Agnello alla genovese

Laura Bennet
  • Dott. in scienze biologiche
Agnello alla genovese

Sommario

Agnello alla genovese, un secondo piatto dal sapore prelibato, preparato seguendo una'antica ricetta della nonna.

Tempo di preparazione:
30 minuti
Tempo di cottura:
45 minuti
Quantità:
4

Ingredienti Ricetta

  • Cosciotto di agnello 8 fette
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Foglie di alloro 3
  • Burro 1 noce
  • Sale e pepe q.b.
  • Cipolle 3
  • Vino bianco 1/2 bicchiere

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 gr
  • Calorie 595 kcal

La carne d’agnello è leggera, magra, digeribile, ricca di proteine ad alto valore biologico, di vitamine del gruppo B e di potassio. Viene classificata carne magra, adatta a tutte le diete: da quelle dello svezzamento a quelle degli anziani. Il cosciotto di agnello cotto alla brace, è ipocalorico infatti 100 grammi forniscono solo 195 calorie.

L’apporto calorico dell’agnello invece aumenta se viene preparato secondo le più antiche e tradizionali ricette: agnello al forno o in fricassea, costolette di agnello impanate e fritte, cosciotto di agnello lardellato al forno.

La genovese o salsa di cipolle è un piatto tradizionale della cucina campana. Viene preparata con carne di prima scelta come il girello di vitello. Vediamo come preparare l’Agnello alla genovese nella nostra ricetta passo passo.

Procedimento dell’Agnello alla genovese

  1. Per prima cosa acquistate un cosciotto di agnello e fatelo tagliare a spezzatino dal vostro macellaio di fiducia ed assicuratevi che venga eliminato l’osso centrale ed eventuali pezzetti appuntiti. In alternativa fate tagliare il cosciotto a fette spesse circa 1 cm. Mettete tutti gli ingredienti a vista sul piano da lavoro: agnello, foglie di alloro, farina, vino bianco, sale, olio, burro (facoltativo) e cipolla. Lavatele le foglie di alloro con acqua fredda. Asciugatele e mettetele da parte. Agnello-alla-genovese
  2. Pulite le cipolle. Eliminate le foglie esterne e quelle danneggiate o mollicce, sciacquatele intere sotto il getto della fontana e asciugatele con carta assorbente da cucina. Tagliatele a fette sottilissime con la mandolina o con un coltello ben affilato. Versate l’olio in una padella antiaderente. Fatelo riscaldare poi, adagiatevi lo spezzatino di agnello e lasciatelo rosolare a fiamma moderata. Quando i pezzi di agnello sono dorati sul lato, girateli dall’altra parte e fateli dorare e salateli quanto basta con il sale fino. Agnello-alla-genovese
  3. Togliete lo spezzatino di vitello dalla padella e mettete i pezzi dorati in un piatto o in una terrina. Versate il trito di cipolla nell’olio in cui avete cotto precedentemente l’agnello e lasciatelo cuocere a fiamma bassa fino a quando non sono completamente appassite. Lasciate cuocere le cipolle fino a quando non saranno completamente appassite. Mescolate spesso per evitare che possano attaccarsi al fondo della padella. Se richiedono tempo o si asciugano troppo, aggiungete un po’ di acqua calda e aggiustate di sale.Agnello-alla-genovese
  4. Nel frattempo, versate un po’ di farina in un piatto e infarinatevi tutti i pezzi di agnello già cotti. Scuotete i pezzi per eliminare la farina in eccesso. A questo punto, rimettete lo spezzatino nella padella, insieme alle cipolle e fatelo cuocere ancora per circa 10 minuti a fiamma bassa. Aggiungete anche il condimento rilasciato dai pezzetti di agnello. Se è necessario aggiungete ancora un po’ di acqua calda. Aggiustate di sale, pepate e aromatizzate con pezzetti di foglie di alloro, lavate ed asciugate. Sfumate con il vino bianco e fate evaporare a fiamma alta. Quando il vino sarà completamente evaporato, spegnete il fuoco.
    Agnello-alla-genovese
  5. A cottura ultimata, impiattate l’agnello alla genovese e coprite i pezzetti con il sugo di cipolle. Decorate con foglioline di alloro e servite in tavola ben caldo accompagnandolo anche con qualche crostino di pane casereccio, tostato nel forno.
    Agnello-alla-genovese

Agnello alla genovese: consigli

Potete decorare lo spezzatino di agnello alla genovese anche con una manciatina di semi di cumino per aiutare la digestione. Potete servire l’agnello alla genovese anche con patate a spicchi cotte al forno o a vapore e insaporite con spezie.

Per preparare un piatto più dietetico eliminate tutto il grasso dell’agnello. Infine se dovesse avanzare un po’ di sugo di cipolle potete utilizzarlo per condire la pasta scegliendo il formato degli ziti, spaghetti o tortiglioni.

Agnello-alla-genovese

Agnello alla genovese foto e immagini