Anemoni coltivazione

Autore:
Laura Bennet
  • Docente sc. biologiche

Anemone

Gli anemoni sono piante ornamentali erbacee semplici ed eleganti che con i loro fiori vistosi e colorati  segnalano  l’arrivo della primavera.

fiori-anemone

Gli anemoni sono piante ornamentali dall’aspetto semplice che segnalano con la briosità dei loro vivaci colori l’arrivo della primavera.

Anemoni Caratteristiche generali

Gli anemoni sono piante erbacee che appartengono alla famiglia delle Ranunculaceae ed il loro nome significa fiore del vento, per via delle fragili corolle.  Molte specie sono selvatiche e diffuse in tutte le zone fredde e temperate della Terra.

Le piantine di anemoni formano cespugli compatti alti fino a 1 metro. Gli steli erbacei sono formati da numerosi getti laterali con un fogliame molto decorativo.

Le foglie sono semplici o composte con lamine fogliari lobate, divise o indivise con margini  dentati o interi.

fiori, nelle diverse tonalità di colore dal bianco al rosso rubino, sono singoli oppure  riuniti  in  ombrelle di 2–9 fiori,  sopra un grappolo di brattee simili a foglie o sepali. I fiori, in particolare quelli delle specie ibride sono grandi, con corolle multipetali. L’impollinazione avviene ad opera delle api.

I frutti sono acheni ovoidi allungati e spesso con peli piumati attaccati a loro.

anemone-fiore-primavera

Fioritura

Gli anemoni sono fiori molto persistenti che fioriscono nel periodo primavera-autunno, a seconda della varietà.

Coltivazione dell’anemone

Esposizione

Gli anemoni amano i luoghi luminosi e soleggiati ma crescono bene anche nelle zone semiombrose purchè al riparo dei venti forti. Prosperano bene e fioriscono a temperature comprese tra i 14 – 20° C.  Temono il freddo e il gelo.

Terreno

Cresce bene in qualunque tipo di terreno tuttavia preferisce  i terreni freschi, umidi, ricchi di nutrienti, leggermente acidi e ben drenati.

Annaffiature

ella fase di crescita è sufficiente annaffiare un paio di volte a settimana. Durante il periodo di fioritura, che generalmente coincide con l’aumento delle temperature, è consigliato incrementare leggermente l’apporto d’acqua, sempre verificando prima dell’operazione l’eventuale secchezza del terreno.

Concimazione

Va somministrato un concime azotato durante lo sviluppo vegetativo mentre in primavera per favorire la fioritura è consigliabile utilizzare un fertilizzante specifico per piante da fiore liquido o granulare a lenta cessione arricchito di Potassio (K).

anemone-fiore-foto

Anemoni: coltivazione in vaso

Gli Anemoni sono piante facili da coltivare in un vaso abbastanza largo e profondo che consente un regolare sviluppo dell’apparato radicale e della parte aerea. Sul fondo del vaso va posto uno strato di materiale drenante e poi un terreno leggermente acido, arricchito con concime azotato, organico e compost.

Moltiplicazione degli anemoni

L’anemone si riproduce per seme e per via agamica per divisione dei cespi o dei rizomi laterali.

Semina

Si effettua alla fine dell’inverno seminando i semi in cassoni o direttamente a dimora in un substrato fresco, fertile e umido. Le piante di anemone così ottenute impiegheranno circa 2-3 anni prima di fiorire.

Propagazione per divisione dei cespi

Si pratica in primavera dividendo ogni 2 – 3 anni i cespi più rigogliosi portanti porzioni di radici ben sviluppate. I cespi vanno impiantati subito in buche  larghe profonde e si bagna il terreno dopo averlo ben compattato.

Propagazione per divisione dei rizomi

In estate si estraggono dal terreno i rizomi, si staccano quelli piccoli prodotti dal rizoma madre , si pulisco dal terreno; si lasciano asciugare all’aria; si conservano in un luogo buio e asciutto e in autunno si ripiantano nel terreno ben drenato e ricco di sostanza organica.

Impianto degli anemoni

L’impianto dei bulbi in piena terra o in vaso va effettuato con le radici rivolte verso il basso distanti tra loro circa 10 cm. Prima di interrare i rizomi di anemoni è consigliabile lasciare le radici per circa 2 ore in acqua tiepida.

Abbinamenti

Nelle aiuole miste o nelle bordure gli anemoni possono essere abbinati con piante di Euforbia con foglie variegate.

Potatura

Gli anemoni vanno  ripuliti dalle parti secche o danneggiate e a fine fioritura si possono potare  drasticamente a livello del suolo.

Parassiti e malattie degli anemoni

Le piante di anemone sono molto resistenti ai comuni parassiti animali e tra le malattie fungine talvolta soffrono il mal bianco o oidio che si manifesta con depositi polverosi biancastri sulle pagine fogliari superiori.

piante-anemone

Cure e trattamenti

Nelle regioni molto fredde e soggette a gelate, gli anemoni perenni lasciati a dimora vanno protetti con una pacciamatura di paglia o foglie secche; nelle zone in cui fa molto caldo invece è opportuno ripararli dai raggi cocenti del sole delle ore più calde; quelle coltivati in vaso vanno trasferiti in un luogo riparato fino a quando le gelate notturne sono del tutto scongiurate.

anemone-corona

Varietà di anemone

Esistono molte specie di anemone che differiscono per dimensioni e per periodo di fioritura.

Anemone japonica

L’ anemone japonica non è una specie vera e propria ma è chiamata così perché è un ibrido ottenuto dall’incrocio di più specie di anemoni originari della Cina. E’ una cultivar perenne con radici stolonifere che inizia a vegetare a fine estate e a produrre grandi fiori, semplici o doppi, molto decorativi, di colore bianco, rosato o rosso, .a partire da ottobre .
L’ anemone Japonica può essere coltivata al sole o a mezz’ombra in un terreno soffice, fertile, umido, ricco di humus e ben drenato.

Anemone coronaria

L’Anemone coronaria è una rizomatosa perenne diffusa in quasi tutte le zone mediterranee.  E’ una pianta alta circa 40 cm con steli erbacei ricoperti da foglie frastagliate di colore verde scuro, simili a quelle del prezzemolo.  In primavera produce vistosi fiori semplici o doppi, di colore bianco, rosso, blu e violaceo. Ei  una pianta erbacea che ama il sole o la mezz’ombra ed è molto resistente al freddo. Viene largamente coltivata anche per la commercializzazione dei fiori recisi.

Anemone fulgens

L’Anemone fulgens è una varietà alta circa 20 cm, con steli erbacei e foglie frastagliate. A fine inverno, tra febbraio – marzo, produce vistosi fiori con petali scarlatti con gola bianca  che fanno da corona ad antere con la punta blu. Ama il pieno sole, il terreno ben drenato. E’ resistente ai parassiti e al freddo.

Usi

Gli anemoni per l’allegria dei loro colori sono utilizzati a scopo ornamentale per bordure di aiuole, in vaso per abbellire davanzali, balconi, terrazze e in commercio per i fiori recisi.

anemone-blanda

L’anemone è un fiore velenoso?

Gli anemoni sono debolmente velenosi, anche per il bestiame, a causa della presenza di protoanemonina, sostanza irritante per le mucose e per la pelle. La protoanemonina si trasforma in anemonina, innocua, con l’essiccamento.

Significato dei fiori

Nel linguaggio dei fiori, l’anemone simboleggia la perseveranza, la speranza e l’attesa.

Secondo la tradizione cristiana infatti, il fiore è nato da una goccia di sangue di Gesù , simboleggiando così la speranza dopo il dolore.

In campo amoroso ha il significato di un amore terminato precocemente.

Curiosità e cose da sapere sugli anemoni

Nella mitologia greca, Anemone era un ninfa alla corte di Chrloris.

Della ninfa si innamorarono sia Zefiro, il dio del vento, marito Chrloris che Borea, la tramontana che se la contendevano a compi di tempeste e bufere. Chrloris intervenne trasformando Anemone in un fiore, tanto delicato e fragile da essere spazzato via facilmente da un colpo di vento.

Galleria foto degli anemoni