Cedro del Libano coltivazione


Cedro-Libano


Caratteristiche generali del Cedro del Libano

Il Cedro del Libano, Cedrus libani, è una conifera sempreverde, originaria delle foreste del Libano e della Siria che viene coltivata in tutta l’Europa come pianta ornamentale per la sua longevità, la sua imponenza (40 metri di altezza) e per il gradevole profumo emanato dalla resina contenuta nelle foglie e nel legno.

Tronco

La pianta, appartenente alla famiglia delle Conifere o Pinaceae è provvista di un robusto e profondo apparato radicale che la ancora saldamente al terreno. Il cormo o fusto, nella maggior parte degli esemplari adulti, è composto da più tronchi con corteccia a placche di colore grigiastro.

Cedro-Libano-foglie

La chioma inizialmente conica tende con l’età ad assumere una forma più espansa con ramificazioni basse che sfiorano il al terreno.

Strobili-femminili-Cedro

I rami del cedro, come nell’abete e altre conifere, sono ricoperti da foglie aghiformi di colore grigio-verde scuro.

 Gli aghi, riuniti in ciuffi apicali di 20 -30, sono portati da piccoli rametti chiamati brachiblasti (rami molto corti).

Gli organi riproduttivi, presenti sulla stessa pianta, sono strobili (pigne) eretti di forma ovoidale il cui colore varia a seconda del sesso. Quelli femminili, presenti sui rami più alti, sono di colore  bianco- verdastro.

Strobili

Gli strobili maschili, invece, disposti sui rami più bassi della chioma, a maturità assumono un bel di colore giallo -marrone. La pianta fiorisce in estate mentre la fecondazione avviene da agosto a ottobre.

Dopo la maturazione, circa 1 anno, i frutti o pigne si aprono rilasciando semi lunghi,  provvisti di un’ala cartacea.

Coltivazione del Cedro del Libano

Esposizione e clima: predilige i luoghi luminosi e soleggiati ma si sviluppa bene anche in quelli semiombrosi. Si adatta a climi caldi e freddi.

Terreno: cresce bene in qualunque tipo di terreno soffice a pH leggermente e ben drenato.

Annaffiature: le piante adulte si accontentano delle acque piovane; quelle più giovani e impiantate da poco richiedono annaffiature regolari soprattutto nei periodi siccitosi.

Letame

Concimazione: in primavera, per stimolare l’emissione delle nuove foglie e dei fiori, si somministra alla base della pianta del concime ricco in azoto (N) e potassio (K) o dello stallatico maturo.

Cedro-Cedrus-libani

Moltiplicazione e trapianto del Cedro del Libano

La propagazione del Cedro del Libano avviene per seme in primavera. La piantumazione si effettua in primavera avanzata. Per favorire l’attecchimento dell’apparato radicale utilizzare piante alte al massimo 50 centimetri. Le buche destinate ad accogliere i nuovi cedri devono essere profonde e larghe almeno il doppio del pane di terra che avvolge le radici.

Potatura del Cedro

Il cedro del Libano come tutte le altre varietà di conifere non va mai potato. L’unica operazione consentita è l’eliminazione dei rami secchi o danneggiati dal freddo.

Malattie,  parassiti e cure del Cedro

E’ un albero resistente alle malattie fungine ma teme l’attacco degli afidi e dei tarli che corrodono il legno.
In inverno proteggere la base della pianta con una pacciamatura di paglia o foglie secche.

Usi del Cedro del Libano

A scopo ornamentale viene coltivato nei parchi pubblici e nei giardini. A scopo commerciale il suo legno viene utilizzato per la costruzione di barche, porte e suppellettili. In fitoterapia si sfruttano le proprietà medicamentose dei principi attivi contenuti nelle foglie e nella corteccia. Proprietà del Cedro

Galleria foto delle Conifere

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta