Rose floribunda – Rose rifiorenti

Laura Bennet
  • Dott. in scienze biologiche

Rose floribunda-Rose rifiorenti

Le Rose floribunda sono rose rifiorenti a portamento arbustivo apprezzate per le loro ricche e prolungate fioriture estive -autunnali e la loro facilità di coltivazione sia in vaso che in piena terra.

Caratteristiche generali delle Rose floribunda

Le Rose floribunda sono piante ibride arbustive compatte, alte da 60 a 120 centimetri, coltivate a scopo ornamentale per la loro prolungata fioritura fragrante dalle tonalità variopinte più disparate. Generalmente queste rose rifiorenti hanno fusti eretti con fogliame di medie dimensioni e di colore verde intenso o verde brillante lucido.

Durante il periodo della fioritura producono mazzetti di circa 40 fiori con petali semplici o doppi di colore bianco, giallo/arancio, rosa, rosso che spesso mutano colore in tonalità più intense, via via che vengono colpiti dai raggi solari.

I frutti sono i cinorrodi, delle bacche ovoidali molto decorative che maturano da agosto a febbraio.

I semi, contenuti all’interno dei cinorrodi sono numerosi,  piatti e piccolissimi.

Leggi anche Rosa coltivazione

Fioritura

Le rose floribunda  si caratterizzano per la loro fioritura abbondante e prolungata: solitamente i  fiori, vistosi e leggermente profumati, sbocciano sui rami in giugno/luglio e tra settembre ed ottobre.

Coltivazione delle Rose floribunda

Esposizione

Le rose floribunda amano l’esposizione al pieno sole, tuttavia nelle zone particolarmente calde crescono meglio in quelle parzialmente ombreggiate.  Amano il clima mite e sono abbastanza resistenti al freddo, sopravvivono tra -10 e 37 °C.

Terreno

Crescono bene in qualsiasi tipo di terreno tuttavia prediligono quello leggero, misto a sabbia, ricco di di nutrienti e soprattutto ben drenato, Nel terreno troppo compatto e poco permeabile all’acqua l’apparato radicale soffoca e marcisce.

Annaffiature

Le Rose floribunda come le altre varietà nei mesi primaverili si accontentano delle piogge, in seguito vanno irrigate regolarmente per favorire la loro fioritura. In estate, nei mesi di Luglio ed Agosto, necessitano di almeno 2 irrigazioni settimanali, sempre attendendo che il terreno  si asciughi fra un’annaffiatura e l’altra. La carenza di acqua nei mesi estivi è la causa primaria della loro mancata mancata fioritura autunnale.

Concimazione

A fine inverno e all’inizio dell’estate il terreno di coltivazione va arricchito di nutrienti con somministrazioni di un concime per piante da fiore organico o granulare a lento rilascio. In alternativa si può utilizzare un fertilizzante liquido diluito nell’acqua d’irrigazione e somministrato una volta al mese da marzo fino a settembre.

Rosa floribunda in vaso

Rosa floribunda: coltivazione in vaso

Si tratta di una varietà di rosa che viene utilizzata per la sua rifiorenza e le sue dimensioni contenute per abbellire balconi esposti al sole per molte ore del giorno. Si può impiantare in un  vaso largo e profondo, pieno di un terriccio ben drenante e ricco di sostanza organica, bagnato regolarmente da marzo ad ottobre sempre evitando gli eccessi idrici che come è noto potrebbero causare il marciume delle radici. Va concimata almeno una volta al mese e potata ogni anno.

Potrebbe interessarti Rosa Banksiae – Rose banksiae

Moltiplicazione delle Rose floribunda

La rosa floribunda si propaga per talea, seme, innesto e propaggine.

Propagazione per talea

Questa tecnica di propagazione vegetativa è la più utilizzata per ottenere nuove piante di rose floribunda identiche a quelle originali e, il periodo migliore per praticarla è la fine dell’estate. preferibilmente nel mese di settembre.
Nel mese di Settembre, utilizzando cesoie ben affilate e disinfettate, si prelevano dei rametti dell’anno più lignificati e lunghi circa 12 cm, tagliandoli obliquamente appena sotto una gemma rivolta verso l’esterno.
Si lasciano sui rametti prelevati solamente uno/due gruppi di foglioline e si poi si interrano le talee per circa 1/3 della loro lunghezza in vasi di 8-10 centimetri pieni di terriccio misto composto da terra da giardino, sabbia e torba.
Dopo aver interrato le talee di rose, si coprono i vasetti con una campana di plastica e si mettono a svernare in un luogo ombroso fino all’autunno successivo. Per stimolare la radicazione, dalla ripresa vegetativa in poi, le talee vanno regolarmente annaffiate ogni 2-3 giorni fino al momento della messa a dimora definitiva, non prima di un anno.

Semina

Prima di effettuare la semina delle rose floribunda, i semi per poter germinare devono subire prima un processo di stratificazione al freddo: vanno interrati a 0,5 cm di profondità in un mix di semina (in vassoi di piantine profondi da 7,5 a 10 cm), molto umido ma non bagnato. Si sigillano i vassoi in un sacchetto di plastica e si mettono in frigorifero per 10-12 settimane.
Trascorso il tempo di “stratificazione”, si tolgono i contenitori dal frigorifero e si collocano in un ambiente a temperatura di circa 21° C. Una volta che i semi di rosa germogliano, circa 21 giorni, si lasciano irrobustire le nuove piantine e poi si trapiantano in vasi, facendo attenzione a non rovinare le delicate radici.

Impianto o messa a dimora

La messa a dimora delle rose floribunda va effettuata da ottobre a marzo in piena terra e anche in vaso.
Si scava una buca profonda circa 50 centimetri, drenata sul fondo con argilla o sabbia; si aggiunge del letame maturo; si impianta la rosa dopo aver accorciato leggermente le radici e poi si riempie la buca con il terreno di scavo. Terminata l’operazione di messa a dimora, si bagna abbondantemente il terreno.  Nel caso si vogliamo creare delle bellissime aiuole o macchie di colore, si possono accostare piante di rose di diverso colore.

Potatura

Le rose floribunda generalmente si potano a partire dal secondo anno, a fine inverno, quando inizia la ripresa vegetativa e le gemme si ingrossano e si inturgidiscono.
Utilizzando cesoie ben affilate e disinfettate alla fiamma o con la candeggina, si praticano tagli netti, inclinati a 45°, sopra le seconde gemme rivolte all’esterno. Si lasciano 3/5 gemme sui rami robusti e si eliminano del tutto i polloni i rami vecchi, deboli e quelli malati.

A partire dal terzo anno i rami più lunghi e vigorosi  vanno accorciati di molto, mentre i rami che hanno oltre un anno di vita vanno tagliati a metà della lunghezza. Operando in questo modo, dal terzo anno in poi, sui rami giovani e corti sbocceranno mazzetti di rose nei mesi primaverili mentre su quelli vecchi e corti avremo rose dall’estate inoltrata fino all’autunno.

Afidi-Rose

Parassiti e malattie delle Rose floribunda

Sono rose che purtroppo vengono attaccate da afidi e cocciniglia, parassiti animali che rovinano steli, foglie e soprattutto i fiori ancora in boccio.
Come la maggior parte delle piante ornamentali sono sensibili a malattie fungine come il marciume delle radici, l’oidio o mal bianco e la peronospora.

Le infestazioni fungine si rilevano facilmente dalla presenza di ampie macchie sulle foglie, che tendono ad ingiallire mentre i parassiti si rivelano per la presenza di piccole macchie puntiformi su foglie e fiori.

Cure e trattamenti

Le Rose floribunda a parte le adeguate irrigazioni, le concimazioni e le potature di ringiovanimento, sono piante ornamentali a bassa manutenzione.

I trattamenti con antiparassitari o anticrittogamici specifici vanno effettuati a scopo preventivo nelle prime ore del mattino o dopo il tramonto del sole e ripetuti in caso di pioggia in modo da debellare definitivamente le infestazioni ed evitare che le piante muoiano per la mancanza di energia.

Varietà di Rosa floribunda

Rosa floribunda Escapade

Rosa floribunda Escapade

La rosa floribunda Escapade forma un folto cespuglio di media dimensione con foglie di colore verde chiaro e numerosi fiori intensamente profumati con petali di color rosa malva con una leggera parte bianca e bottone centrale con tanti stami gialli. E’ una varietà che resiste bene alle malattie ed è molto rifiorente.

Rosa floribunda -Red-Gol

Rosa floribunda Red Golf

Un cultivar  arbustiva alta fino a 120 cm,  con fusti spinosi eretti ricoperti da un ricco fogliame piccolo e di colore verde brillante. Dalla primavera all’autunno, produce grappoli di fiori doppi, leggermente profumati con petali di colore giallo  con bordi rosso-arancio. Questa rosa  “Red Gold” è una pianta vigorosa e resistente alle malattie.

Rosa floribunda Queen Elizabeth

Rosa floribunda Queen Elizabeth

Una cultivar arbustiva molto fiorifera con fusti eretti e foglie di colore verde scuro.  Da giugno a settembre produce grandi fiori semidoppi di colora rosa argentato portati da lunghi steli, belli e duraturi anche recisi. La Rosa floribunda Queen Elizabeth è una pianta molto vigorosa che ama il pieno sole ed è resistente alle malattie. E’ una varietà ideale come esemplare isolato, a gruppi nelle aiuole, bordure e viali.

Rosa floribunda la Sevillana

Rosa floribunda la Sevillana

Questa varietà, molto rifiorente, forma un cespuglio alto 60 -120 cm e largo anche più di 150 cm di larghezza. Ha foglie lucide di colore verde scuro. Da maggio-giugno, fino all’autunno, produce vistosi fiori moderatamente profumati con corolla composta da circa 15 petali di colore rosso vermiglio. In autunno porta a maturazione piccoli cinorrodi. E’ abbastanza resistente alle malattie, al freddo molto un po’ meno alla siccità. Va coltiva al pieno sole anche se vive bene anche alla penombra e va potata a fine inverno E’ una rosa floribunda perfetta da utilizzare come tappezzante di zone spoglie, per realizzare bordure o aiuole fiorite.

Rosa floribunda Iceberg

Rosa floribunda Rosa Iceberg

La Rosa Iceberg è la varietà  di floribunda più famosa. E’ un’arbustiva a fioritura continua con fogliame elegante di colore verde brillante. Da maggio a novembre produce fiori profumati bianchi come il  ghiaccio, da cui deriva proprio il nome “ iceberg”.  E’ perfetta per creare siepi e bordure di grande effetto.  Bellissima anche la varietà rampicante creata nel 1968.

Rosa floribunda Marie Curie

Rosa floribunda Marie Curie

Una cultivar rifiorente di medie dimensioni, con grandi foglie lucide di colore verde intenso. Produce numerosi mazzetti di rose con sfumature di arancio- salmone e rosa-albicocca delicatamente speziate che sbocciano copiose in primavera e più rade in estate e in autunno.

Rose floribunda

Usi

Le Rose floribunda, per le loro dimensioni piccole e compatte, la forma generalmente arrotondata, la rifiorenza continua, la rusticità, la resistenza  e la vasta gamma di colori, vengono utilizzate per la realizzazione di bordure miste, di siepi colorate, per abbellire i balconi o le terrazze e in massa anche come piante di arredo verde urbano e di parchi pubblici.

Rose floribunda-usi

Curiosità

Il nome floribunda,  dal latino “molti fiori”, sta a indicare la copiosa fioritura e  un moderno gruppo di rose da giardino, nato nel corso del Novecento, dall’ibridazione tra la  Rosa chinensis e la Rosa multiflora o Rosa polyantha.

Galleria foto Rose