Ghiaia o pavimentazione per il vialetto in giardino

Nicola Spisso
  • Autore specializzato in architettura e design d'interni

Ghiaia o pavimentazione per il vialetto in giardino

Ghiaia o pavimentazione: cosa scegliere per il vialetto in giardino? Vanno bene entrambi, solo che la ghiaia ha sicuramente i suoi vantaggi e, oltre tutto, è molto più romantica, non fosse altro per il rumore che accompagna chi vi passeggia. I vantaggi della ghiaia, a parte il rumore fascinoso, sono rappresentati da una migliore gestione dell’acqua piovana, della quale potranno godere ancor di più le piante, visto che verrà assorbita lentamente, senza rischi di dilavamento

Il vialetto, o lo spazio più grande da sistemare a ghiaia, ha comunque bisogno di una certa preparazione, in modo da assicurare un buon risultato. Innanzi tutto, nelle zone che lambiscono il prato, bisogna provvedere ad un cordolo, appena più alto di qualche centimetro, in modo da evitare che la ghiaia possa andare a finire sul tappeto erboso col rischio di venire sparata ovunque dalla falciatrice. Inoltre, è necessario procedere ad un diserbo efficace per evitare di danneggiare le essenze  o piante aromatiche vicine, va fatto a mano con molta attenzione.

Ghiaia o pavimentazione per il vialetto in giardino

Eventuali ciuffi d’erba che dovessero fuoriuscire successivamente dalla ghiaia, potranno essere eliminati con un diserbante ecologico, che non danneggerà le altre piante.

Una volta eliminate tutte le erbacce, radici comprese, si potrà procedere con il primo strato che sarà formato da pietre frantumate e pietrame grossolano per uno spessore di circa 10 cm. Questo andrà pressato con attenzione più volte, possibilmente con l’aiuto di un apparecchio vibrante che di norma è possibile noleggiare presso un rivenditore di pietrame.

Ghiaia o pavimentazione per il vialetto in giardino

Distribuire quindi uno strato di ghiaia più fine, del diametro massimo di 50 mm, per uno spessore di altri 5 cm. Pressare e rullare sempre dopo ogni strato aggiunto. Aggiungere uno strato di ghiaia finissima mista ad argilla, rullare con il rullo e bagnare abbondantemente e, infine, aggiungere l’ultimo strato formato da ghiaia di 2.5 mm di diametro, per uno spessore di 12 cm. Dopo l’ultima generale rullata, si potrà ammirare soddisfatti il proprio lavoro.