Lavori di Settembre Giardino

Revisore:
Laura Bennet
  • Docente sc. biologiche
Autore:
Tiziana Morganti
  • Dott. Storia Moderna

Seminare, raccogliere, mantenere, pulire e potare. Molte sono le azioni necessarie da svolgere alla fine dell’estate per rivitalizzare il proprio giardino. Guardiamole nel dettaglio senza farci prendere da inutili pigrizie. La ricompensa di tanto lavoro verrà riscossa durante la prossima primavera.

giardino-settembre-1

Seconda una frase ben nota sembrerebbe che ormai non ci siano più le mezze stagioni. Una mezza verità che, se si adatta alla perfezione alle temperature e al conseguente adattamento del guardaroba. Per quanto riguarda altri ambiti, però, non risulta altrettanto realistica. Quando si possiede uno spazio aperto e, in modo particolare, un giardino ben curato seguire il susseguirsi delle stagioni rappresenta un obbligo. Sempre che si vogliano ottenere dei risultati effettivi.

In sostanza, questo si traduce nella necessità di effettuare determinate attività con una cadenza ben precisa, seguendo il calendario e il sopraggiungere della stagione calda, come di quella più fredda. Ormai è noto a tutti che, ad esempio, esiste un periodo preciso per piantare nuovi alberi o bulbi. Ed altrettanto si può dire per altre attività come la potatura, la falciatura del prato, la pulizia e la messa a dimora. Questi sono solo alcuni dei tanti lavori che riempiono le giornate di appassionati giardinieri, anche se in erba e del tutto amatoriali.

Considerato tutto questo e la stagione autunnale che sta per arrivare, nonostante le temperature in molte zone d’Italia parlino ancora d’estate, è necessario porre l’attenzione sui lavori da svolgere nel giardino proprio nel mese di settembre. Per alcuni si tratta di uno dei periodi migliori, soprattutto per il calore meno pressante ma sarà così anche per le piante?

Proviamo a  rispondere a questa domanda mettendo in evidenza quelle che sono le attività che proprio non possono essere posticipate. Ricordiamo, infatti, che è fondamentale preparare il giardino e gli elementi che lo compongono per affrontare l’inverno ed il periodo di riposo vegetativo in attesa di una nuova e rigogliosa primavera.

1. Pulizia e riordino

giardino-settembre-3

Si sa che, prima di rinnovare qualsiasi spazio, è necessario procedere ad una sorta di polizia e riordino andando ad eliminare il superfluo. Bene, questo vale anche per il giardino. Ma quali sono le attività di riorganizzazione? Prima di tutto è fondamentale continuare ad innaffiare e concimare non dimenticando, però, di controllare da vicino l’eventuale crescita di piante infestanti. Non tutti sanno, infatti, che è proprio nel mese di settembre che iniziano a produrre i loro semi.

Oltre a questo è bene considerare la salute delle proprie piante e il loro ciclo vegetativo. In sostanza vuol dire andare ad eliminare le piante che sono uscite troppo sofferenti dalla lunga estate e quelle annuali. Ricordate, però, di raccogliere e conservare le sementi. In questo modo, infatti, è possibile ripiantarle all’arrivo della buona stagione.

Un altro elemento su cui è necessario agire all’inizio dell’autunno è il prato. In questo caso si consiglia di concimarlo nuovamente per dargli nuova forza dopo i mesi estivi particolarmente provanti. In alcuni casi, poi, si potrebbe preparare anche un nuovo manto erboso per rendere il prato già sufficientemente forte con l’arrivo del freddo.

Il mese di settembre, però, è anche il periodo perfetto per mettere a dimora nuove piante e a praticare la divisione di alcune specie perenni. In sostanza, dunque, è fondamentale agire con decisione per porre le basi di un futuro rigoglioso giardino primaverile.

2. La semina

giardino-settembre-4

Abbiamo già accennato al fatto che l’inizio dell’autunno sia il periodo perfetto per mettere a dimora alcune tipologie di piante come, ad esempio, la bocca di leone, margheritina, il non ti scordar di me e la viola del pensiero. Ma, ancora più importante, è il mmento in cui si possono ricavare dei preziosi semi proprio dalle piante già presenti. In questo caso, prima di procedere, è sempre meglio informarsi attentamente sulle caratteristiche delle sementi che si andranno a raccogliere.

In modo particolare ci si riferisce al tempo di conservazione che varia a seconda della tipologia e, soprattutto, incide notevolmente sulla capacità di attecchire successivamente. Alcune sementi, infatti, mantengono il loro livello di fertilità solo per un breve tempo, mentre altre hanno una conservazione ampia, capace di resistere anche per anni a venire.

Attenzione, però, per far in modo che i semi raccolti siano ancora efficaci la primavera successiva è fondamentale conservarli nel modo più appropriato. Il che vuol dire essiccarli al sole e poi spolverizzarli con del fungicida. In questo modo si agisce in modo netto contro la formazione del nemico numero uno: la muffa.

3. La potatura

giardino-settembre-7
Forbici per giardinaggio

Altro obbligo necessario da adempiere durante il mese di settembre è, senza alcun dubbio, la potatura. Si tratta di un’azione fondamentale per permettere alle piante del proprio giardino di non sprecare inutilmente l’energia, preparando per la successiva gemmazione primaverile. In questo inizio di autunno, però, è consigliato non intervenire in modo drastico. Per quello è bene attendere il mese di novembre.

Piuttosto si consiglia di provvedere ad una sorta di prima pulizia, andando ad eliminare i rami secchi o quelli con dei fiori evidentemente appassiti. Importante, comunque, è ricordarsi sempre di coprire con del mastice fungicida le superfici tagliate. In questo modo si protegge la pianta e si evita che la potatura rappresenti un periodo di stress eccessivo.

Lavori di settembre nel giardino: foto e immagini

Se avete un giardino il mese di settembre rappresenta un momento in cui rimboccarsi le maniche e prepararlo al prossimo inverno se non, addirittura, alla primavera successiva. Per capire cosa fare lasciatevi ispirare dalle foto in galleria.