Codonopsis: caratteristiche e proprietà

Rita Paola Maietta
  • Giornalista Pubblicista

Detto anche ginseng dei poveri, il Codonopsis è una pianta che ha origini in Asia. Di seguito, impareremo a conoscere meglio le sue caratteristiche e proprietà. 

Codonopsis 4

Utilizzata sin da tempi antichi nella medicina tradizionale cinese, la Codonopsis viene considerata come efficace per dare energia e vitalità. I suoi effetti, sono molto simili a quelli del ginseng, tant’è che viene chiamata anche ginseng dei poveri. Inoltre, per via delle sue proprietà immunostimolanti, può essere considerata anche simile al Cordyceps ed il Reishi ovvero due funghi. Approfondiamo le caratteristiche di questa pianta officinale di seguito.

Codonopsis 2

Codonopsis: caratteristiche

Codonopsis 6

Il Codonopsis pilosula si presenta come una pianta rampicante che appartiene alla famiglia delle Campanulacee. Il suo nome, se tradotto letteralmente, significa dall’aspetto di una campana. Il nome fa riferimento ai suoi fiori che somigliano a delle campanelle di colore verde, con delle striature gialle e viola. Le foglie a forma di cuore, sono ricoperte di peluria e si confondono quasi tra le foglie. Anche se non supera i due metri di altezza, la Codonopsis è una pianta perenne che si può adattare a molteplici condizioni ambientale e può resistere anche a temperature molto basse.

Sono oltre 40 le varietà che appartengono al genere del Codonopsis. Ce ne sono di note e di meno note. Alcune di loro hanno origine sull’Himalaya ecco perché tollerano bene il freddo ed il gelo, fino a 20 gradi sotto zero. Nonostante questa sua adattabilità, preferisce i terreni fertili e limosi. Inoltre, come esposizione tollera male il pieno sole ma ama le zone a mezz’ombra.

Per poterla far proliferare al meglio, la Codonopsis dovrebbe essere concimata con del concime organico a lenta cessione. Inoltre, necessiterebbe di tanta acqua quando è estate ed il clima è molto secco. La coltivazione della Codonopsis avviene non proprio come pianta ornamentale ma per i suoi usi in ambito fitoterapico e della medicina ayurvedica. Vediamo quali sono.

Codonopsis: proprietà

Codonopsis 5

La radice della Codonopsis ha una forma cilindrica e affusolata ed è proprio al suo interno che si trovano tutte le proprietà. Essa viene adoperata, ad esempio, per alleviare la stanchezza. Per questo motivo, viene denominata ginseng dei poveri. Per essere utilizzate, le radici vanno raccolte dalle piante spontanee in autunno. Se le piante sono in vaso, invece, devono avere almeno 3 o 4 anni. Dopo essere state colte, le radici vanno lavate e legate insieme da uno spago. Andranno, poi, messe al sole ad essiccare. In questa fase, sarà necessario stropicciare con le mani le radici. In alternativa, possono essere poste tra due assi per far sì che i tessuti interni rimangano tali.

Potrebbe interessarti Ginseng – Panax ginseng

Il Codonopsis, a differenza del ginseng, può svolgere un’azione più dolce e durevole nel tempo. Viene utilizzata soprattutto se ci si sente stanchi e senza energie. Inoltre, si può assumere anche se si avverte pesantezza ed acidità di stomaco poiché il codonopsis può armonizzare l’attività gastrica. Le sue proprietà sono in grado di giungere anche ai polmoni, considerati dalla medicina cinese organi in grado di influenzare l’organismo nella sua totalità. Ciò significa che potrebbe rappresentare un toccasana anche se si ha fiato corto, affanno, tosse.

Sarebbe proprio la stanchezza la responsabile dei disturbi allo stomaco e respiratori. Ecco perché, andando a risolvere il problema della stanchezza, il codonopsis influirebbe positivamente anche su tutti gli altri sintomi. Inoltre, potrebbe influire positivamente anche sull’efficienza del sistema immunitario. Ciò significa che il rischio di contrarre determinate malattie potrebbe diminuire.

Tra gli altri effetti positivi di questa radice ci sono:

  • stimola il sistema nervoso centrale
  • antinfiammatorio
  • immunomodulante
  • aumenta la resistenza

Codonopsis: come assumerla

Codonopsis 1

Generalmente, la Codonopsis viene venduta in tavolette, sotto forma di estratto secco. La dose consigliata è di 2/3 tavolette al dì, prima dei pasti, circa 5/10 minuti prima di mangiare. Prima di procedere con l’assunzione di questa radice, sarebbe meglio rivolgersi ad un medico esperto in fitoterapia. Soltanto in questo modo sarà possibile utilizzarla in modo appropriato.

Essendo un rimedio fitoterapico potrebbe avere interazioni con farmaci chimici. Ciò può avvenire soprattutto se si fa terapia con aspirina, anticoagulanti e antiaggreganti piastrinici.

Per acquistare l’estratto secco di Codonopsis, puoi andare in erboristeria ma potresti trovarlo anche online. Il prezzo varia a seconda della grandezza della confezione. In linea di massima, 60 tavolette possono costare sui 20 euro. Se, invece, vuoi acquistare la pianta per coltivarla in vaso, puoi rivolgerti ad un vivaio che tratta piante rare.

Codonopsis: caratteristiche e proprietà – foto e immagini

Ora che conosci meglio il codonopsis, non ti resta che farti consigliare dal tuo medico se è la pianta officinale che fa al caso tuo. Se hai trovato utile questo articolo, condividilo con un amico a cui potrebbe far piacere.