul fondo del barattolo.

Tappate il barattolo, scuotetelo e lasciate in infusione per 30 -40 giorni in un luogo soleggiato e a vista e ricordatevi di scuoterlo spesso durante il periodo di infusione.

Trascorso il tempo indicato, filtrate l’infuso alcolico di nocciole utilizzando un setaccio a rete fittissima.

Infuso di nocciole-filtrazione

Lasciate sgrondare le nocciole per raccogliere tutto l’infuso.

Nel frattempo preparate lo sciroppo.

Versate l’acqua in un pentolino, aggiungete lo zucchero e mescolate.

Mettete il pentolino sul fuoco a fiamma bassa e fate bollire per circa 10 minuti fino ad ottenere uno sciroppo zuccherato chiaro.

sciroppo-zucchero

Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare lo sciroppo a temperatura ambiente.

Quando diventa completamente freddo, mescolatelo con l’infuso di nocciolino o nocino appena filtrato e mescolate per amalgamare il tutto. Se il liquore dovesse essere un po’ torbido filtratelo ancora una volta mettendo sul passino un filtro o una garza.

Nocciole-infuso

A questo punto non resta che trasferire il liquore alla nocciola dentro le bottiglie.

Liquore di nocciole-imbottigliamento

Tappate le bottiglie. Attaccate un’etichetta con nome del liquore e data di preparazione.

Conservate le bottiglie in un luogo buio e lasciate riposare il liquore per minimo 30 giorni prima di gustarlo.

Liquore alle nocciole-ricetta

Consigli

Per ottenere un liquore di nocciole privo di impurità dovete ripetere il filtraggio per almeno due volte.

Se non vi piace l’aroma dei  chiodi di garofano potete sostituirli con una bacca di vaniglia e anice stellato.

Non buttate via le nocciole: lasciatele asciugare nel forno e riutilizzarle sotto forma di granella per prepare biscotti di nocciole, come guarnizione di torte o preparare la base della torta ricotta e pera oppure un ottimo croccante di nocciole.

Nocciole
Curiosità

Le nocciole sono i frutti del Nocciolo – Corylus avellana, una pianta coltivata un po’ ovunque per la resistenza alle avversità e anche perchè tutte le sue parti vengono utilizzate per vari scopi. Praticamente del nocciolo non si butta via niente: i gusci delle nocciole sono ottimi combustibili; le foglie e la corteccia vengono usate per preparare tisane astringenti e come foraggio per ovini e caprini; l’olio viene utilizzato in cosmesi per le sue proprietà purificanti.

Il maggior Paese produttore al mondo di nocciole è la Turchia, segue l’Italia al secondo posto e subito dopo, al terzo posto, gli Stati Uniti.

100 grammi di nocciole apportano 665 Calorie.

Nell’Antica Roma la pianta di nocciole era il simbolo della felicità.

Galleria foto ricette nocciole

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta