Mais- zea mays

Revisore:
Laura Bennet
  • Docente sc. biologiche
Autore:
Elisa Cardelli
  • Autore - Laurea in Semiotica

Il mais – conosciuto anche come zea mays – è un cereale molto apprezzato in tutto il mondo e viene coltivato soprattutto nelle aree temperate e tropicali. Questa pianta si può comunque coltivare anche nell’orto di casa se si conoscono tutte le sue necessità: impariamo a conoscere il mais nel dettaglio!

mais- zea mays-02
Photo by naturgucker.de / enjoynature.net – Flickr

Il mais – conosciuto anche come zea mays – è una pianta graminacea annuale che arriva dal Messico. Questa pianta produce delle pannocchie commestibili molto conosciute e apprezzate in ogni zona del mondo. La sua coltivazione in campo non è complessa: scopriamo come ottenere ottimi risultati.

mais- zea mays-03
Photo by Eduard Bürge – Flickr

Caratteristiche generali del mais

mais- zea mays-01
Photo by Werner B. – Flickr

Il mais è una graminacea annuale con uno stelo unico dal colore verde acceso che è conosciuto come “stocco” e appare robusto arrivando perfino a 3 m di altezza. Le radici della pianta sono a fascicolato e appaiono anche sulla superficie del terreno come “radici aeree” che hanno lo scopo di ancorarla al meglio.

Questa specie vegetale è una pianta monoica, ossia sviluppa sia fiori femminili che fiori maschili separati sulla medesima pianta. Sulla cima della pianta si sviluppa l’infiorescenza maschile che appare come un pennacchio e che botanicamente è ritenuta la vera pannocchia. In basso, invece, proprio nell’ascella delle foglie, si va a sviluppare l’infiorescenza femminile che botanicamente è una spiga anche se in genere viene chiamata pannocchia.

Coltivazione

Mais-, Zea
Photo by Hans – Pixabay

Il mais è una pianta che si coltiva senza grandi problemi anche se ha delle necessità specifiche che vanno soddisfatte per riuscire a farlo crescere al meglio. Perfetto da coltivare in campo, in questo articolo abbiamo spiegato nel dettaglio tutto quello che c’è da sapere.

Esposizione

Mais-, Zea
Photo by stux – Pixabay

Questa pianta va sistemata in zone dove può ricevere molta luce diretta del sole in quanto ha bisogno di temperature abbastanza elevate per riuscire a svilupparsi al meglio. In genere, il mais si sviluppa al meglio tra i 10°C e i 45°C, ma ha problemi a sopportare temperature più basse o più elevate.

Terreno

Mais-, Zea
Photo by jhenning – Pixabay

Il terreno ideale per il masi dovrebbe essere un substrato omogeneo che si riesca a riscaldare facilmente e che trattenga anche riserve d’acqua. Ovviamente, è importante che il terreno risulti essere molto drenante in maniera tale da evitare i ristagni idrici.

Irrigazione

Mais-, Zea
Photo by stux – Pixabay

Il mais ha bisogno di molta acqua durante il periodo di crescita e dunque è chiaro che le irrigazioni devono essere frequenti. Proprio per via della sua grande necessità di acqua, si tratta di una specie vegetale che soffre molto la siccità.

Potrebbe interessarti Torsoli di mais per camino

Per irrigare il mais suggeriamo di utilizzare un impianto a goccia che permette di soddisfare il suo fabbisogno idrico nel migliore dei modi.

Potatura

Mais-, Zea
Photo by Hans – Pixabay

La potatura è importante per migliorare la produzione della pianta: consigliamo di rimuovere i getti secondari che partono dalla base della pianta lasciando dunque solo il fusto principale. Questa soluzione è molto importante dal momento che consente di concentrare le sostanze nutritive per la produzione di pannocchie.

Concimazione

Mais-, Zea
Photo by manfredrichter – Pixabay

Prima di procedere con la semina, è necessario procedere con la concimazione del terreno utilizzando una quantità elevata di fertilizzante a base di azoto a cessione graduale. Questa fertilizzazione è di estrema importanza e non va mai dimenticata se si vuole permettere alla pianta di crescere al meglio.

Durante la semina suggeriamo di usare del concime a base di fosfato e zinco allo scopo di rendere più rapida la crescita delle piante di mais.

Rinvaso

Mais-, Zea
Photo by WhiskerFlowers – Pixabay

La zea mays viene coltivata in piena terra e dunque non è necessario procedere con il rinvaso.

Malattie e parassiti

Mais-, Zea
Photo by stux – Pixabay

Le piante di mais spesso vengono attaccate da funghi che causano il marciume del fusto e da fusariosi causata da Fusarium moniliforme. Proprio per evitare che queste malattie causino dei danni molto grandi alle piante, suggeriamo di fare riferimento alla nostra guida sulle malattie fungine delle piante per imparare a conoscerle meglio e sapere come comportarsi.

Il mais a volte viene anche attaccato da insetti quali Piralide e Diabrotica, un lepidottero che appartiene alla famiglia delle Crambidae che si può combattere in modo efficace usando dei preparati specifici a base di Bacillus thuringiensis.

Moltiplicazione

Mais-, Zea
Photo by Couleur – Pixabay

La moltiplicazione del mais avviene tramite semina e va eseguita verso la metà di aprile. I semi vanno seminati a circa 2 cm di profondità direttamente in campo in modo tale che possano dare vita alle piante che dovrebbero distare l’una dall’altra circa 45 cm. Il suggerimento che vi diamo è quello di seminare in blocco perché in tal modo le piante tendono a crescere meglio rispetto a quando si semina in singole file.

Ad ogni modo, per non commettere errori, consigliamo di fare riferimento alla guida sulla semina.

Mais- zea mays: foto e immagini

Ora che abbiamo imparato a conoscere tutto sul mais, possiamo prenderci ancora qualche momento per scorrere la galleria immagini che abbiamo realizzato qui di seguito.