Torrone ricetta casalinga

Laura Bennet
  • Dott. in scienze biologiche
Torrone ricetta casalinga

Sommario

Il torrone è un dolce tipicamente natalizio che si prepara facilmente anche in casa con la classica ricetta della nonna che prevede l'impiego di ingredienti naturali e genuini

Tempo di preparazione:
1 ora
Tempo di cottura:
30 minuti
Quantità:
6

Ingredienti Ricetta

  • Miele 170 g
  • Zucchero semolato 250 g
  • Mandorle e nocciole 400 g
  • Limone 1/2
  • Ostie q.b
  • Acqua 100 g
  • Albumi 2

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100
  • Calorie 400
  • Grassi 1,7
  • Carboidrati 93
  • Proteine 3,3

Torrone bianco

Preparazione del torrone tradizionale

Si tratta di una ricetta facile da preparare con ingredienti che solitamente , fatta eccezione delle ostie, non mancano mai nelle nostre dispense: miele, mandorle, nocciole, uova e zucchero semolato.

Se le mandorle o le nocciole hanno ancora la pellicina bisogna prima sbucciarle immergendole per 3 -4 minuti in acqua bollente o molto calda.

Trascorso il tempo indicato, versatele in un colapasta dopodichè scolatele e passatele velocemente sotto il getto di acqua fredda. Lo shock termico consentirà alla pellicina di venir via velocemente.

mandorle-tostate-hd

Disponete le mandorle su un tagliere o un canovaccio pulito, senza sovrapporle.

Mandorle-sbollentate

Tamponatele e sfregatele con un altro canovaccio asciutto in modo da far staccare la pellicina.

Mettete le mandorle sulla leccarda del forno per farle asciugare e tostare. Impostate la temperatura a 40 -50° C e il timer a 10 di minuti.

Mandorle-spellate

Disponete le ostie in stampi o terrine rettangolari.

Sgusciate le uova, separate gli albumi dai tuorli.

Montate gli albumi a neve densa e compatta, utilizzando la frusta.

Torta con albumi al cioccolato

Versate il miele in un tegame antiaderente, mettete sul fuoco a fiamma bassa e fatelo bollire.

A questo punto incorporatevi gli albumi a cucchiaiate e mescolate.

caramello

Mettete lo zucchero in una padella, aggiungete l’acqua e fatelo caramellare.

Versate il caramello nel miele e senza smettere di girare, aggiungete le mandorle e le nocciole. Mescolate rapidamente ancora un’ultima volta per far amalgamare il tutto in maniera omogenea.  Se il torrone vi piace più croccante prolungate la cottura.

Versate il composto negli stampi precedentemente foderati con le ostie. Livellate il torrone con il mezzo limone, copritelo con l’ostia, pressate bene e lasciatelo raffreddare.

dolci-di-natale

Quando il torrone è completamente freddo, toglietelo dagli stampi, quindi mettetelo sul marmo o sul tagliere poi utilizzando la lama di un coltello, tagliatelo a pezzi della grandezza desiderata e servitelo come dolce durante le feste natalizie.

Conservazione

Avvolgete i pezzi di torrone con i fogli di pellicola trasparente e mettetelo in una scatola di latta riposta in un luogo fresco ma asciutto. Se ben stagionato potete consumarlo anche dopo 10-12 mesi.

Torrone casalingo

Consigli

Per preparare il torrone in casa con successo è consigliabile misurare la temperatura del miele e dello zucchero con il termometro da cucina. La temperatura del miele non deve superare i 121 gradi e lo sciroppo di zucchero i 141°.

Per ridurre il tempo di preparazione potete acquistare le mandorle o le nocciole sgusciate e già tostate.

Seguendo lo stesso procedimento potete preparare il torrone aggiungendo alla base classica anche la frutta tostata preferita: noci, arachidi e pistacchi.

Ricordate che la consistenza del torrone dipende dal tempo di cottura quindi se non vi piace il torrone croccante non fatelo cuocere troppo e se lo volete bello morbido mettetelo in frigo.

Curiosità

Il torrone è un tipico dolce natalizio e secondo antiche tradizione si consuma come gli altri tipici dolci, nei giorni di festa alla fine dei pasti.

Il suo nome deriva dal verbo latino torrēre che significa abbrustolire e fa riferimento alla frutta tostata utilizzata per la sua preparazione.

Il torrone è di origine antichissima, infatti fece la sua comparsa a Cremona nel 1441 a Cremona, in occasione delle nozze tra il Duca di Milano Francesca Sforza e Bianca Maria Visconti e da allora viene prodotto in molte regioni d’Italia.

I torroni più famosi sono: i torroni di Cremona, di Alba, di Siena, di Benevento e quelli siciliani e sardi che si distinguono dagli altri per il colore più avorio.

Galleria foto dolci di Natale