Agerato celeste coltivazione


Agerato-Ageratum

L’Agerato celeste è una piantina erbacea annuale coltivata a scopo ornamentale per abbellire aiuole, davanzali, terrazzi e parchi pubblici con la sua copiosa fioritura estiva.

agerato-celeste-fiore


Caratteristiche generali dell’Agerato

L’agerato è una pianta erbacea della famiglia delle Asteraceae, originaria dell’America centrale e della parte tropicale dell’America del Sud.

Si tratta di una pianta di piccole dimensioni, infatti raggiunge al massimo i 45 cm circa di altezza formando cespugli densi e compatti. La radice è fascicolata a struttura capillare e di colore lattescente.

Gli steli erbacei, cavi e cilindrici sono ricoperti da foglie ovate-lanceolate con margini dentellati.

Le foglie dell’agerato morbide al tatto sono di colore verde brillante.

Alla base delle ascelle fogliari e sugli apici dei fusticini durante il periodo della fioritura, nella varietà più comune, compaiono numerosi fiori a capolino di un bellissimo colore celeste.

Agerato celeste

Altre varietà di agerato hanno fiori bianchi, rosa o lilla. Dopo la fioritura, sulla pianta fanno la comparsa i frutti, delle minute capsule contenenti tanti piccoli semi molto ferili che possono essere raccolti e conservati per la semina.

agerato celeste

Fioritura

L’agerato regala splendide macchie di colore da Giugno fino ad Ottobre inoltrato.

Agerato-coltivazione

Coltivazione dell’Agerato – Ageratum

Esposizione

Come la maggior parte delle piante eliofile, l’agerato per crescere rigoglioso in luoghi soleggiati e riparati dai venti. In luoghi parzialmente ombreggiati o scrsamente illuminati la pianta stenta a crescere e la fioritura è compromessa.

Terreno

Anche se si tratta di una specie che si adatta tranquillamente a qualsiasi tipologia di terreno, predilige quello umido, soffice e soprattutto ben drenato Il substrato ideale è il terriccio universale misto a una parte di sabbia per evitare il rischio del marciume delle radici.

Annaffiature

Le innaffiature dell’ Ageratum devono essere regolari e costanti dalla primavera fino alla fine dell’estate praticamente per l’intero periodo vegetativo. Il costante e moderato apporto idrico, soprattutto in estate, serve a mantenere il terreno umido e mai inzuppato. Le piante giovani e impiantate da poco necessitano di annaffiature frequenti sia per favorire l’attecchimento delle radici nella nuova dimora sia per ottenere fioriture più abbondanti.

Concimazione

Dalla primavera e per tutto il periodo della fioritura somministrare un concime granulare a lento rilascio oppure, ogni 20 giorni, un fertilizzante liquido bilanciato diluito nell’acqua delle annaffiature.

Agerato: coltivazione in vaso

E’ una pianta di piccole dimensioni che si adatta perfettamente anche ad essere coltivata in vaso sul balcone e il terrazzo della propria casa.

Come fare

Si sceglie un vaso preferibilmente di terracotta dalle dimensioni giuste ad accogliere una o più piantine di Agerato. Si mette sui fori di drenaggio dei pezzetti di coccio; uno strato di sabbia o perlite e terriccio fresco e fertile. Si invasa la pianta fino al colletto e si colmano i vuoti d’aria con altro terreno. Si compatta con un leggera pressione delle mani; si innaffia evitando di bagnare le foglie e poi si mette in luogo abbastanza soleggiato del balcone riparato dal vento. In piena fioritura la pianta formerà dei densi cuscini azzurri come il cielo sereno.

Rinvaso

L’agerato è una pianta ornamentale che viene coltivata come annuale e quindi il rinvaso negli anni successivi non va fatto. Se si acquistano piante in vaso , in questo caso conviene trasferire le piante in contenitori più grandi ed per eliminare l’effetto vaso conviene anche , ovviamente con molta delicatezza, districare le radici per eliminare l’effetto vaso. e

Semina-cassette

Moltiplicazione dell’ Agerato celeste

La riproduzione dell’agerato avviene per seme.

La semina in semenzaio protetto, nelle apposite cassette di semina, va fatta nel mese di febbraio mentre in semenzaio all’aperto verso la fine di marzo ovvero quando il periodo delle gelate notturne è definitivamente scongiurato.

ageratum-houstonianum

Trapianto

Quando le piantine avranno emesso almeno 5 foglie si trapiantano nei vasi o in piena terra nel periodo Aprile – Maggio.

Agerato-ageratum-trapianto

Malattie e Parassiti

L’agerato è una pianta molto delicata e sensibile all’attacco degli afidi, del ragnetto rosso e della cocciniglia.

Cure e trattamenti

Non necessita di particolari cure di manutenzione ma per stimolare l’emissione di nuovi fiori è consigliabile cimare i fiori appassiti. I trattamenti antiparassitari specifici vanno fatti solo in caso di necessita utilizzando anche l’antiparassitario all’aglio o l’antiparassitario all’ortica per sconfiggere gli afidi. Per mantenere il terreno umido anche nelle giornate di intenso calore è bene effettuare una leggera pacciamatura.

ageratum-significato

Linguaggio dei fiori

L’agerato è il simbolo dell’amore eterno ed incondizionato.

Tossicità

Le parti vegetali di tutte le specie di Ageratum contengono alcaloidi delle sostanze tossiche per gli animali domestici cani e gatti e che potrebbero essere causa di vari disturbi anche per l’uomo.

Varietà

Il genere è ricco di specie diverse circa 60 ma tra le più apprezzate a scopo ornamentale sono le piante che producono fiori di colore azzurro e pertanto oltre all’agerato celeste o Ageratum houstonianum ricordiamo un’altra specie molto conosciuta:

Ageratum conyzoides

Una pianta erbacea originaria dell’Asia e del Brasile diffusa in tutti i giardini privati e nei parchi pubblici. Cresce senza particolari problemi e con pochissime cure in qualsiasi tipologia di terreno esposte al sole. È una specie annuale alta circa 1 metro con radici fascicolate fibrose e parte aerea variamente ramificata. Durante il periodo della fioritura si ricopre abbondantemente di fiori che possono essere di vario colore: dal bianco al rosa, dal viola al blu. L’Agerato conyzoides si riproduce principalmente per seme. nelle zone di provenienza questa pianta viene utilizzata dai nativi non solo come pianta ornamentale, ma anche come officinale e infatti è molto utilizzata per il trattamento di stati febbrili, coliche, disturbi da mestruazione, ustioni,ecc.

Galleria foto agerato

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger

Google News

Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta