Come pulire i funghi


Come pulire i funghi in modo semplice e veloce senza sbagliare? Consigli, trucchi, guide con procedimento e video per pulire i funghi commestibili e consumarli crudi o cotti.

I funghi sono ideali per la preparazione di primi e secondi piatti e per le diete ipocaloriche in quanto privi di lipidi e carboidrati.

porcini-funghi

Vanno puliti e conservati con attenzione per non rovinarli o rischiare di farli marcire precocemente.

funghi-porcini-raccolta


Come pulire i funghi

Appena acquistati i funghi dall’ortolano o raccolti nel bosco bisogna procedere ad una perfetta conservazione delle loro virtù e del loro inebriante profumo.

Per acquistare in piena sicurezza i funghi come porcini, chiodini, galluzzi, ecc, dei funghi bisogna essere certi della loro provenienza, della loro commestibilità e un metodo sicuro consiste nello scegliere quelli in contenitori impacchettati riportanti l’etichetta con tutte le indicazioni e preferire esemplari di medie dimensioni con cappelle perfettamente integre e sode.

funghi-porcini

Raccolta dei funghi

Per la raccolta dei funghi, durante le passeggiate nel bosco bisogna attenersi alle vigenti normative e se non si è certi della commestibilità dei funghi raccolti, effettuare un controllo presso l’Azienda Sanitaria Locale (ASL) o gli Ispettorati Micologici.

porcino

Pulizia dei funghi

Non tutti i funghi vanno puliti allo stesso modo ed anche funghi dello stesso tipo vanno puliti in modo diverso in base alla presenza o meno di vermi e modalità di consumo.

Ad esempio i funghi porcini o boletus così come anche gli ovuli Amanita Caesarea possono essere consumati sia crudi che cotti o anche essiccati, mentre i funghi chiodini o Armillaria Mellea vanno prima bolliti e non possono essere consumati crudi per la presenza di tossine termolabili che quindi scompaiono in fase di cottura.

Come pulire funghi porcini ed ovuli

Porcini ed ovuli che possono essere consumati crudi al carpaccio, per mantenere inalterate le proprietà organolettiche, non devono essere lavati in acqua corrente, ma bisogna semplicemente raschiare il gambo con un coltello affilato per eliminare i residui di terriccio e parti eventualmente danneggiate o con presenza di parassiti, e poi strofinare con un canovaccio umido, gambo, micelio e cappelle e asportare fili di erba e foglie essiccate.

funghi-porcini

Se i funghi raccolti presentano dei puntini o macchie che vanno dal marrone al nero, vuol dire che sono presenti dei vermi.

In questo caso possiamo lasciarli essiccare al sole in una rete così da fare uscire i vermi che quindi cadranno fuori dalla rete.

porcini-essiccati

Video essiccazione dei funghi porcini

Come pulire i funghi chiodini o Armillaria Mellea

funghi-chiodini

Per la pulizia dei chiodini invece, bisogna tagliare di netto la base per eliminare la parte semilignificata  e piena di terriccio e lavaggio in acqua leggermente salata.

Quindi vanno lavati in acqua e bolliti per eliminare il piccolo grado di tossicità di questi funghi.

Conservare ed essiccare i funghi porcini

Una volta raccolti, i funghi accelerano il processo di marcescenza.

E’ bene quindi consumare in un paio di giorni i funghi freschi ed essiccare o congelare i funghi che si vorrà consumare all’occorrenza.

fungo-porcino-montagna

Galleria foto funghi pulizia e conservazione

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta