Gloriosa impianto dei tuberi

Letizia Rogolino
  • Giornalista freelance e copywriter

 

Dopo aver parlato ampiamente della coltivazione della gloriosa, delle modalità di moltiplicazione, eccoci al momento dell’impianto dei tuberi, con le tecniche giuste per effettuare questa operazione.

Gloriosa

La Gloriosa è una pianta tuberosa originaria dell’Asia e dell’Africa tropicale, di cui esistono molte varietà in natura. A un primo sguardo si può facilmente identificare come una pianta rampicante dalle foglie caduche e dei fusti sottili che producono i viticci che le permettono di avvinghiarsi al muro o a un sostegno che trova nei paraggi. Si trova a suo agio a temperature tra i 20 e i 25 gradi e non ama i cambiamenti repentini, quindi meglio trovarle un posto stabile come condizioni ambientali.

L’impianto dei tuberi della Gloriosa è un procedimento di per sè anche abbastanza semplice, ma richiede opportuni accorgimenti per ottenere piante sane, rigogliose e con copiosi e splendidi fiori. Qualcuno la definisce una delle liane da interno più spettacolari e cattura sicuramente l’attenzione se cresce in salute e rigogliosa, ben curata. Della famiglia delle Malentiaceae, la Gloriosa può avere un’altezza di 1 metro e mezzo-due metri ma le sue dimensioni dipendono da come il proprietario l’ha fatta crescere e l’ambiente in cui si trova.

Gloriosa

La fioritura della Gloriosa

Durante l’estate avviene la fioritura della Gloriosa e i fiori appaiono molto belli e si possono asportare, tagliando parte del fusto su cui crescono e durano molti giorni in un vaso. Quindi, anche come regalo, possono essere una valida alternativa. Dopo la fioritura la pianta perde un po’ di foglie e comincia a dare segni di deperimento ed è bene fermare del tutto l’annaffiamento per far sì che il tubero possa entrare in un periodo di riposo, come il letargo per gli animali. Per questo aspetto la sua fragilità viene fuori, ma occorre solo un po’ di cura per preservarla e farla sviluppare secondo il suo ciclo naturale. Il fiore della Gloriosa viene anche chiamato Giglio di Fuoco e sicuramente ha il suo fascino.

Gloriosa

Gloriosa impianto dei tuberi: come procedere

Prima di tutto è consigliabile far svernare i tuberi di gloriosa in un terreno asciutto e in un luogo riparato. Per maggiore sicurezza , in autunno, è preferibile estrarre il tubero dal terreno e dopo averlo fatto asciugare all’aria avvolgerlo in un giornale o conservarlo nella segatura in un un luogo fresco e asciutto.

Dopo quanto premesso passiamo all’impianto dei tuberi:

  • l’impianto dei tuberi di gloriosa va effettuato in primavera per ottenere una ricca fioritura estiva;
  • procurarsi il terriccio adatto, di buona qualità, misto a torba, soffice e ricco di sostanza organica;
  • i tuberi non tagliati vanno interrati orizzontalmente al terreno e alla profondità di ca. 5 cm;
  • i tuberi tagliati con coltello ben affilato e disinfettato , vanno fatti asciugare per qualche ora all’aria e poi piantati obliquamente al terreno lasciando sporgere leggermente dal suolo la parte con il taglio e  il vaso deve avere dimensioni adatte ad accogliere la lunghezza del tubero;
  • dopo l’impianto dei tuberi, il  terriccio dovrà essere tenuto inizialmente soltanto poco umido fino alla comparsa dei germogli, 20-40 giorni;
  • con l’apparire dei germogli, le annaffiature dovranno essere copiose e regolari durante tutto il tempo della vegetazione;
  • quando le piantine avranno raggiunto l’altezza di circa 30 cm fornire un tutore o griglie a parete per rampicanti per permettere ai viticci di aggrapparsi;
  • contemporaneamente iniziare a fertilizzare con concime specifico per piante da fiore o liquido o granulare a lenta cessione.

Al termine dell’impianto lavatevi bene le mani con il sapone perché la Gloriosa può avere spiacevoli conseguenze sull’uomo, da una semplice irritazione all’avvelenamento interno. Ma ne parliamo meglio nel prossimo paragrafo.

Potrebbe interessarti Gloriosa rampicante moltiplicazione

Gloriosa

Il tubero di Gloriosa

Il tubero della Gloriosa appare spoglio nei mesi freddi, e non tollera temperature troppo basse quindi meglio tenerla lontano dal gelo. I tuberi richiedono un periodo di dormiente dalle sei alle otto settimane e bisogna stare attenti a non farli seccare troppo. In inverno potete metterli in dei vasi poco profondi per lasciarli tranquilli. Controllateli settimanalmente se potete e vaporizzateli leggermente con un po’ di acqua magari aiutandovi con un flacone spray regolando l’umidità a seconda della zona in cui abitate. Attenzione: la Gloriosa è una pianta da appartamento velenosa, almeno quando alcune sue parti vengono ingerite da un essere umano, quindi meglio tenerle lontano dalla portata dei più piccoli.

Gloriosa

Gloriosa impianto dei tuberi: foto e immagini

Sfoglia la gallery qui sotto per saperne di più su come e quando impiantare i tuberi di Gloriosa, una pianta che ha bisogno di piccole attenzioni, ma può rendere migliore il vostro ambiente.