Cornici con conchiglie

Letizia Rogolino
  • Giornalista freelance e copywriter

Ecco come possiamo realizzare delle bellissime cornici con conchiglie e sassi marini, ricordo delle nostre vacanze.

ramka_muszelki

L’estate è una stagione spensierata e rilassante che stimola anche la creatività. In vacanza al mare ci sono tanti modi per passare il tempo e creare oggetti unici con le proprie mani per conservarli come ricordi di un periodo speciale o regalarli a qualcuno a cui teniamo. C’è chi fa dei braccialetti, chi delle collane o degli orecchini personalizzati e originali, ma anche delle belle cornici realizzate con le conchiglie sono un’idea interessante da condividere.

Durante le vacanze si fanno sempre delle foto per immortalare momenti, quindi una bella cornice fai da te è un bellissimo pensiero per qualcuno che ha trascorso quel periodo con voi. Se preferite tenerle per voi va bene ugualmente e andranno ad abbellire la vostra casa e, nello stesso tempo, vi permetteranno di esporre una foto a cui tenete particolarmente per poterla vedere tutti i giorni. Scopriamo insieme come poter realizzare una cornice con le conchiglie in un modo semplice e pratico.

conchiglie

Cornici con conchiglie: cosa ci serve?

Nei negozi di bricolage possiamo trovare delle basi di cartone per cornici. Ma se volete un consiglio è meglio optare per il legno perchè più resistente e stabile. E’ facile da colorare e regge bene i rivestimenti con vari tipi di materiale come stoffa, colla a caldo, vinavil. Se preferite una soluzione economica potete comprare il legno di pino che ha un costo minimo ma offre comunque una buona qualità. Dopo aver scelto quindi il materiale di base procuratevi dei listelli scanalati per cornici, una morsa fermacornice, la colla polivinilica, una matita, un metro e un po’ di stucco per legno.

efe87a7f47b4e7598d4b45935c45ec64

Cornici con conchiglie: come fare

Prima di tutto dovete decidere la grandezza della cornice così potete calcolare la lunghezza del listello e segarlo ottenendo un angolo di 45 gradi. Tale operazione va fatta per entrambi i lati del listello e per tutti e 4 i listelli che vi serviranno per un lavoro completo. Mettete abbastanza colla sulle estremità dei listelli e incastrateli così che siano ben saldi tra loro. Lasciate tutto così per due orette per far asciugare la colla e rifinite le giunture con lo stucco per legno.

Prendete la base e pitturatela con colori acrilici conitem_photo_231702_zoom tonalità che richiamano il mare: color sabbia, bianco, azzurro. Quando il colore sarà asciutto prendere gli oggetti marini e incollarli con la colla a caldo. Qualcuno suggerisce di usare lo stucco in pasta mescolato a un po’ di colla vinilica, ma la scelta è vostra. Possiamo decidere se incollare gli elementi su tutta la superficie o su piccole zone. Se decidiamo di ricoprire solo alcune zone possiamo effettuare la spugnatura sul resto della cornice.

 

Le conchiglie da scegliere per una cornice

Le conchiglie sono di varie grandezze, colore e forma. C’è chi le compra e chi preferisce utilizzare quelle che riesce a raccogliere nel posto dove sta trascorrendo le vacanze. Per realizzare la cornice personalizzata si possono mischiare i vari tipi di conchiglie e impreziosire la creazione artigianale con una varietà più ricercata di materiali. Oppure si può scegliere anche solo uno o due tipi di conchiglie e disporle in modo armonioso e lineare in modo da creare una cornice funzionale ma anche decorativa per la casa. Se volete potete amalgamare alle conchiglie altro materiale che richiama l’estate e il mare come dei fili che simulano il corallo, sabbia o perline colorate che danno ulteriore brio.

A volte occorre anche regolarsi con la grandezza della cornice per il materiale da usare perché si rischia di appesantirla troppo e di sbilanciarla e potrebbe essere difficile poi tenerla in equilibrio su un mobile. E, se usate le conchiglie raccolte sulla spiaggia o in mare, ricordate di pulirle bene per conservarle, altrimenti potrebbero tirare fuori un cattivo odore a lungo andare e, una volta realizzata la cornice sarà più difficile rimediare e vi toccherà buttare l’intera creazione.

Conchiglie

Come pulire le conchiglie per evitare il cattivo odore

Molti suggeriscono di immergerle in una pentola con acqua e candeggina in parti uguali e poi asciugarle, ma questo può danneggiare il colore dei gusci a volte e poi le conchiglie manterranno l’odore di candeggina per molto tempo. Se non vi piace l’idea potete immergerle anche semplicemente in acqua per una settimana cambiando l’acqua ogni giorno.

In questo modo l’acqua dissolverà lo sporco e darà loro la giusta lucidità per renderle perfette per varie creazioni artigianali. Al termine della settimana in acqua, se volete, potete anche farle bollire una volta così le particelle e il tessuto animale spariscono e con loro le cause del cattivo odore. Si consiglia anche il dentifricio come alternativa, spalmandone un po’ sul lato del guscio e lasciandolo riposare per almeno 5 ore prima di risciacquare la conchiglia.

cornice-conchiglie-fai-da-te

Cornici con conchiglie: foto e immagini

Sfoglia la gallery qui sotto per scoprire un semplice procedimento per realizzare delle bellissime cornici utilizzando le conchiglie che riesci a raccogliere in vacanza. Un’idea semplice e personale di conservare le foto delle vacanze o fare un regalo dal sapore estivo a qualcuno di speciale.