Dryas

Revisore:
Laura Bennet
  • Docente sc. biologiche
Autore:
Elisa Cardelli
  • Autore - Laurea in Semiotica

Il Dryas è una pianta rustica e perenne che si riconosce subito per via del suo aspetto così caratteristico. Perfetta per essere coltivata in giardini rocciosi e nelle zone alpine, questa pianta vanta dei fiori di colore bianco che appaiono semplici ed eleganti. Vediamo quindi come procedere in modo corretto per poter coltivare il Dryas in giardino senza commettere errori.

Dryas
Photo by tassilo111 – Pixabay

Il Dryas è una pianta perenne che cresce in genere in zone di montagna e riesce a sopravvivere fino ad un secolo. Anche se esistono due differenti specie, quella più popolare è la Dryas octopetala (che i poco esperti a volte confondono con il Ranuncolo glaciale). Questa specie è caratterizzata da dei bellissimi fiorellini dai petali bianchi e dal centro giallo che attirano subito l’attenzione. Nel caso si desideri coltivare il Dryas nel proprio giardino, suggeriamo di fare riferimento ai consigli che andremo a fornire durante questo articolo.

Dryas
Photo by Hans – Pixabay

Caratteristiche generale del Dryas

Dryas
Photo by Didgeman – Pixabay

Il Dryas è una pianta perenne conosciuta per via delle sue foglie a forma ellittica e dall’aspetto coriaceo con un bel colore verde acceso che tende a diventare più scuro e marroncino durante la stagione fredda. Apprezzabile è di certo la sua fioritura che avviene nei mesi di maggio e di giugno arrivando comunque in genere fino a luglio.

I fiori sono di dimensioni importanti e hanno un bel colore bianco che spicca tra le foglie e il verde del prato circostante. Una volta aperti, i fiori hanno forma di coppa e il centro appare di un giallo acceso. Questi fiori hanno una forma leggermente tondeggiante per via degli 8 petali che li compongono e hanno una dimensione di circa 3 cm di larghezza.

Interessanti sono anche i frutti che comunque si nascondono tra dei piccoli ciuffetti di color argento che appaiono parecchio decorativi.

Coltivazione

Dryas
Photo by Hans – Pixabay

Il Dryas è una specie di pianta che si coltiva senza grandi difficoltà anche se cresce in genere nelle zone di montagna. Chi desidera far crescere la pianta in questione nel proprio giardino deve dunque tenere ben in considerazione tutti i suggerimenti che andremo a dare nel corso di questo articolo.

In montagna si possono trovare delle piante pericolose e quindi è bene fare attenzione.

Esposizione

Dryas
Photo by gsibergerin – Pixabay

Per permettere al Dryas di crescere e di fiorire al meglio, suggeriamo di posizionare la pianta in una zona soleggiata. Optare per un’esposizione in pieno sole è infatti essenziale per riuscire a godere a pieno della bellezza del Dryas soprattutto nei mesi estivi.

Va detto comunque che è una pianta che sopporta bene le basse temperature dal momento che in genere crescere in modo spontaneo in aree montane.

Terreno

Dryas
Photo by Hans – Pixabay

Il terreno ideale dovrebbe essere roccioso oppure ricco di ciottoli. La pianta non ama terreni troppo ricchi e fertili, dunque cresce bene anche in zone calcaree.

Irrigazione

Dryas
Photo by Hans – Pixabay

Le irrigazioni in genere non sono necessarie dal momento che per prosperare il Dryas si accontenta delle piogge stagionali. Chiaramente, durante i mesi più siccitosi è bene irrigare leggermente per evitare che il terreno si secchi in maniera eccessiva.

Potatura

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Photo by Krzysztof Ziarnek, Kenraiz – Wikimedia Commons

La potatura del Dryas non è necessaria: si tratta di una pianta rustica che cresce senza grandi necessità di manutanzione.

Concimazione

Dryas-01
Photo by Robert Flogaus-Faust – Wikimedia Commons

La pianta non ha bisogno di concimazioni.

Rinvaso

Dryas-03
Photo by Robert Flogaus-Faust – Wikimedia Commons

Trattandosi di una pianta che cresce in piena terra, è chiaro che il rinvaso non sia un’operazione necessaria per permetterle di prosperare.

Malattie e parassiti

GE DIGITAL CAMERA
Photo by Qaqqaqtunaaq – Wikimedia Commons

Il Dryas è una pianta caratterizzata da una grande rusticità in quanto non è raro che cresca in modo spontaneo soprattutto in zone alpine e in generale montane. Per via di queste sue caratteristiche, il Dryas non viene in genere colpito da malattie o attaccato da parassiti specifici.

Moltiplicazione

Dryas-05
Photo by Qaqqaqtunaaq – Wikimedia Commons

La moltiplicazione del Dryas avviene tramite talea.

Ad agosto o a marzo si devono infatti prelevare dai germogli laterali che non presentano fiori delle piccole pozioni che comprendano anche una parte legnosa.

Le talee vanno messe a radicare in sabbia all’interno di un letto freddo. Quando saranno radicate, potranno essere sistemate in dei contenitori riempiti in precedenza con della terra e lasciate svernare in cassone freddo.

Per la messa a dimora definitiva è necessario attendere fino all’autunno o alla primavera successivi.

La tecnica di riproduzione per talea è dice certo una delle più popolari e conoscerne ogni dettaglio consente di non commettere errori.

Dryas: foto e immagini

La coltivazione del Dryas è semplice e alla portata di tutti. In questo articolo abbiamo esaminato nello specifico tutte le necessità della pianta in modo tale da imparare a coltivarla correttamente. Prima di mettervi al lavoro, però, vi suggeriamo di prendevi ancora qualche momento per scorrere le foto che abbiamo raccolto nella seguente galleria immagini.