Talee erbacee: il modo migliore per ridare vita al giardino

Revisore:
Laura Bennet
  • Docente sc. biologiche
Autore:
Elisa Cardelli
  • Autore - Laurea in Semiotica

Le talee erbacee sono un tipo di moltiplicazione molto utilizzata per tante specie di piante. Questa tecnica di riproduzione garantisce degli ottimi risultati se viene eseguita in maniera corretta. Impariamo allora a conoscerla nel dettaglio scoprendo anche come farla in modo perfetto.

talee-erbacee-01
Talea erbacea

La talea erbacea è una tecnica di riproduzione vegetativa molto semplice che va effettuata su piante erbacee in pieno sviluppo vegetativo. Alcune piante, infatti, si possono riprodurre semplicemente partendo da una parte del loro corpo.

Questa soluzione consente di ottenere un individuo completamente identico alla pianta di provenienza e garantisce ottimi risultati. Tale tipo di moltiplicazione delle piante è conosciuto appunto come talea e si utilizza per riprodurre piante verdi e da fiore.

talee-erbacee-02
Talea in vaso

Cos’è la talea erbacea?

talee-erbacee-03
Talee

Quando si parla di talea si intende un tipo di riproduzione vegetativa specifica. Questa non è sempre semplicissima da attuare e per avere ottimi risultati è bene ricreare le condizioni migliori possibili. Solo con grande attenzione si riuscirà infatti a permettere alle nuove piantine di emettere le radici e crescere sane.

Le talee erbacee non sono le uniche esistenti. A seconda della consistenza delle porzioni di ramo prelevate dalle piante si possono difatti definire tre tipi principali di talee:

  1. Talea erbacea
  2. Talea semi legnosa
  3. Talea legnosa

La talea erbacea si ottiene quando si preleva una parte di pianta che ancora deve lignificare. In genere, quindi, si preleva una cima che ha una consistenza ancora piuttosto tenera per via della sua gioventù. Nella maggior parte dei casi si tratta di parti di pianta cresciute nel corso dei mesi della primavera.

Queste sezioni di pianta hanno dunque terminato il loro sviluppo, ma ancora non hanno iniziato a produrre lignina e dunque risultano morbide e non legnose.

Quando fare la talea erbacea

talee-erbacee-04
Taglio della talea

Il periodo migliore per fare il prelievo delle talee erbacee è senza dubbio la fine della primavera e l’inizio dell’estate.

I mesi ideali per eseguire le talee erbacee delle piante che si trovano in giardino sono giugno, luglio e inizio agosto.

Le piante che invece si trovano all’interno della serra possono essere moltiplicate per talea anche nel resto dell’anno.

Preparazione delle talee erbacee

talee-erbacee-05
Taglio talea erbacea

Per ottenere una corretta moltiplicazione per talea erbacea, è chiaro che la pianta “madre” debba essere sana. Questa non deve dunque avere malattie, parassiti, ingiallimenti alle foglie o altri tipi di problemi. Per risultati ottimi, è bene che la talea abbia tre o quattro foglie o coppie di foglie.

La lunghezza di queste dovrebbe essere di circa 10 cm ed è meglio prelevare la sezione da un getto non fiorito. È bene poi che le foglie non siano troppo fresche e che il fusto risulti ancora leggermente tenero.

È importante anche sapere che il taglio va fatto sotto un nodo fogliare usando un coltello o delle forbici a lama passante. Risulta essenziale che coltello o forbici siano ben affilati e disinfettati con acqua ossigenata per evitare di danneggiare la pianta.

Altra cosa da ricordare per avere una moltiplicazione per talea erbacea perfetta è che le prime foglie sopra al taglio vanno recise. Per quanto riguarda le altre foglie, invece, è bene lasciarle ed eventualmente renderle più piccole usando delle forbici da fiorista.

Quest’ultimo accorgimento risulta utile per limitare le superficie di traspirazione.

Fondamentale la scelta del substrato

talee
Come occuparsi delle Talee

Per permettere alla talea di crescere bene è essenziale la scelta del substrato. Il terriccio deve infatti essere ricco di sostanza organica e anche povero di nutrienti. Risulta poi essenziale che il pH sia vicino a 6.5 e che la struttura sia leggera e aerata.

Molto importante è anche optare per un terriccio fortemente drenante e arricchito di micorrize.

La parte finale della talea va immersa per pochi millimetri in un ormone radicante in polvere o in gel. Questo permetterà alle talee di radicare più rapidamente e crescere anche meglio.

Dopo aver inserito le talee nel substrato inumidito è poi necessario pressare leggermente il terriccio. La profondità a cui dovrebbero essere piantate le talee è di circa 3 cm e il foro andrebbe eseguito in precedenza con un bastoncino.

Attenzione a temperatura e umidità

talee-01
Piantine a temperatura controllata

Per consentire alla talea di emettere nuove radici è molto importante anche fare attenzione a umidità e temperatura. Le talee erbacee dovrebbero avere un’umidità sulle foglie superiore all’80% e la temperatura dovrebbe essere tra i 20°C e i 28°C.

Per avere sotto controllo queste cose sarebbe dunque opportuno tenere vicino ai vasi un piccolo termoignometro. Nel caso l’umidità scenda troppo, suggeriamo di nebulizzare dell’acqua sulle foglie e sulla parte superiore del terriccio.

Piante da taleaggio erbaceo

talee-erbacee-09
Talee in vaso

Le specie di piante che possono essere moltiplicate per talea sono numerose, tra le principali ricordiamo:

  • Camelia
  • Gelso
  • Edera
  • Ibisco
  • Melograno
  • Tasso
  • Oleandro
  • Crespino
  • Piombaggine
  • Campanula
  • Issopo
  • Margherita gialla
  • Vedovella
  • Pervinca
  • Garofano
  • Crisantemo
  • Fucsia
  • Estragone
  • Cariofillata
  • Velo della sposa

Talee erbacee: foto e immagini

Le talee erbacee sono molto utilizzate per la moltiplicazione delle piante. Per utilizzare in maniera corretta questa tecnica, vi suggeriamo di dare un’occhiata alla galleria immagini qui di seguito. Scorrete allora le foto che abbiamo raccolto per comprendere al meglio ogni dettaglio sulle talee erbacee.