Come colorare la pasta di sale: tecniche e consigli

Autore:
Laura Bennet
  • Docente sc. biologiche

Tecniche e trucchi per colorare la pasta di sale nel modo migliore ed ottenere splendidi oggetti e decorazioni per la casa e per le feste. I consigli degli esperti.

Pasta-di-sale-come-fare

La pasta di sale ci permette di realizzare tante belle decorazioni per ogni occasione: ad esempio a Natale possiamo creare tantissimi addobbi da disporre in vari angoli della nostra casa portando aria di festa e l’atmosfera natalizia.

La pasta di sale però è un composto che oltre ad essere lavorato va dipinto: esistono due modi principali per colorare la pasta di sale, vediamo quali sono.

Consigli per pitturare la decorazioni in pasta di sale

decorazioni-natalizie-pasta-di-sale-27

Procedimento

Il primo modo è quello di colorare direttamente l’impasto: basta utilizzare alcune gocce di tempera sull’impasto e amalgamare bene fin quando il colore non sarà omogeneo.

Questa soluzione è più comoda per chi deve realizzare un oggetto monocolore senza particolari rifiniture.

Alternativa

In alternativa, per una decorazione più rifinita, si colora con i colori a tempera e il pennello una volta che l’oggetto è stato creato e fatto asciugare in forno o all’aria aperta.

Per poterlo fare nel modo corretto, si possono utilizzare acquerelli piuttosto che colori a tempera. Andranno unicamente diluiti con un pò d’acqua per poi procedere a passare il pennello sulle parti che si vogliono dipingere. Prima però di passare dalle parole ai fatti, è meglio stendere alcuni fogli di giornali sulla parte del tavolo piuttosto che sul pavimento, per evitare di lasciare i segni delle vostre attività di fai da te.

Fate anche attenzione all’utilizzo dei colori industriali: possono essere un pericolo per i piccoli, quindi siate sempre al loro fianco se vi dedicate a questo hobby assieme a loro.

Al termine della colorazione della pasta di sale consiglio di stendere una vernice idrorepellente per far sì che il colore non si rovini con l’umidità che può esserci in casa.

Coloranti alimentari: il consiglio ecologico

decorazioni-natalizie-pasta-di-sale-29

Per evitare rischi che i piccoli inalino inavvertitamente sostanza nocive per l’organismo, il consiglio che vi sentiamo di darvi è di ricorrere all’uso dei colorati alimentari, che si possono trovare presso i supermercati e le catene di negozi di fai da te piuttosto che crearveli da soli in casa. Vediamo nello specifico.

Acquistarli in negozio

I coloranti alimentari che potete acquistare nei negozi e poi utilizzare sono tutti commestibili. Se sull’etichetta dovreste leggere le sigle E100 o E199, è meglio evitarli. Sono venduti in formato liquido e sulla confezione viene riportata la quantità di gocce da aggiungere.

Coloranti naturali fai da te

Farli da sè in casa è il modo sicuramente più sano. Per farli dovrete ricorrere a frutta e verdura: i più indicati sono pomodori, fragole e more per ottenere il colore rosso, mentre indirizzandovi sugli spinaci avrete il verde. Infine, carote ed arance saranno perfette per ottenere l’arancione.

Semplice poi il procedimento. Prendete un frullatore ed inserite l’alimento per il colore che di volta in volta vi serve. Dopodichè lo colate in un bicchiere per tenerli separati.

Consigli per la pittura

Ecco una serie di consigli per procedere, indipendentemente dalla modalità che avete scelto, nel migliore dei modi, per ottenere un risultato che soddisfi al 100%.

  • Optate per un pennello a setole morbide, in modo che possiate passare con maggior precisioni anche nelle crepe che possono formarsi.
  • Ricordarsi di dare più mani di pittura in quanto il colore, una volta asciugato, tende a sbiadire.
  • Se scegliete di colorarla prima, vi servirà una maggior quantità di pittura. Necessario allora fare una prova, disegnando un bozzetto del progetto che vorrete realizzare.
  • Per la sicurezza dei piccoli, meglio utilizzare coloranti alimentari, anche se questo richiederà di fare impasti diversi già in partenza.
  • Per avere colori più lucidi, il trucco consiste nell’aggiungere del tuorlo d’uovo mentre passate il pennello, prima di farle asciugare. Se poi avete optato per colori a tempera, sarà ideale per proteggere per lungo tempo i vostri oggetti da fenomeni di scolorimento.
  • Per dargli anche un profumo particolare, potete aggiungere qualche goccia di olio essenziale: il profumo diventerà un ulteriore elemento di abbellimento.

E se avete prodotto pasta di sale in quantità, ricordatevi di proteggerla nel migliore dei modi affinchè duri nel tempo e non dobbiate mettervi a produrre materiale ogni volta che vogliate dedicarvi a questo hobby. A tal proposito, vi consigliamo di consultare la guida che vi fornirà tutti i consigli del caso:

Pasta di sale: come prepararla, conservarla, usi e creazioni

Colorare la pasta di sale: foto e immagini