Fragole di montagna in vaso

Patrizia D'amora
  • Dott. in Giornalismo e Cultura editoriale

Fragole di montagna: come coltivarle in vaso? Qual è il periodo ideale per raccogliere i frutti? Guida pratica per impiantare e moltiplicare le fragoline di bosco a casa. Istruzioni per coltivare i semi.

fragole-montagna-coltivazione-in-vaso (14)

La fragaria vesca – ovvero la comune fragolina di bosco, detta anche fragola selvatica – è una pianta erbacea, che cresce spontaneamente nei nostri sottoboschi. Fa parte della famiglia delle rosacee e può essere coltivata con facilità sia in vaso, sia in giardino.

I golosi frutti sono utilizzati in cucina per la preparazione di torte, crostate, conserve e liquori, mentre le foglie sono impiegate in ambito erboristico per alleviare i disturbi legati al tratto gastrointestinale.

La fragaria vesca è apprezzata per le sue funzioni diuretiche e depurative, oltre che per la funzione di prevenzione delle infiammazioni del cavo orale. Le fragoline di bosco, infatti, sono considerate delle vere e proprie aspirine naturali, poiché sono ricche di vitamina C e di acido salicilico.

Inoltre, nei frutti, sono presenti tanti altri importanti minerali, come calcio, iodio e fosforo. Insomma, si tratta di una pianta alla quale sono attribuite tantissime proprietà, e che può essere coltivata in vaso sia a scopo terapeutico, sia ornamentale.

fragole-montagna-coltivazione-in-vaso (9)

Come coltivare le fragole di bosco in vaso

fragole-montagna-coltivazione-in-vaso (7)

Questa varietà di fragola si presta con estrema facilità alla coltivazione sia in piena terra sia in vaso; quindi, se vi capita di fare una passeggiata in montagna, non lasciatevi sfuggire l’occasione di raccogliere un bel po’ di piantine!

Per portare a termine questa operazione nel migliore dei modi, consigliamo di avvolgere le radici della pianta di fragole in un panno umido così da evitare la disidratazione. In alternativa si potrà anche riporre tutto il panetto di terra in un contenitore, fino al momento dell’impianto.

Come piantare le fragole di bosco?

fragole-montagna-coltivazione-in-vaso (5)

Una volta giunti a casa bisognerà subito impiantarle in un vaso di medie dimensioni e colmo di terriccio soffice, umido e ricco di sostanze organiche. Per quanto riguarda la scelta del recipiente giusto, si potrà impiantarle indifferentemente in un vaso tondo o in una fioriera rettangolare.

Se si desidera inserire più di una piantina all’interno dello stesso contenitore, è necessario ricordarsi di distanziarle tra loro, lasciando uno spazio di circa 15 cm sulle file e di almeno 10 cm tra le file. Dopo l’impianto sistemate il vaso in un luogo fresco, a mezz’ombra, così da ricreare le condizioni del sottobosco.

Potrebbe interessarti Fragole coltivazione

Ricordatevi di innaffiarle tutti i giorni a piccole dosi, in modo da favorire l’impianto. Per evitare lo sviluppo di muffe evitate di bagnare foglie, fiori e frutti, limitandovi al solo terreno. Dopo circa una settimana, quando le piantine avranno superato il trauma dell’impianto, potrete spostare il vaso in un luogo più soleggiato.

Come piantare i semi di fragole di bosco in vaso?

terriccio-caratteristiche-3

La coltivazione della fragola di montagna in vaso può avvenire anche partendo dai semi di fragaria vesca. Il processo sarà più lungo, ma la soddisfazione di veder crescere da zero le proprie piantine non ha eguali!

Il procedimento di semina ha inizio a febbraio, nel periodo di luna crescente, e avviene in vaschette da tenere al riparo, in casa, in un luogo soleggiato.

Nella vaschetta andrà aggiunta argilla espansa sul fondo, coperta da normale terriccio per la semina. Quando inizieranno a germogliare le prime foglie, si potrà procedere con il travaso in piccoli contenitori forati per avviare, così, la crescita delle piantine.

Quando le piantine saranno finalmente cresciute, si potrà procedere con la messa a dimora, da effettuarsi preferibilmente nel periodo primaverile. In questa fase inizieranno a prendere maggior vigore e vedrete spuntare anche i primi fiori.

Per evitare il passaggio del primo trapianto, si potrà scegliere di seminare direttamente 3 o 4 semini nei dischetti di torba pressata. A questo punto bisognerà soltanto attendere lo sviluppo delle piantine per procedere, poi, al travaso definitivo in vaso.

Moltiplicazione delle fragole selvatiche e raccolta dei frutti

fragole-montagna-coltivazione-in-vaso (11)

Le fragole di montagna si propagano per seme, per divisione dei cespi e per stolone. Lo stolone è un prolungamento, o meglio, un germoglio della pianta madre, che in poco tempo dà vita a una nuova piantina.

L’eliminazione degli stoloni è fondamentale per far crescere la pianta in maniera omogenea: quando ne eliminate uno, ricordatevi di impiantarlo e di eseguire la procedura precedentemente descritta. In questo modo vi assicurerete di avere sempre nuove piantine di scorta!

La raccolta dei frutti si effettua quando le fragole sono belle mature. Il grado di maturazione pieno si raggiunge solo quando il frutto assume una colorazione rosso vivo.

Parassiti e malattie delle fragoline di bosco

fragole-montagna-coltivazione-in-vaso (15)

Come per le fragole comuni, anche questi dolcissimi frutti, ricchi di vitamina C, raramente vengono attaccati dai parassiti. Tuttavia, per evitare la formazione di muffe durante la prima fase di impianto, è meglio innaffiare solo il terreno, evitando di bagnare le foglie della pianta.

Anche dopo, quando saranno spuntate le fragoline, è importante innaffiare con frequenza riducendo l’apporto d’acqua in inverno e facendo attenzione a non bagnare i frutti. Durante la stagione fredda, inoltre, riparate i vasi contenenti le piantine di fragole in luoghi asciutti, protetti ed esposti al sole. 

Fragole di montagna in vaso: immagini e foto

Come resistere alla dolcezza e alla bontà di questi meravigliosi frutti rossi? Scopri tutti i segreti per coltivare le fragole di montagna in vaso e tenerne sempre una bella scorta in casa.