Ranuncolo D’Acqua – Ranunculus Lingua

Revisore:
Laura Bennet
  • Docente sc. biologiche
Autore:
Elisa Cardelli
  • Autore - Laurea in Semiotica

Il Ranuncolo d’Acqua, o Ranunculus Lingua, è una meravigliosa aggiunta al giardino d’acqua. Con le giuste cure e attenzioni, queste affascinanti piante acquatiche riempiranno l’ambiente con la loro bellezza delicata e le vibranti sfumature di colore. Sperimenta l’eleganza di questi fiori acquatici e lasciati incantare dalla loro splendida presenza nella natura.

Photo by Hans – Pixabay

Il mondo delle piante acquatiche è affascinante e variegato, e tra le gemme nascoste delle acque dolci, il Ranuncolo d’Acqua (conosciuto anche come Ranunculus Lingua) rappresenta una vera e propria meraviglia. Questo fiore acquatico, noto anche con il nome di Fior di Fiume, è apprezzato per la sua straordinaria bellezza e la sua capacità di trasformare stagni e laghetti in una scenografia da sogno. In questo articolo andremo dunque a comprendere di più tutti i dettagli sulla coltivazione del Ranuncolo d’Acqua, i suoi bisogni e il modo migliore per far sì che si esprima nella sua piena magnificenza.

Photo by Hans – Pixabay

Caratteristiche generali del Ranuncolo D’Acqua o Ranunculus Lingua

Photo by Hans – Pixabay

Il Ranuncolo d’Acqua, noto anche come Ranunculus Lingua, è una pianta acquatica originaria dell’Europa centrale e dell’Asia. Caratterizzata da foglie ovali che formano un piccolo cespo, radicate al suolo tramite stoloni, questa specie ha un aspetto davvero incantevole. Dalle sue foglie si innalzano alcuni steli lunghi e carnosi, scarsamente ramificati, che portano foglie ovali di un vivido colore verde.

Durante la primavera e l’estate, questa pianta produce fiori che sbocciano solitari all’estremità dei lunghi steli. Apprezzato per questi fiori con petali a forma di lingua di un colore che varia dal bianco al rosa e giallo, il Ranuncolo d’Acqua è molto elegante.

Oltre al suo innegabile impatto estetico, il ranuncolo d’acqua svolge un ruolo di grande importanza negli ecosistemi dei laghetti e degli stagni in cui si sviluppa. Infatti, appartiene al gruppo delle piante ossigenanti, poiché ha la capacità di mantenere l’acqua del suo habitat pulita e ben ossigenata. Grazie a questa preziosa capacità, contribuisce alla sopravvivenza di numerosi esseri viventi acquatici, come piccoli invertebrati, pesci e tartarughe.

Sebbene siano piante affascinanti, è importante notare che i Ranuncoli d’Acqua possono essere tossici se ingeriti. Pertanto, è essenziale tenere questi fiori lontani dalla portata dei bambini e degli animali domestici. Le piante pericolose e velenose per i bambini sono numerose ed è bene conoscerle.

Esposizione

Photo by Hans – Pixabay

Il Ranuncolo d’Acqua prospera preferibilmente in luoghi soleggiati, ma si adatta anche senza problemi alle aree parzialmente ombreggiate. Questa pianta è robusta al freddo ed è comune in molte parti dell’Europa in stato selvatico.

Se la si coltiva in piena terra, è meglio esporre il ranuncolo d’acqua ai raggi diretti del sole, mentre se viene piantato in un vaso o contenitore, è consigliabile posizionarlo in una zona ombreggiata. Questo perché, soprattutto durante l’estate con le temperature elevate, i raggi solari intensi possono sbiadire la vivace colorazione dei fiori.

Terreno

Photo by Hans – Pixabay

Si tratta di una pianta vigorosa con robusti stoloni e anche per questo generalmente non presenta problemi riguardo al terreno in cui cresce. Solitamente si trova lungo i bordi di stagni e laghetti poco profondi, dove la pianta è parzialmente sommersa. Non è raro inoltre che a volte anche le prime foglie siano sott’acqua.

Potrebbe interessarti Lenticchia d’acqua – Lemna minor

Il Ranuncolo d’Acqua predilige acque ferme e tranquille e dunque vanno evitati i luoghi con forti correnti.

Col passare del tempo, la pianta acquatica tende a formare ampie colonie, quindi se lo spazio è limitato, è consigliabile mantenere sotto controllo le sue dimensioni eliminando le piante in eccesso durante la primavera.

Irrigazione

Photo by Hans – Pixabay

Quanto all’annaffiatura, dal momento che si tratta di una pianta acquatica, non richiede irrigazioni particolari.

Questa specie sopporta bene le acque stagnanti, quindi se coltivata in contenitori, non è necessario cambiare periodicamente l’acqua al loro interno.

Malattie e parassiti

Photo by Hans – Pixabay

Il Ranunculus lingua, essendo una pianta acquatica, dimostra una notevole capacità di adattamento e resistenza. Tale caratteristica non è di certo peculiare dal momento che risulta essere comune a molte altre specie acquatiche. Grazie a questa resistenza, è generalmente immune da problematiche di natura patologica e non richiede particolari cure o attenzioni per prosperare.

La sua natura robusta gli permette di adattarsi in modo ottimale all’ambiente in cui viene coltivato. Tuttavia, in rari casi, potrebbe essere soggetto a infestazioni di afidi, noti anche come “pidocchi delle piante,” che possono colpire diverse specie vegetali.

Risulta dunque chiaro che chi decide di realizzare un giardino acquatico deve conoscere quelle che sono le cure necessarie per le piante che coltiva.

Moltiplicazione

Photo by Hans – Pixabay

Questa pianta acquatica si riproduce attraverso la divisione delle nuove piantine che non di rado si sviluppano lungo i lati delle piante più vecchie. Questo avviene grazie agli stoloni, che si estendono sottoterra, allargando così il cespo originario e dando origine a nuove piante.

Quando queste nuove piante raggiungono una dimensione adeguata, è possibile separarle dalla pianta madre e trapiantarle individualmente, seppellendole lungo i bordi dei laghi o stagni poco profondi. In questo modo, si favorisce la diffusione e la crescita autonoma delle nuove piantine di Ranunculus lingua.

Ranuncolo D’Acqua – Ranunculus Lingua: foto e immagini

Il Ranuncolo D’Acqua o Ranunculus Lingua è una pianta acquatica dall’aspetto davvero affascinante che merita senza alcun dubbio di essere conosciuta. Questa specie vegetale ha caratteristiche uniche che abbiamo esaminato nel dettaglio durante questo articolo. Nel caso abbiate ancora curiosità, vi suggeriamo di prendervi qualche momento per scorrere le foto raccolte nella nostra galleria immagini.