Margherita delle Canarie – Argyranthemum frutescens


Argyranthemum frutescens - Margherita

La margherita delle Canarie è una pianta ornamentale simile alla margherita comune facile da coltivare sia in vaso sia in piena terra.

Margherita-Argyranthemum


Caratteristiche generali Argyranthemum frutescens – Margherita delle Canarie

L’ Argyranthemum frutescens o margherita delle Canarie è una pianta ornamentale erbacea della famiglia delle Asteraceae o Compositae proveniente dalle isole Canarie.
La pianta conosciuta anche come crisantemo delle Canarie, è provvista di un robusto apparato radicale dal quale si  origina una parte aerea abbondantemente ramificata. La pianta, in breve tempo tende a formare folti cespugli larghi più di 60 cm e alti circa 1 metro.

Margherita-delle-Canarie

Gli steli, semilegnosi alla base ed erbacei nella parte terminale sono ricoperti da numerose foglie verdi profondamente incise.

fiori-Margherita-Canarie

Dalla folta chioma durante tutto il periodo della fioritura fanno capolino dei fiori grandi e decorativi di colore bianco, giallo e rosa, provvisti di una vistosa corolla composta da lunghi petali ligulati.

Margherita-Canarie-fiori

Fioritura: fiorisce copiosamente per tutto l’anno soprattutto nelle zone con clima mite.

Margherite-Canarie-coltivazione

Coltivazione della Margherita delle Canarie

Esposizione: ama i luoghi luminosi, soleggiati e caldi.

Terreno: predilige il terreno sciolto, ricco di sostanza organica e con pH leggermente acido.

Annaffiature: è una pianta che va annaffiata in modo regolare ma non ama le acque ricche di calcare e pertanto è consigliabile annaffiarla con l’acqua piovana o con acqua del rubinetto lasciata decantare almeno 12 ore prima dell’utilizzo.

Concime-granulare
Concimazione: ogni 2 – 3 mesi somministrare alla base del cespuglio del concime granulare ricco in azoto (N), fosforo (P) e potassio (K).

Margherita- Argyranthemum-moltiplicazione

Moltiplicazione della Margherita delle Canarie

Come la margherita comune anche questa varietà si propaga per seme e per talea di ramo.

Rinvaso-piante

Rinvaso della margherita delle Canarie

Quando le radici fuoriescono dai fori di drenaggio dell’acqua di scolo, la pianta va trasferita in un vaso più grande con tutto il suo pane di terra. Il terriccio utilizzato per il rinvaso deve essere soffice e fertile.

Margherita-potatura

Potatura o cimatura

Si potano alla base i rami secchi e quelli danneggiati dal freddo si cimano quelli più lunghi per favorire l’infoltimento. I rametti possono essere utilizzate come talee.

margherita-Canarie-parassiti

Parassiti e malattie della margherita delle Canarie

L’ Argyranthemum frutescens teme il mal bianco oidio che si manifesta con depositi di polvere biancastra su steli, foglie e boccioli.

Soffre l’attacco degli afidi.

Margherita- L' Argyranthemum frutescens-cure

Cure e trattamenti

Le piante allevate in vaso vanno riparate in luoghi luminosi mentre per quelle coltivate in piena terra è sufficiente effettuare una leggera pacciamatura di paglia.

Per combattere le malattie fungine e i parassiti trattare la pianta con prodotti specifici o con antiparassitario al piretro.

margherita-Canarie-cure

Eliminare  man mano i fiori appassiti per favorire l’emissione di quelli nuovi.

Galleria foto Margherita

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta