Come fare la manutenzione delle cementine: tutte le best practice

Marika Manna
  • Dott. in Editoria e Giornalismo

Dal fascino unico e vintage, le cementine stanno tornando di moda soprattutto perché sono versatili: si adattano a qualsiasi stile di arredamento. Che tu voglia acquistare questo tipo di pavimentazione o se le hai già in appartamento, scopri come migliorarne l’aspetto estetico e come effettuare una corretta manutenzione perché durino nel tempo.

come-fare-manutenzione-cementine-2

Cosa sono le cementine? Partiamo subito col dare una definizione di questa particolare soluzione per pavimentazioni che sta tornando di moda negli ultimi tempi e che donano un sapore vintage alle nostre case. Esse sono anche definite “pastine di cemento” e sono semplicemente delle mattonelle di cemento colorate e decorate con forme geometriche e/o floreali molto usate nel passato per arredare gli interni.

Come le graniglie che però presentano cemento e pezzi di marmo, le cementine sono composte sostanzialmente da due strati:

  1. una base di cemento e sabbia di circa 2 centimetri
  2. uno strato superficiale di pochi millimetri costituito da cemento, sabbia fine e ossido di ferro (che può essere nero, rosso o naturale e che andrà a dare il colore alla mattonella).

Ne esistono di due forme: quadrate ed esagonali sempre fregiate da splendidi decori che donano ai pavimenti un tocco davvero interessante. Ma prima di procedere con l’hot topic, facciamo un tuffo nel passato e scopriamone la storia.

come-fare-manutenzione-cementine-3

Storia e produzione delle cementine

Le cementine o pastine (come le marmette e le graniglie) compaiono sul finire dell’Ottocento con l’avviarsi della rivoluzione industriale e con l’incremento demografico che porta ad una mutazione delle soluzioni abitative e la necessità di creare nuove abitazioni in minor tempo. Le cementine aiutarono in questo scopo perché, per la prima volta, venne prodotto un materiale bello, resistente e in serie.

Anche posare queste cementine per il pavimento era molto veloce: infatti, veniva effettuata a toppa con la malta e le cementine erano posate direttamente e a differenza delle graniglie o marmette non venivano levigate e lucidate ma trattate con l’olio di lino che le rendeva idrorepellenti ed antimacchia. Questo tipo di soluzione fu adottata fino agli anni 40 del ‘900 per poi essere soppiantate dalla graniglia e dalla ceramica.

Al giorno d’oggi, si sta riscoprendo il sapore retrò che possono donare agli ambienti le cementine e architetti e progettisti le considerano delle soluzioni di grande fascino e pregio e per questo optano sempre di più per pavimenti in cementine abbinandoli a rivestimenti moderni. Infatti, oltre ad essere molto affascinanti sono anche molto versatili adattandosi con armonia a qualsiasi stile della casa.

come-fare-manutenzione-cementine-posa

Pulizia delle cementine

Ma perché le superfici in cementine rimangano belle per molto tempo, è fondamentale una corretta manutenzione. Vediamo cosa fare.

Innanzitutto, una manutenzione e pulizia ordinaria è importantissima perché non potendo essere levigate, macchie ostinate o graffi troppo profondi non potranno essere eliminati. Se amate questo tipo di pavimentazione sappiate che bisogna prendersene cura giornalmente passando l’aspirapolvere, azione che evita il depositarsi di residui di sporco che possono macchiare indelebilmente la superficie. Ricordate, inoltre, di utilizzare detergenti delicati, neutri ed acqua. Il caro buon sapone Marsiglia risulta sempre essere un alleato fidato.

 

come-fare-manutenzione-cementine-4

Manutenzione vera e propria: cosa fare

Le cementine sono rivestimenti molto delicati e per questo motivo bisogna sapere perfettamente cosa fare. Per effettuare una corretta manutenzione, ecco cosa fare:

  • ricorrere a lavaggi deceranti
  • utilizzare abrasivi idonei
  • stendere un protettivo e prodotti di finitura come la cera
  • se vi sono macchie ostinate o graffi profondi naturalmente dovrete ricorrere all’intervento di un professionista (ma ricordate: non andranno mai via definitivamente) che opterà, quasi sicuramente, per la micro-levigatura, un’operazione che effettuerà con luso di una monospazzola ad acqua o con pads diamantati per donare appunto un effetto di lifting

come-fare-manutenzione-cementine-1

Cosa non fare

Accanto a tutte le best practice da effettuare per la corretta manutenzione delle cementine, naturalmente vi segnaliamo anche una piccola lista di prodotti che dovete assolutamente evitare se non volete rischiare di rovinare la pavimentazione. Penna alla mano:

  • solventi all’acquaragia
  • ammoniaca
  • acido muriatico
  • acido cloridrico
  • acido nitrico
  • detergenti che si usano per il wc
  • prodotti disincrostanti per il calcare

come-fare-manutenzione-cementine-6

Come fare la manutenzione delle cementine: l’impermeabilizzazione

Per terminare, vi ricordiamo un passaggio fondamentale nella manutenzione delle cementine ed è l’impermeabilizzazione. Le mattonelle cementine, in generale, tendono ad assorbire vapore, acqua e liquidi e dunque se avete intenzione di posizionarle in ambienti umidi – come possono essere cucina e bagno – questa è un’operazione da non poter assolutamente tralasciare.

Per quanto necessario, è davvero molto semplice impermeabilizzare le cementine: vi basterà utilizzare un buon prodotto antimacchia e passarlo sull’intera superficie con l’ausilio di un pennello o di un rullo. Ricordate di rivestire le fughe e rimuovere il prodotto in eccesso!

come-fare-manutenzione-cementine-6

Come fare la manutenzione delle cementine: foto e immagini

Adesso che avete compreso come fare una buona manutenzione delle cementine, potrete finalmente scegliere questo tipo di soluzione per la vostra nuova casa e se non vi abbiamo ancora convinto sfogliate la galleria seguente per trarre ispirazione.