Araucaria araucana coltivazione


Aracauria-araucana-foglie


L’Araucaria auracana è una splendida conifera coltivata a scopo ornamentale nei giardini, nei parchi pubblici e anche in vaso come pianta d’appartamento.

Araucaria.araucana-corteccia


Caratteristiche generali Araucaria auracna – Pino del Cile

Il genere Araucaria, famiglia delle Pinaceae o meglio delle Araucariaceae, comprende diverse specie di conifere provenienti dall’Argentina, dal Cile e dall’Oceania.

Le più coltivate alle nostre latitudini sono: l’Auracaria araucana e l’Auracaria Heterophylla.

L’Araucaria araucana nota anche come Pino del Cile è una pianta sempreverde che si presenta con un portamento diverso a seconda dell’età: da giovane ha la forma conica tipica delle Conifere mentre da adulta tende ad assumere una forma espansa del Pino marittimo in quanto perde i rami basali.


Leggi anche: Araucaria heterophylla – Pino di Norfolk

Araucaria-rami

La pianta è composta da varie ramificazioni verticillate ricoperte da una corteccia di color grigio scuro-marrone con evidenti creste orizzontali. I rami portano foglie ovate – triangolari con punta acuminata. Le foglie, coriacee e di color verde, persistono sui rami per più di 10 anni.

araucaria-araucana-cono

I frutti sono coni femminili e maschili. I coni femminili, molto grandi e con forma ovoidale o globosa, racchiudono nel loro interno circa 200 semi. I coni maschili, molto più piccoli, hanno invece forma cilindrica.

araucaria-coni

I semi, simili a pinoli o a mandorle, sono commestibili.

Aracauria-araucana-semi


Potrebbe interessarti: Pino marittimo coltivazione

Coltivazione Araucaria araucana

Esposizione: ama i luoghi luminosi e soleggiati.

Terreno: anche se si adatta a qualunque tipo di terreno predilige quello ricco di sostanza organica, sciolto, ben drenato e a pH leggermente acido.

Annaffiature: la pianta coltivata in piena terra si accontenta dell’acqua piovana ma nei periodi di prolungata siccità va annaffiata regolarmente quando il terreno è asciutto da diversi giorni. L’Araucaria allevata in vaso va annaffiata spesso in estate e poco durante il periodo invernale.

Concime-granulare

Concimazione: nel periodo prima – estate somministrare del concime bilanciato in azoto (N), fosforo (P) e potassio (K).

Il concime liquido va somministrato ogni 15 – 20 giorni opportunamente diluito nell’acqua delle annaffiature.

Quello granulare, invece, va somministrato alla base della pianta ogni 2 – 3 mesi  e per favorire la crescita della pianta deve essere arricchito anche di microelementi quali il ferro (Fe), il manganese (Mn), il rame (Cu), lo zinco (Zn), il boro (B), il molibdeno (Mo), il magnesio (Mg) .

Araucaria_araucana-moltiplicazione

Moltiplicazione Araucaria

La pianta si propaga per seme. I semi si mettono a germinare a fine inverno in un vaso contenente un miscuglio di torba e sabbia grossolana.

Il substrato di semina va mantenuto sempre umido fino alla comparsa delle piantine, 1 – 2 mesi circa se la temperatura si aggira intorno ai 15°C. Le nuove piante vanno allevate in vaso per almeno 2 anni prima della messa a dimora.

Araucaria-araucana-rinvaso

Rinvaso Araucaria auracana

La pianta allevata in appartamento va rinvasata ogni 2-3 anni, all’inizio della primavera fino a quando tale operazione non diventa praticamente impossibile per le dimensioni raggiunte.

Se la pianta è troppo grande è sufficiente sostituire solo lo strato superficiale del terreno utilizzando un nuovo substrato fresco e fertile.

araucaria-araucana-albero

Potatura Araucaria

Generalmente non va potata ma  in quanto la pianta Gli interNon necessita di potatura se contenuta in vasi non troppo grandi non si svilupperà oltre una certa altezza.

cocciniglia-cotonosa

Malattie e parassiti

Le piante coltivate in piena terra vengono attaccati da funghi che vivono nel terreno e in particolare dall’armillaria. Le piante allevate in casa,invece, soffrono gli attacchi della cocciniglia cotonosa , della fumaggine e degli afidi se i luoghi in cui vengono collocate sono scarsamente areati e poco illuminati.

antiparassitario-biologico

Cure e trattamenti

Eliminare dei rami secchi o danneggiati dal freddo. Svuotare sempre il sottovaso per scongiurare il pericolo del marciume delle radici. In caso di infestazioni effettuare trattamenti con prodotti aficidi e anticoccicidi (olio bianco).

Galleria foto Araucaria araucana

LauraB

Commenti: Vedi tutto