Siepe di edera rampicante: caratteristiche e manutenzione

Rita Paola Maietta
  • Giornalista Pubblicista

Vuoi aggiungere al tuo spazio esterno una siepe di edera rampicante? Di seguito ti aiuteremo a capire se è la soluzione giusta per te. 

siepe di edera rampcante 5

Una siepe è una sorta di parete, realizzata con le piante, che serve nei giardini privati e negli spazi pubblici. Le funzioni di una siepe sono molte: proteggono dal vento, assicurano privacy, recintano e, al tempo stesso, abbelliscono.

Per creare queste pareti vegetali si possono utilizzare tante tipologie di piante. Tra queste, spicca l’edera rampicante. Quella che ne risulterà sarà una siepe sempreverde rampicante. Tra le caratteristiche delle piante rampicanti spicca la loro crescita tutt’altro che comune. Attaccandosi a pareti, griglie e recinti, vengono considerate delle piante tappezzanti.

Anche se l’edera rampicante viene usata poco per le siepi, con le cure e le attenzioni giuste, può realizzare una barriera di tutto rispetto, che sarà sia bella che funzionale.

Di seguito ti aiuteremo a comprendere se l’edera rampicante è la pianta da siepe giusta per le tue esigenze, analizzandone caratteristiche e cure.

siepe di edera rampcante 4

Siepe di edera rampicante: caratteristiche

Come abbiamo avuto modo di scrivere più su, l’edera rampicante è una pianta sempreverde e pluriennale. Si tratta di una pianta autoctona di origine europea. E’ perfetta per il clima Mediterraneo presente in Italia però, resiste benissimo anche al gelo.

Le sue foglie sono molto caratteristiche, a tre o cinque punte, fitte e dal verde lucido ed intenso. A differenza di altre piante rampicanti, l’edera può crearsi da sola il proprio sostegno, arrampicandosi in autonomia su strutture sia naturali che artificiali. Inoltre, cresce perfettamente in qualsiasi luogo, adattandosi a tutte le tipologie di terreno presenti.

Benché sia rampicante, l’edera non è una pianta infestante e non è nemmeno un parassita. Infatti, la si può tenere sotto controllo attraverso potature periodiche. Inoltre, è una pianta che cresce spontaneamente. Tanto più il clima è fresco tanto più cresce rigogliosa, basta che non sia esposta direttamente alla luce del sole.

Essendo una pianta sempreverde, l’edera non perde le foglie e dunque la siepe resta molto bella esteticamente anche in inverno. Inoltre, si tratta di foglie che resistono anche al sole, fungendo da schermanti in estate.

Scegliere l’edera per realizzare una siepe può essere una scelta pratica. Ad esempio, si presta bene a coprire delle strutture già esistenti, recinti oppure muri. Il ritmo di crescita rapido, inoltre, permette in poco tempo di ottenere siepi o coperture rigogliose. Oltre a crescere rapidamente è anche molto longeva e perfetta per adattarsi a diverse tipologie di  le superfici più diverse.

siepe di edera rampcante 3

Siepe di edera rampicante: messa a dimora

Tra le varietà più utilizzate per realizzare le siepi rampicanti spicca l’hedera helix, caratterizzata da foglie verdi con macchie gialle. Essa è capace di crescere in modo uniforme su tutta la superficie su cui si appoggia. Inoltre, non lascia vuoti e non crea aree simili a cespugli.

Potrebbe interessarti Edera coltivazione

L’edera rampicante, se disposta in vaso, deve essere messa ad una distanza regolare tra un esemplare e l’altro. In questo modo, la pianta potrà svilupparsi verso l’alto. Se hai deciso di sviluppare la tua siepe su un grigliato, otterrai una soluzione esteticamente bella e sicuramente moderna. Non è escluso che tu possa scegliere di creare una siepe mista, con diverse tipologie di rampicanti.

Il periodo migliore per iniziare a far sviluppare la tua siepe di edera rampicante è la primavera o comunque quando lo spettro delle gelate è lontano. Il clima rigido, infatti, potrebbe danneggiare non solo le piante ma anche le strutture. L’edera rampicante sempreverde da siepe si acquista in vivaio. Un altro momento propizio è l’autunno dove gli sbalzi di temperatura non sono frequenti.

siepe di edera rampcante 2

Siepe di edera rampicante: concimazione

Oltre che in vaso, l’edera rampicante funziona bene anche a terra. In questo caso, il terreno dovrebbe essere preparato. Puoi farlo usando della vanga e del concime. In questo caso, meglio usare del letame maturo (nell’ordine di un chilogrammo per metro quadro). Tieni a mente che la terra deve essere arieggiata e drenata precedentemente.

Il concime va posto nel momento in cui la pianta viene messa a dimora. Il concime va messo sul fondo del vaso oppure nella buca che hai creato. Un dettaglio da tenere presente è che il vaso oppure la buca devono essere grandi due volte la dimensione delle radici.

Oltre al concime, sul fondo disporrai la ghiaia, giusto qualche centimetro. Quest’ultima servirà a far sì che il terreno sia ben drenato. Ancora, porrai un ulteriore strato di concime e poi del terriccio. Sotterra bene le radici e appiattisci il terreno con le mani o qualche attrezzo. Successivamente, irriga il giusto. Il concime va periodicamente riequilibrato.

siepe di edera rampcante 6

Siepe di edera rampicante: potatura

Come abbiamo scritto più su, l’edera ha una crescita molto veloce e, per essere tenuta a bada, deve essere potata. Le potature si rivelano essenziali soprattutto durante i primi anni di vita della pianta. L’obiettivo è quello di far sì che a pianta possa svilupparsi ed assumere la forma che più desideri. Si devono rimuovere i tralci secchi o danneggiati da parassiti o malattie.

siepe di edera rampcante 1

Siepe di edera rampicante: caratteristiche e manutenzione – foto e immagini

Credi che la siepe di edera rampicante sia giusta per le tue esigenze? Se sì, non ti resta che metterti al lavoro non prima di aver guardato la nostra galleria di immagini.