Il basilico deve stare al sole? Quanto e perché

Maria Chiara Barsanti
  • Dott. in Relazioni Internazionali

Come coltivare il basilico in vaso, sul balcone o fuori al terrazzo. Dove posizionarlo, se all’ombra oppure al sole; quanto deve stare al sole e perché.

basilico-quanto-deve-stare-al-sole-1

Ogni italiano amante della buona cucina sa che è impossibile restare a casa senza basilico. Da qualche anno a questa parte sono in molti ad aver provato a coltivarlo fuori al balcone, con risultati più o meno soddisfacenti. Certo, in primavera e d’estate è più facile, ma anche durante l’inverno non impossibile adottando solo qualche semplice accorgimento.

Non tutti sanno che il basilico è un rimedio naturale indicato per la cura di svariati disturbi, soprattutto quelli dell’apparato digerente. Infatti, si tratta di un’ottima terapia in caso di coliche (l’olio essenziale contenuto nelle foglie è utilizzato per calmare gli spasmi intestinali), ma anche per placare la nausea in caso di eccessi alimentari. In alcuni casi sia le foglie che l’olio essenziale possono svolgere un’azione curativa nei confronti di malattie respiratorie quali raffreddore, asma, tosse e bronchite. Infine, pare che il suo aroma riesca a tenere lontane le zanzare.

Insomma, coltivare il basilico in casa sembra davvero una buona idea. Scopri come farlo al meglio, se e quanto esporlo al sole.

basilico-quanto-deve-stare-al-sole-5

Come coltivare il basilico in vaso

basilico-quanto-deve-stare-al-sole-4

Nella cucina italiana il basilico è una vera delizia, utilizzato sia cotto che crudo. Dall’insalata di pomodori al pesto, sono centinaia le ricette nelle quali è incluso. Ecco perché gli amanti della cucina non possono fare a meno di averne sempre di fresco in casa; di conseguenza, coltivarlo in casa diventa irrinunciabile.

Dedicarsi al basilico non è difficile. Si parte dalla scelta del contenitore, che può essere praticamente qualsiasi cosa, anche una tazza (vedi foto nella gallery finale). L’importante è che ci sia molta terra (andrà benissimo il terriccio universale) e ottima illuminazione.

Volendo riassumere il tutto in modo piuttosto semplice, il basilico ama il sole e teme più di tutto il freddo. Sotto i 10 gradi (temperatura raramente raggiunta in Italia) è facile che la pianta muoia, mentre ovunque ci sia un terreno umido, ricco di sostanze organiche e ben esposto al sole, riuscirà a crescere rigogliosa in qualunque stagione. Questo accade perché il basilico è una pianta annuale, quindi durante la stagione invernale seccherà in maniera fisiologica.

Il periodo migliore per la semina è quello che va da febbraio/marzo a fine maggio/inizi di giugno. Sarà importante distribuire in maniera uniforme i semi di basilico sopra uno strato di terriccio, per poi ricoprirli creando un ulteriore strato di terriccio di pochi centimetri.

Se la scelta del vaso è ininfluente, purché ci sia sufficiente terriccio, è la sua posizione ad essere essenziale. La pianta dovrà essere raggiunta direttamente dai raggi del sole, annaffiata spesso (soprattutto durante la fase della semina) creando il giusto ambiente umido. L’orario migliore è la mattina. Dopo la prima semina, il basilico germoglierà entro un paio di settimane.

La raccolta, invece, può essere effettuata già dopo un mese, partendo dalle foglie più grandi ovvero le più datate. Qualora dovessero iniziare a spuntare dei fiori, sarà necessario potarli in modo da permettere alla pianta di crescere più folta e robusta.

Quanto deve stare al sole e perché

basilico-quanto-deve-stare-al-sole-3

La regola principale per assicurarsi una pianta di basilico rigogliosa è quella di esporla al sole per almeno 6/8 ore, tenendola al riparo durante le notti più fredde e negli eventi atmosferici violenti come forti piogge o nevicate. E’ importante che il terreno sia soffice, ben drenato e magari arricchito con un concime organico.

Ormai ti sarà chiaro che il basilico ama il sole e le condizioni meteorologiche calde, dunque il consiglio primario è quello di esporlo alla luce diretta del sole, tenendo conto degli sbalzi di temperatura. Tuttavia, in alcuni casi i raggi del sole diretti potrebbero sbiadirne le foglie quindi una buona soluzione è quella di posizionarlo in un punto luminoso in cui sia illuminato solo nelle prime ore del giorno.

Il basilico deve stare al sole? Quanto e perché: immagini e foto

Coltivare il basilico sul proprio balcone è più facile di quanto si possa pensare, basta seguire poche e semplici regole. Nella maggior parte dei casi queste riguardano la sua esposizione ai raggi del sole ovvero quanto deve starci e perché. Ecco una galleria fotografica riepilogativa dei suggerimenti che ti permetteranno di avere una pianta rigogliosa direttamente a casa tua.