Fumaggine – parassita delle piante


Cos’è la fumaggine delle piante? Come si manifesta? Quali sono i danni causati da questa malattia fungina e quali sono i rimedi naturali per prevenire e curare la fumaggine?

fumaggine


Fumaggine

La fumaggine è una malattie fungina che colpisce molte piante da fiore e da frutto che si manifesta formando uno visibile strato polverulento sulle foglie e sui frutti.

Esistono diverse specie di fumaggine: Alternaria, Antennariella, Aureobasidium, Capnodium, Cladosporium, Torula, ecc.

fumaggine-danni

Quasi sempre questa malattia è causata da funghi saprofiti che si nutrono di melata, una secrezione zuccherina che fuoriesce dai vasi linfatici della pianta quando foglie e teneri germogli subiscono gli attacchi degli afidi, delle cocciniglie, del ragnetto rosso e dei pidocchi che si nutrono della linfa delle piante.

spine limone e cocciniglia

Danni causati dalla fumaggine

E’ molto semplice riconoscere gli attacchi di fumaggine perché sono caratterizzati da uno strato polveroso nerastro, molto simile alla fuliggine del camino, depositato sul fogliame e sui germogli degli esemplari colpiti.

La pianta infestata perde vigore, bellezza e deperisce via via che l’infestazione si estende.

fumaggine-fungo-parassita-piante

La patina nerastra, simile alla fuliggine del camino, che ricopre le foglie impedisce la normale traspirazione fogliare, rallenta fortemente la fotosintesi clorofilliana e quando l’attacco è grave ed esteso può portare anche alla morte della pianta per asfissia.

Nelle piante da fiore e da frutto si assiste ad una diminuzione dell’attività produttiva.

fumaggine-limone

Piante che vengono attaccate dalla fumaggine

Molte piante vengono attaccate da questa malattia, soprattutto gli arbusti ornamentali come oleandri, alloro, pitosforo, rincospermum, alcune piante da frutto e in particolare gli agrumi: pompelmo, limone, arancio, le piccole foglie del mandarino e anche quelle del Kumquat  o mandarino cinese.. Non sono esenti dall’attacco di questa malattia l’olivo e le foglie espanse della vite vinifera e le foglie della vite canadese o vite americana.

melata

Fumaggine e fattori predisponenti

Le infestazioni di fumaggini vengono agevolate dalla forte umidità ambientale,dalla scarsa aerazione,  dalle alte temperature estive e soprattutto dal ristagno della rugiada e dell’acqua sul fogliame. Il ristagno dell’acqua sulle foglie favorisce la dissoluzione delle sostanze zuccherine che agevolano l’attecchimento del fungo. Talvolta la fumaggine si manifesta anche in aree caratterizzate da climi molto secchi.

Trattamenti preventivi e rimedi naturali contro la fumaggine

Per difendere le piante dall’attacco della fumaggine bisogna trattarle a scopo preventivo con prodotti specifici a base di rame.

Se la pianta è già stata infestata si lava con una soluzione acquosa di sapone di Marsiglia e poi si risciacqua abbondantemente con acqua a temperatura ambiente. Le foglie più infette e facili da raggiungere possono essere strofinate anche mediante l’utilizzo di stracci morbidi.

Un ottimo rimedio biologico consiste nel nebulizzare la chioma delle piante infette con un macerato di ortica o di equiseto facili da preparare al momento e tra l’altro non inquinanti e che non nocivi per le api e per gli altri insetti pronubi.

Un altro rimedio per prevenire la fumaggine consiste nel rimuovere, quando è possibile, manualmente, eventuali afidi e cocciniglie. Se la rimozione meccanica di questi parassiti animali non è agevole l’unico modo è combatterli con prodotti specifici.

Galleria foto Fumaggine

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News
Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

  • Alfredo - - Rispondi

    ho un oleandro che è stato colpito dalla fumaggine,ho letto le vostre spiegazioni riguardo a questa malattia, ma volevo sapere quale prodotto specifico che devo prendere per combatterla

    • LauraB - - Rispondi

      Ciao. La fumaggine, comparsa sulle foglie dell'oleandro è di natura fungina ma secondaria, in quanto conseguenza dell’infestazione da parte di afidi, sulla melata dei quali essa si sviluppa: controllando gli uni, si controlla l’altra. In presenza di fumaggine, trattare l'oleandro nelle ore meno calde della giornata con prodotti rameici contro gli afidi e prodotti tensioattivi tiosolfonati, per il lavaggio del fogliame.
      Saluti

  • maddalena - - Rispondi

    Salve, ho acquistato da poco una villetta, il giardino è infestato da alberi di pitosforo, la casa e rimasta disabitata per diversi anni e perciò le piante si sono evolute in altezza e in larghezza in maniera orrenda, volendo fare una siepe di gelsomino, come posso liberarmi dei pitosfori?

    • Francesco - - Rispondi

      Se vuoi liberarti dei pitosfori li tagli molto bassi, quasi a livello terreno e con pala e piccone liberi il ceppo così da eliminare le radici. Puoi anche provare con il diserbante ma personalmente preferisco evitare l’utilizzo di tale prodotto.

  • Franco Sabato - - Rispondi

    Mi piace questo sito

  • Anna Di Leo - - Rispondi

    Il mio gelsomino, del tipo comune, penso abbia questa malattia. E’ una pianta ancora piccola, come curarla? Forse devo bonificare il vaso in cui sta e il muro verso cui lo faccio arrampicare?

Lascia una risposta