Frutti di bosco: come coltivarli nell’orto di casa

I frutti di bosco come lamponi e mirtilli possono essere coltivati tranquillamente nell’orto di casa. I risultati possono essere sorprendenti, ma è necessario seguire degli accorgimenti. 

Frutti di bosco come coltivarli nell’orto di casa 3

Per via delle loro proprietà salutistiche, i frutti di bosco sono tornati alla ribalta sia sui terrazzi che negli orti domestici. Del resto, se coltivati da soli, lamponi, mirtilli, fragole possono avere un sapore ben diversi di quelli comprati al negozio, magari anche ad un prezzo gonfiato. Utili per le loro proprietà antiossidanti, sono perfetti non solo nelle macedonie, ma anche per preparazioni dolci e salate.

Inoltre, i frutti di bosco possono crescere bene anche in posizioni piuttosto svantaggiate, ad esempio, a mezz’ombra. Potresti piantarli, infatti, anche negli spazi che generalmente, sono più trascurati nell’orto.


Leggi anche: Lamponi coltivazione

Anche se la loro natura è selvatica, molti agricoltori decidono di specializzarsi nella loro coltivazione. La vendita dei frutti di bosco è anche piuttosto remunerativa. Per una resa degna di nota, però, sono necessari degli accorgimenti. Bisogna saper gestire le piantine e provare a capire se il terreno è adatto.

Ti consigliamo di evitare di acquistare le bustine di semi ma le piantine giovani per avere la certezza di ottenere una pianta forte e in buona salute. Inoltre, ti semplificherai la vita poiché, più la pianta sarà adulta, più presto raccoglierai i frutti.

Prima di pensare di poter coltivare i frutti di bosco nel tuo orto, dovrai necessariamente capire se il tuo spazio esterno fa per loro. Tieni presente, infatti, che i frutti di bosco richiedono aree fresche ed ombreggiate. Meglio, quindi, che nel tuo spazio esterno ci siano aree in ombra e fresche, magari vicino a dei ruderi oppure sotto le fronde degli alberi da frutto.

Frutti di bosco come coltivarli nell’orto di casa 4

Frutti di bosco: tipologia di terreno

Il terreno perfetto per coltivare i frutti di bosco è di tipo acido o subacido anche se, per le fragole, ad esempio, vanno bene anche i terreni neutri. Prima di scegliere di piantare i frutti di bosco, perciò, assicurati che lo strato superficiale del terreno di cui disponi sia traspirante e ben drenato. Quest’ultima è una caratteristica necessaria per evitare i ristagni e, dunque, l’insorgere di patologie.

Ne l’eccesso di acqua ne la sua assenza sono tollerate dai frutti di bosco. Da un’analisi del terreno, il suo pH dovrebbe oscillare tra 4 e 5,5. Il suolo deve essere anche umido. Se devi scegliere la posizione perfetta per piantare i tuoi frutti di bosco, meglio quelle poco soleggiate e a mezz’ombra. Il terreno, se troppo povero, può essere arricchito con sostanze nutritive organiche non aggressive. Se il terreno dovesse risultare troppo pesante, aggiungi torba; letame e compost se il terreno è troppo leggero.


Potrebbe interessarti: Mirtillo coltivazione

Frutti di bosco come coltivarli nell’orto di casa 2

Frutti di bosco: coltivazione

La coltivazione dei frutti di bosco può avvenire anche in zone dove il clima è piuttosto rigido. Questo perché essi resistono bene al freddo e al gelo. C’è da dire, però, che tollerano poco il clima troppo caldo o secco. Perciò, meglio che l’irrigazione sia frequente e, come abbiamo detto, la posizione a mezz’ombra, ma al riparo dai venti troppo freddi.

Altro fattore importante è che i frutti di bosco subiscono poco i parassiti. Ecco perché si prestano molto bene alle coltivazioni biologiche, senza l’utilizzo di agenti chimici.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Prima di procedere alla messa a dimora della piantina, sarebbe meglio che il terreno sia ricoperto da pacciame, almeno uno strato. Allo scopo, sono perfette foglie e trinciato di corteccia. Un esempio di disposizione, potrebbe essere quella come siepi di confine. Le loro dimensioni potrebbero diventare importanti e, inoltre, possono durare anche dieci anni e anche di più.

Tra le cose più importanti da sapere sui frutti di bosco, spicca il fatto che sono dotati di stoloni radicanti. Ecco quindi che il loro metodo di moltiplicazione è piuttosto semplice. Se gli stoloni vengono tenuti in vivaio nel corso dei mesi invernali, si potranno ottenere dei nuovi semi. Nel momento in cui germoglieranno, raggiungendo 5/6 centimetri di altezza, potranno essere messi direttamente a dimora.

Frutti di bosco come coltivarli nell’orto di casa 1

Frutti di bosco: tipologie più comuni

Lamponi

La produzione dei lamponi, soprattutto quella della varietà dei non rifiorenti, si scatena tra giugno e luglio. L’ultima raccolta si può avere tra agosto ed ottobre. Il lampone può essere congelato quindi, se ti trovi di fronte a raccolti copiosi, potrai approfittarne per conservarli.

La loro messa a dimora avviene alla fine dell’autunno. Importante è la presenza di un supporto o una parete a cui appoggiarsi. Hanno bisogno di molta acqua e di un po’ di concime a base di compost o letame non appena arriverà la primavera.

A causa delle sue radici superficiali, il lampone ha bisogno di un terreno sempre fresco e con della pacciamatura che ne impedisca il disperdersi dell’umidità.

Frutti di bosco come coltivarli nell’orto di casa 5

Fragole

Particolarmente ornamentali e sempreverdi, le fragole sono perfette sia per i loro frutti che per i fiori.  Il periodo adatto per le piantine è la primavera, quando il rischio di gelate è ormai lontano. La  varietà delle unifere (fruttificazione singola) è perfetta per avere grandi raccolte in una volta da conservare e congelare. La varietà delle bifere, invece, ti darà frutti fino alla fine dell’estate. 

Le fragole amano il terreno umido e ricco di sostanza organica. Inoltre, amano il sole. Le irrigazioni, al momento della fruttificazione, devono essere costanti e date a livello del terreno.

Frutti di bosco come coltivarli nell’orto di casa 6

Frutti di bosco: come coltivarli nell’orto di casa – foto e immagini

Rita Paola Maietta
  • Giornalista Pubblicista dal 2010
  • Laurea Magistrale in Scienze della Comunicazione
  • Master in Comunicazione, specializzazione in Design, Arredamento, Lifestyle
Suggerisci una modifica