Come creare uno scadenzario fai da te

Suggerimenti e consigli per creare uno scadenzario con metodo fai da te, tutte le modalità per segnare appuntamenti e scadenze nel modo più originale sia materialmente che virtualmente.

Come-creare-uno-scadenzario-fai-da-te-05

Tutti i giorni in quasi tutti gli ambienti, ma soprattutto negli uffici, dobbiamo avere a che fare con appuntamenti vari e scadenze. Per tenere tutto in ordine e non dimenticare nulla, avete la possibilità di usare un oggetto molto utile. Tra revisioni e pagamenti, uno scadenzario può risultare fondamentale negli ambienti lavorativi e non solo.

Vediamo insieme come crearlo con il metodo del fai da te, sia materialmente che virtualmente. Esistono infatti diverse modalità di creazione, scopriamole tutte. Quello che avranno in comune saranno i dati, le caselle e le categorie da inserire al suo interno. Ecco qui per voi tutti i nostri suggerimenti più originali e tutti i nostri consigli più utili per riuscire a possedere uno scadenzario non solo utile ma anche bello da vedere.


Leggi anche: Come fare uno scacciapensieri fai da te

Come-creare-uno-scadenzario-fai-da-te-08

Ottimizzare il lavoro

Utilizzare uno scadenzario in un ufficio può rivelarsi molto utile all’organizzazione del lavoro; in questo modo infatti lo si potrà ottimizzare perché tutto ciò che vi serve sarà segnato ordinatamente in un unico documento. Potrete così evitare di perdere tempo e questo avvantaggerà di molto qualunque attività voi dobbiate svolgere. Dai lavori più semplici agli ambienti più competitivi: uno scadenzario sarà la soluzione giusta in qualunque contesto.

Come creare uno scadenzario fai da te

Come si fa uno scadenzario con Excel

Creare uno scadenzario fai da te con il programma Excel sarà molto facile perché basterà innanzitutto assegnare a ogni foglio il nome di una categoria diversa. Ci sarà quindi la sezione “Promozioni” oppure “Stipendi” ma anche “Utenze”, “Fornitori” e tutto ciò di cui avete bisogno.

Non dimenticate la data della scadenza con la caption, la ragione sociale e l’importo da pagare oppure da ricevere. A questo punto potrete inserire nello specifico tutte le descrizioni e i dati necessari e poi ordinare per bene le varie righe (ai primi posti ci sarà ciò che scadrà prima e così via). Ricordate però che sarà sempre possibile modificare e aggiornare tutto.


Potrebbe interessarti: Cuscino per cani fai da te: ecco come realizzarne uno

In base a come deciderete di organizzare nello specifico lo scadenzario, tenete a mente che potete arricchirlo con ciò che volete. Per esempio, sarà anche possibile inserire delle informazioni personali cioè tutto ciò che avete fatto per arrivare dove siete oggi. In questo modo ritroverete facilmente tutte le mosse giuste eventualmente da ripetere per nuovi incredibili successi grazie a una precisa panoramica di ciò che avete fatto in passato senza sbagliare e senza commettere errori.

Come-creare-uno-scadenzario-fai-da-te-07

La comodità degli avvisi e degli allarmi

Per far sì che il vostro scadenzario sia collegato al calendario o al vostro servizio di posta elettronica, dovrete spulciare tra le opzioni delle varie applicazioni e dei vari programmi. Qualunque sia il servizio per cui avete una preferenza, ricordate che cliccando su “Calendario” sarà possibile salvare il documento per fare in modo che le scadenze creino avvisi ad esempio attraverso la ricezione di email apposite.

È anche possibile dare origine a degli “allarmi visivi” selezionando le caselle di Excel che avete bisogno che siano evidenziate cliccando su “Formattazione condizionale”. Se pensate di necessitare anche di un allarme sonoro, una buona idea è quella di ricordare di azionare le notifiche delle email sul proprio telefono cellulare di ultima generazione e azionare la suoneria oppure la vibrazione; questa potrebbe rivelarsi un’idea per realizzare una sorta di sveglia particolare e originale.

Come-creare-uno-scadenzario-fai-da-te-09

Scadenzario mensile cartaceo

Se un file virtuale non vi basta, sarà possibile creare un vero e proprio scadenzario con le vostre mani a partire da zero. Possono infatti esistere anche le versioni materiali di questi comodi e utili oggetti. In questo caso, però, non sarà possibile aggiornare o modificare sempre tutti gli spazi a disposizione. Una buona idea è quindi quella di creare una sorta di agenda mensile per aggiornarla ogni 30 giorni circa con nuovi fogli e nuovi appunti.

Le regole saranno più o meno le stesse della sua versione in digital perché le categorie e le sezioni risulteranno le stesse. In questo caso, però, potrete usare i fogli che più preferite e scrivere tutto a mano. In alternativa, potete creare uno scadenzario virtuale e poi stamparlo. La parte del fai da te ricadrà tutta sulla rilegatura e sugli accessori per abbellirlo come graffette, adesivi, etichette e washi tape.

Così non solo avrete un elemento utile in cui raccogliere appuntamenti e scadenze in modo ordinato, ma si rivelerà anche perfetto per l’arredamento. In base ai colori e alle particolarità potrete appenderlo alla parete o lasciarlo sulla scrivania; qualunque sia la soluzione da voi scelta, se ideato al meglio farà di certo la sua bella figura anche dal punto di vista estetico.

Come-creare-uno-scadenzario-fai-da-te-06

Come creare uno scadenzario fai da te: immagini e foto

Nella nostra galleria fotografica potete sfogliare gli esempi con vari tipi di scadenzario da creare con il metodo del fai da te per prendere spunto in vista delle vostre originali creazioni.

Gaia Giovannone
  • Diploma in scrittura creativa
  • Giornalista pubblicista
  • Autore specializzato in Design, Arredamento, Lifestyle
Suggerisci una modifica
Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti su speciali, guide e novità riguardo il mondo della casa e giardinaggio. Aggiornati dai nostri esperti di botanica e dell'arredo casa.