Antiparassitari per orto

Revisore:
Laura Bennet
  • Docente sc. biologiche
Autore:
Rita Paola Maietta
  • Giornalista Pubblicista

Le colture ortive possono essere attaccate da malattie e parassiti. Vediamo quali sono gli antiparassitari più efficaci per l’orto, anche biologici, e quando si effettuano i trattamenti.

antiparassitari orto
Antiparassitari

Funghi, parassiti sia animali che vegetali, potrebbero compromettere la crescita, lo sviluppo e la fruttificazione delle piante del tuo orto. Per fortuna, esistono delle misure preventive che possono essere messe in campo per evitare che gli ortaggi e le verdure vengano compromessi e quindi non edibili o vendibili.

Per evitare gli attacchi, si dovrebbero effettuare dei trattamenti preventivi che dovrebbero essere condotti regolarmente, con cadenza periodica.

Gli antiparassitari da dover somministrare alle piante, però, potrebbero avere degli effetti collaterali sulle piante che poi ingeriamo e, di conseguenza, avere effetti anche sulla nostra salute

. Per fortuna, esistono anche degli antiparassitari e delle strategie naturali per evitare l’uso di prodotti chimici. Di seguito ne approfondiremo qualcuno, più o meno naturale.

Antiparassitari naturali
Antiparassitari naturali

Antiparassitari per l’orto: poltiglia bordolese

poltiglia bordolese
poltiglia bordolese

La base della poltiglia bordolese è il solfato di rame unitamente alla calce idrata ovvero spenta. Entrambi i composti devono essere diluiti in acqua e possono essere adoperate nell’orto per prevenire le malattie generate da funghi ma anche per curarle.

Leggi anche Orto parassiti

L’acidità della poltiglia, con una persistenza bassa del solfato di rame, viene bilanciata creando un’azione prolungata.

Dato che si tratta di un composto naturale, la poltiglia brodolese può essere utilizzata anche nel caso di coltivazioni biologiche. Essa è venduta bell’e pronta ma può essere anche fatta in casa, risparmiando diversi soldi.

Le tipologie sono diverse e si distinguono in standard, neutra e basica e ognuna può essere adoperata in base a ciò di cui si ha bisogno. La più usata è sicuramente la versione standard. Quella neutra presenta una maggiore quantità di calce e, essendo meno potente, viene usata soprattutto a scopo preventivo.

Se piove tanto, invece, si consiglia l’uso della versione basica che ha più calce idrata e, dunque, può rimanere sulla pianta anche in caso di pioggia.

Antiparassitari per l’orto: sapone di Marsiglia

antiparassitari sapone di Marsiglia
antiparassitari sapone di Marsiglia

Un altro rimedio completamente atossico è costituito dal sapone di Marsiglia che dovrebbe essere lavorato in modo da creare una soluzione saponosa pura. Rispetto alla soluzione precedente, però, si presenta meno utile sulle muffe ma è un ottimo repellente per gli insetti come afidi e cocciniglie.

Il sapone da adoperare può essere sia liquido che solido, l’importante è che sia naturale, senza profumo o altre sostanze chimiche.

La dose consigliata è di 10/20 grammi da sciogliere in un litro di acqua, meglio se tiepida. La soluzione ottenuta andrebbe nebulizzata sulle piante che hanno subito l’infestazione, meglio quando fa più caldo, dunque nelle ore centrali della giornata.

Antiparassitari per l’orto a base di Propoli

Parassiti afidi
Parassiti afidi

Le soluzioni a base di propoli sembrerebbero essere particolarmente efficaci per contrastare la peronospora, che può attaccare pomodori e patate, ma anche sugli afidi che attaccano, soprattutto, fagioli, fagiolini, cavoli, verze e così via. In questo modo, i danni dei pesticidi chimici sarebbero annullati.

Il propoli può proteggere gli alberi da frutto del tuo orto da malattie come oidio, bolla del pesco ma anche ticchiolatura e colpo di fuoco batterico. Se utilizzato sugli ortaggi, il propoli può stimolare la resistenza ad afidi di alcune tipologie, batteri e funghi quali Botrytis e Fusarium oltre che a varie peronospore.

Ogni caso, naturalmente, è a se e bisogna valutare se il propoli può rappresentare una protezione più o meno sufficiente per le proprie piante; inoltre, dipende anche dalle stagioni in cui ci si trova. L’uso del propoli può comunque scongiurare i trattamenti con il rame.

Se aggiunto ad acqua ed alcol, il propoli può essere utilizzato per prevenire i deperimenti di magazzino della frutta dopo che è stata raccolta.

La sua azione, infatti, è quella di fitostimolante, rafforzando le piante. Può proteggere anche dalle avversità e stimolare la crescita delle gemme. Quando le piante da frutto sono in prossimità di fioritura, può attirare gli insetti impollinatori migliorando la produzione futura e quindi l’impollinazione.

In generale, l’effetto di antiparassitario del propoli è molto ad ampio spettro e quindi, può essere efficace per tutti i vegetali che crescono nell’orto, tra cui anche l’ulivo.

Antiparassitari per l’orto: trappole a base di feromoni

Antiparassitari feromoni
Antiparassitari feromoni

In aggiunta ai metodi elencati sopra, si possono adoperare anche degli antiparassitari che sfruttano il potere dei feromoni.

Le trappole sono costituite da una superficie vischiosa in grado di attirare e catturare gli insetti parassiti. Lo svantaggio di queste trappole è che devono essere cambiate a cadenza periodica, anche perché, non solo perdono la loro efficacia ma anche perché gli insetti depositano i loro residui.

Periodo dei trattamenti

Periodo trattamenti antiparassitari
Periodo trattamenti antiparassitari

Gli antiparassitari dovrebbero essere dati alle colture dell’orto circa due o tre volte durante la coltivazione, quindi almeno ogni quindici giorni. Sarebbe preferibile evitare le giornate di vento. Se dovesse piovere, inoltre, il trattamento dovrebbe essere ripetuto.

Se irrorati con tali sostanze antiparassitarie, gli ortaggi dovrebbero essere raccolti entro una ventina di giorni. Attenzione ad irrorare gli ortaggi con gli antiparassitari in orari specifici.

Alcuni, infatti, dovrebbero essere applicati quando cala il sole. In questo modo, si evita di attirare gli antagonisti dei parassiti.

Parassiti e malattie che attaccano le colture ortive- video utili

Antiparassitari per orto: foto e immagini

Ora che conosci meglio gli antiparassitari naturali per il tuo orto, non ti resta che scegliere quello migliore per te. Prima, però, se hai trovato utile questo articolo, condividilo con un amico a cui potrebbe essere utile. Buon lavoro.