Olanda: per la prima volta attivisti ambientali portano una banca in tribunale

Autore:
Valentina Sole
  • Autore specializzato in tematiche ambientali

In Olanda gli ambientalisti pronti ad andare fino in fondo: Ing, la più grande banca olandese portata in tribunale da Friends of the Earth. L’accusa? La banca finanzia i progetti di espansione dell’industria fossile.

Tribunale
Photo by WilliamCho – Pixabay

È venerdì 19 gennaio 2024 e Friends of the Earth Netherlands intenta una causa al gruppo Ing, sostenendo che la banca non stia rispettando i suoi doveri a tutela climatica, finanziando l’industria fossile e favorendo, a suo dire, la crisi ambientale.

Friends of the Earth punta il dito verso il Gruppo Ing: stop alla collaborazione con le aziende inquinanti

Friends of the Earth Netherlands è una rete di organizzazioni ambientaliste e attivisti che promuovono la sostenibilità ambientale, la giustizia sociale e la difesa dei diritti umani.

Nata nel 1969, nel tempo, ha visto una crescita incredibile ed un’espansione progressiva, fino a toccare 70 paesi.

Oggi opera attraverso campagne, azioni di sensibilizzazione, ricerche e attività di lobbying per influenzare le politiche a livello nazionale e internazionale.

Come riportato sul sito ufficiale, la causa intentata da Friends of the Earth chiederebbe che il Gruppo Ing dimezzi le emissioni totali interrompendo i rapporti di collaborazione con le industrie che hanno un impatto significativo sull’ inquinamento.

Chiediamo inoltre che Ing interrompa la collaborazione con le aziende inquinanti che continuano a mettere a rischio il nostro futuro. Questo include le aziende che non hanno un buon piano per il clima e le compagnie petrolifere e del gas che continuano a espandere i loro progetti

Le emissioni finanziate dal Gruppo nel 2022 si quantificano in 61 milioni di tonnellate di gas serra, decisamente in crescita rispetto al 2021.

Gli attivisti proseguono con un’ulteriore accusa legata gli obiettivi di intensità.

Di cosa si tratta? Sono le quantità di emissioni di gas serra sottoforma di energia generate, per esempio, in termini di kWh (chilowattora).

Ing in bilico tra rischi e limitazioni

Banca Ing rappresenta un vero colosso ed è presente non solo in Olanda, ma anche in Spagna, Germania, Italia, Australia, Stati Uniti, Regno Unito e Giappone

Il tribunale potrebbe ordinare al Gruppo di ridurre le proprie emissioni  del 48%, entro il 2030, interrompendo le collaborazioni con i principali player di settore.

Un numero crescente di azioni legali in futuro?

Carbon, Fossile
Photo by stevepb – Pixabay

La causa contro Ing si basa sul precedente successo  di Friends of the Earth contro Shell.

La corte ha stabilito che la società energetica dovrà diminuire le emissioni del 45 per cento entro il 2030 rispetto ai livelli del 2019.

Come anticipato, la stessa sorte potrebbe spettare anche a Banca Ing, un’azione che riflette la crescente necessità di affrontare seriamente l‘allarme dei gas serra, promuovendo solo soluzioni sostenibili a beneficio dell’ambiente e della salute globale.

Le cause contro l’industria dei combustibili fossili sono sempre più frequenti e hanno l’obiettivo di bloccare il flusso dei finanziamenti.

E quindi : il futuro vedrà un aumento costante di azioni legali volte a limitare l’impatto ambientale delle grandi aziende, con particolare attenzione all’industria dei combustibili fossili.

Attivisti e tribunali potrebbero guidare verso ulteriori sentenze e conseguenti riduzioni delle emissioni e interruzioni di collaborazioni “non sostenibili”.

Il riflesso, questo, di una presa di posizione rispetto ai temi legati al cambiamento climatico e alla promozione di pratiche sicuramente più sostenibili, in ambito industriale.

Olanda: per la prima volta attivisti ambientali portano una banca in tribunale, foto e immagini