Lo stelo apicale delle orchidee

Clelia Ragosta
  • Dott. in Lingua e letteratura svedese

Le orchidee sono piante bellissime che amiamo tenere in casa. Ogni pianta di orchidea è a sè, sprigiona colori ed eleganza, ma si tratta anche di piante molto delicate. A tal proposito ti parliamo dello stelo apicale. Cos’è lo stelo apicale delle orchidee?

stelo-apicale-orchidea-4

Se sei amante delle orchidee ti sarà capitato di dover imparare tante nuove nozioni per la crescita di queste meravigliose piante floreali. In particolare, c’è un termine che forse non ti è nuovo e che indica una caratteristica dell’orchidea: lo stelo apicale. 

Lo stelo apicale è qualcosa che alle orchidee succede non di rado. Impariamo a capire di che si tratta, a riconoscerlo anche a capire come trattarlo per avere sempre orchidee nel loro massimo splendore e in piena salute.

stelo-apicale-orchidea-6

Lo stelo apicale: cos’è

Forse avrai notato che talvolta al centro delle orchidee, nella parte alta, cresce uno stelo anomalo, diverso da tutti gli altri. Questo è detto stelo apicale. Si tratta quindi di uno stelo che si posiziona al centro della corona di fiori e foglie dell’orchidea e che ostacola la crescita di futuri steli e della pianta in generale. Anche le foglie nuove sono ostacolate dallo stelo apicale. In linea di massima, quando lo stelo apicale sopraggiunge sulla tua orchidee, questo significa che la pianta è arrivata alla fine del suo ciclo vitale. Tuttavia, non è detto che l’orchidea sia destinata a morire subito ma si può intervenire.

Lo stelo apicale, in genere, appare sulle orchidee phalaenopsis ed è conosciuto anche come stelo terminale, proprio perché sancisce il termine della vita della tua pianta.

Come si distingue lo stelo apicale delle orchidee

stelo-apicale-orchidea-5

Non è facile prendersi cura delle orchidee, soprattutto per chi non ha un pollice verde molto spiccato. Per capire se la tua pianta ha sviluppato lo stelo apicale o terminale puoi notare alcuni parametri:

  • Lo stelo apicale cresce in cima, nel punto più alto
  • Lo stelo apicale potrebbe crescere insieme ad una piccola foglia nuova
  • Lo stelo apicale parte dal centro delle foglie della pianta, alla sua base
  • Lo stelo avrà una leggera differenza di colore rispetto alle foglie e agli altri steli
  • Sulla punta lo stelo ha una cuffietta simile a un rigonfiamento

Se individui uno o tutti questi parametri allora sicuramente sei di fronte allo stelo apicale ed è necessario intervenire poiché, come abbiamo detto, questo è l’indizio per cui la pianta non potrà più continuare il suo ciclo di vita.

Da questo momento in poi la pianta non produrrà più nuove foglie, è di conseguenza nemmeno fiori. Tuttavia, la pianta non è destinata a morire nell’immediato e puoi intervenire. Vediamo come come.

Cosa fare se l’orchidea ha lo stelo apicale

stelo-apicale-orchidea-3

Ti sveliamo che la tua orchidea può sorprenderti e tornare a nuova vita, anche dopo che sia spuntato lo stelo apicale. Infatti, proprio in questa fase l’orchidea fa spazio a nuove sorprese. Quando vedi comparire lo stelo apicale continua a prenderti cura dell’orchidea in maniera usuale.

Continua, quindi, a fertilizzare e irrorare la piante come di solito. Ad un certo punto lo stelo apicale tenderà a seccarsi ed in quel momento potrai tagliarlo via. Una volta secco recidi lo stelo apicale con uno strumento adatto e pulito.

Da questo momento noterai che la tua orchidea ha dato vita a quelle che sono dette keiki, cioè le nuove foglie, e piccole orchidee figlie che iniziano a intravedersi alla base della pianta madre.

Dalle keiki vedrai nascere nuove e rigogliose orchidee. 

È molto importante sapere che da questo momento la tua orchidea è in una fase di riproduzione delicata. I keiki, le orchidee figlie, possono rimanere attorno alla pianta madre, alla sua base, per circa otto mesi. Dopo questo arco di tempo, i keiki avranno sviluppato il loro apparato di radici e anche il fogliame e potranno essere separate dalla madre, per essere poi rinvasate e dare vita a nuove splendide piante.

Attenzione, perchè in alcuni casi i keiki, le piccole e nuove piantine, potrebbero nascere anche sullo stelo della pianta.

Qualunque sia la posizione delle nuove piante di orchidea, dette keiki, ricorda di usare il solito fertilizzante, di innaffiare la pianta una volta la settimana con un sistema di immersione e di proteggerle dagli sbalzi termici, evitando il troppo freddo o il troppo caldo, ma garantendo alla pianta stessa una buona fonte di luce quotidiana.

Lo stelo apicale, quindi, rappresenta una fase di rinascita per la tua orchidea. Tuttavia, anche se dal momento in cui lo tagli la pianta continuerà a vivere ancora per alcuni anni, la pianta non si riproduce più e morirà in un tempo che varia da uno a due anni.

Intanto hai dato vita a nuove e rigogliose orchidee.

Cos’è lo stelo apicale dell’orchidea: foto e immagini

Lo stelo apicale o terminale dell’orchidea è uno dei problemi tipici della pianta, ma da cui nasce un nuovo ciclo vitale della pianta stessa. Ecco alcune immagini di splendide orchidee.