Marmellata di uva

Laura Bennet
  • Dott. in scienze biologiche
Marmellata di uva

Sommario

Ricetta per la preparazione della marmellata di uva, ottima per crostate alla frutta, dolci vari e formaggi piccanti.

Tempo di preparazione:
30 minuti
Tempo di cottura:
1 ora 20 minuti
Quantità:
10

Ingredienti Ricetta

  • Uva bianca o nera 2,5 kg
  • Zucchero 800 gr
  • Sambuca 1/2 bicchierino

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 gr
  • Calorie 248 kcal

La Marmellata di uva è una conserva dolce e profumata da preparare durante i mesi più freddi, morbida e delicata è perfetta per farcire torte e crostate ma anche da gustare in abbinamento ad una buona selezione di formaggi stagionati da gustare a fine pasto.

Semplice e facile da realizzare basta seguire questi pochi passaggi per portare in tavola una conserva dolce e profumata da gustare in qualsiasi momento della giornata e da conservare per un massimo di sei mesi. Vediamo come realizzare questa buona, golosa e profumata Marmellata di uva nella nostra ricetta passo passo.

Procedimento della Marmellata di uva

  1. Per preparare questa delicata confettura procuratevi dell’uva bianca o nera biologica matura, ma con acini polposi e sodi. Per prima cosa sterilizzate i barattoli e i tappi e fateli asciugare capovolti su un canovaccio pulito. Passate alla pulizia dell’uva: eliminate i raspi e gli acini mollicci e ammuffiti. Sciacquate l’uva più volte sotto il getto dell’acqua corrente e poi mettetela in una ciotola contenente acqua e 1 cucchiaino di bicarbonato per favorire l’eliminazione di eventuali residui di polvere ed eventuali parassiti microscopici. Marmellata-di-uva
  2. Rimettete l’uva in un colapasta, risciacquatela ancora una volta sotto il getto delle fontana. Trasferite l’uva su un canovaccio pulito. Asciugate gli acini tamponandoli con un telo di lino; divideteli a metà ed eliminate i semini. Procedete adesso alla perfetta cottura della marmellata di uva, mettendo gli acini in una pentola d’acciaio; fate cuocere a fiamma bassa per 30 minuti e senza mescolare. Aggiungete lo zucchero e fate continuare la cottura. Mescolate spesso per non farla attaccare alla pentola. Eliminate la schiuma che si forma in superficie utilizzando un setaccio a rete fitta quindi controllate la cottura.
    Marmellata-di-uva
  3. Quando la marmellata incomincia ad addensarsi per saggiarne la consistenza desiderata, fate la prova del piatto freddo. Se la marmellata aderisce al piatto in pochi secondi spegnete il fuoco, viceversa prolungatene la cottura. Il tempo di cottura varia in relazione al tipo, alla quantità e alla percentuale di acqua della frutta. Invasate la marmellata, calda, in vasetti sterilizzati e coprite la superficie con qualche goccia di Sambuca. Tappate i barattoli ed avvolgeteli con stracci vecchi da cucina. Mettete i barattoli nella pentola, aggiungete acqua calda.
    Marmellata-di-uva
  4. Trasferite la pentola sul fuoco. Calcolate il tempo di sterilizzazione a partire dall’ebollizione dell’acqua. Lasciate raffreddare i barattoli direttamente nella pentola. Il giorno dopo, asciugate i barattoli; mettete l’etichetta con data e tipo di confettura e conservateli in un luogo buio e fresco. Marmellata-di-uva

Marmellata di uva: consigli e curiosità

Se vi piace una marmellata dal sapore più aromatico potete aggiungere al succo di uva un pezzetto o polvere di cannella. Il tempo di cottura della confettura dipende dalla densità desiderata e dalla quantità di acqua rilasciata dall’uva.

La confettura d’uva si abbina magnificamente con il caprino stagionato, formaggi piccanti e formaggio di capra, spesso accompagnato anche dai fichi. Come gli acini d’uva, anche le foglie di vite sono commestibili: una volta sbollentate, si possono utilizzare come nella cucina greca e libanese per la preparazione di ottimi involtini di riso o di carne e salsiccia.

Marmellata-di-uva

Altre ricette con l’uva:

Marmellata di uva foto e immagini