Echium fastuosum coltivazione

L’Echium fastuosum è una pianta rustica coltivata a scopo ornamentale in giardino e in vaso per la sua spettacolare fioritura. La sua coltivazione non è complessa in quanto non necessita di particolari cure. Chiaramente, per evitare problemi alla pianta, è bene conoscere tutti i suoi bisogni prima di decidere di coltivarla. Scopriamo quindi insieme le caratteristiche e tutte le necessità dell’Echium fastuosum.

Echium-fastuosum-coltivazione-01

L’Echium fastuosum appartiene alla famiglia delle Boraginaceae ed è molto apprezzata anche in Italia. Tra le piante del genere Echium, questa è di certo la più nota. La varietà più nota del genere, coltivata a scopo ornamentale è l’Echium fastuosum, una pianta a portamento cespuglioso e compatto composta da lunghi fusti. Originaria dell’Isola di Madeira, si tratta di una pianta a portamento arbustivo, sempreverde, con foglie verde scuro disposte a rosetta, ricoperte di peluria bianca.

L’arbusto dal portamento allargato e scomposto, alto fino a 2 m, è caratterizzato da una splendida fioritura azzurra che avviene tra aprile e maggio. Durante questi mesi, infatti, le estremità dei suoi rami si allungano in vistose spighe fiorite di azzurro. I grandi pennacchi spiccano immediatamente e attirano anche api e farfalle. I fiori molto decorativi e a forma di campane sono riuniti in infiorescenze a forma di pannocchie di colore blu intenso o rosso.

La coltivazione di questa pianta è molto semplice e quindi tutti possono godere della sua bellezza. Vediamo quindi come riuscire a coltivare l’Echium fastuosum nel migliore dei modi.

Echium-fastuosum-coltivazione-02

Esposizione

Echium-fastuosum-coltivazione-03

Per fiorire abbondantemente richiede esposizioni luminose e soleggiate in zone preferibilmente riparate dal vento. Suggeriamo un’esposizione in pieno sole nelle giornate miti. Tra le zone migliori per la crescita corretta della pianta, ci sono di certo le zone marittime.

Terreno

Echium-fastuosum-coltivazione-04

L’Echium si adatta a qualunque tipo di terreno anche quello comune da giardino purché fertile e ben drenato. I terreni migliori sono comunque quelli poveri e asciutti. Chiunque, quindi, può piantare nel proprio giardino la pianta e godere della sua bellissima fioritura. Anche chi abita vicino al mare può coltivare questa specie in quanto non teme il mare e resiste bene sulle dune sabbiose. Le piante allevate in vasi di grande dimensioni necessitano di un leggero strato di argilla espansa sul fondo del contenitore.

Temperature

Echium-fastuosum-coltivazione-05

La pianta apprezza molto il caldo e quindi si trova bene nelle aree in cui le temperature sono elevate. Al contrario, essa è sensibile a temperature inferiori ai 0°C. Proprio per questo, durante i mesi più freddi dell’anno, è necessario proteggerla coprendola con teli appositi se piantata nel terreno. Se si trova in vaso, invece, suggeriamo di mettere la pianta in casa.

Annaffiature

Echium-fastuosum-coltivazione-06

Per una corretta crescita della pianta, suggeriamo di annaffiare quando il terreno è perfettamente asciutto. Evitare gli eccessi idrici è fondamentale, così come anche l’evitare di bagnare le foglie. Dall’autunno in poi annaffiare solo per mantenere il terreno leggermente umido. L’irrigazione di questa specie deve essere moderata e mai troppo abbondante. Esagerare con l’acqua rischia di portare a una saturazione idrica e questo influisce molto in negativo.

Concimazione

Echium-fastuosum-coltivazione-07

La concimazione deve essere fatta dalla ripresa vegetativa, ogni 3 settimane. Per concimare è necessario somministrare fertilizzanti liquidi specifici per piante fiorite. Questi concimi vanno sciolti nell’acqua delle annaffiature. In autunno distribuire ai piedi delle piante del concime organico o del granulare a lento rilascio. Questo permetterà alla pianta di crescere bene e alla fioritura di svilupparsi nel migliore dei modi.

Potatura

Echium-fastuosum-coltivazione-08

La potatura dell’Echium fastuosum deve essere eseguita al termine della fioritura nelle specie arbustive o semiarboree. I rami devono essere tagliati quando i fiori appassiscono in modo che i nuovi germogli crescano vigorosi. Questo procedimento è dunque molto importante per avere una fioritura sempre perfetta.

Moltiplicazione

Echium-fastuosum-coltivazione-09

L’Echium si moltiplica per seme o spontaneamente per auto semina e anche per talea. È dunque possibile scegliere il procedimento che si preferisce a seconda anche delle proprie esigenze.

Per ottenere piante con fiori della stessa tonalità della pianta madre, nel mese di luglio, effettuare talee lunghe 10 – 15 cm di giovani rametti. Questi devono essere messi a radicare in terriccio misto di torba e sabbia in parti uguali.

La moltiplicazione per seme nelle specie biennali, suggeriamo di procedere in primavera. È necessario in questi casi non togliere prima dell’estate allo scopo di riuscire ad avere una propagazione corretta.

Malattie e parassiti

Echium-fastuosum-coltivazione-10

L’Echium teme l’attacco della cocciniglia farinosa che, come nelle altre piante ornamentali, di solito si annidano alla base delle nuove foglie. Se il clima è particolarmente umido viene infestato dagli afidi che la danneggiano anche seriamente. Nelle zone con scarsa umidità e temperature alte, c’è il rischio di attacco del ragno rosso.

Tra le malattie fungine teme il marciume delle radici e delle foglie malattie causate generalmente dall’eccessivo apporto idrico.

Echium fastuosum coltivazione: foto e immagini

L’Echium fastuosum è una pianta molto apprezzata in quanto in grado di abbellire i giardini grazie alla sua spettacolare fioritura. La coltivazione di questa specie vegetale non è complessa se si conoscono le sue caratteristiche e i suoi bisogni. Nel caso abbiate ancora dubbi, vi suggeriamo di scorrere la galleria immagini che abbiamo realizzato. Lasciatevi ispirare dalle foto che abbiamo raccolto.