Paraschizzi cucina cementine: materiali, tipologie, consigli utili

Un trend diffusissimo dell’arredamento di interni è sicuramente l’utilizzo delle cementine come paraschizzi in cucina. Vuoi saperne di più in merito? Scopri tipologie, materiali, origini e prezzi di questa particolarissima piastrella.

paraschizzi-cucina-cementine-copertina

Ripescata dal passato in tutta la sua potenza decorativa, la cementina – una tipologia di piastrella ricavata a partire dal cemento, appunto – è tornata in voga negli ultimi anni non solo nel suo utilizzo originario di rivestimento pavimentale, ma anche come rivestimento murario. L’ambiente domestico in cui le cementine trovano una destinazione perfetta è sicuramente la cucina, dove sono utilizzate soprattutto come paraschizzi.
Qui, le ultime tendenze ne indicano un massiccio utilizzo soprattutto per le loro caratteristiche intrinseche: infatti, le cementine sono piastrelle molto resistenti all’usura, sono di facile manutenzione e pulizia, idrorepellenti e, non meno importante, la grande varietà di forme e decori le rende adattabili a qualsiasi stile d’arredo tu abbia scelto per la tua cucina. Scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere in merito.


Leggi anche: Tavolini da salotto: 40 idee di materiali, stili, prezzi e come arredare

paraschizzi-cucina-cementine-copertina-2

Cementine: qualche cenno storico

Nate sul finire del XIX secolo, le cementine trovano impiego soprattutto nelle pavimentazioni delle case signorili per la loro robustezza, economicità e velocità di posa effettuata a mano. Esse non venivano lucidate a piombo come la graniglia ma veniva passata una mano di olio di lino per renderle antimacchia e idrorepellenti.  Le forme tipicamente originarie erano la quadrata e l’esagonale e i colori erano ottenuti dalla miscela di ossido di ferro e polvere di marmo, mentre la base, come dice il nome, era costituito da cemento.

paraschizzi-cucina-cementine-1

Cementine paraschizzi in cucina: le forme

Le cementine, dunque, sono oggetti vintage, oggi, attualizzati e trasformati nelle forme, nei colori, nei decori replicati adattandosi perfettamente al gusto contemporaneo.
Come detto, è possibile trovare in commercio cementine di ogni forma per rispondere a esigenze sempre diverse, anche se rimane una certa volontà di limitarsi alle due forme originarie: quella esagonale e quella quadrata. Stai pensando di utilizzarle come paraschizzi della tua cucina? Ecco le forme ideali.

paraschizzi-cucina-cementine-2

Cementina esagonale

La forma probabilmente più classica in assoluto, quella della tradizione che oggi viene prodotta anche in misure diverse. In generale, troviamo cementine da 20 cm e 25 cm con tantissime tipologie di decoro o a tinta unita. Questa tipologia conferisce all’ambiente un aspetto gradevole e chic: sceglile nelle tonalità chiare e con motivi geometrici se la tua cucina è di piccole dimensioni; se invece possiedi un ambiente molto grande e luminoso puoi optare per combinazioni a contrasto per un impatto estetico bellissimo. Se hai prediletto uno stile vintage, scegli cementine in stile liberty sui colori del tortora o su piastrelle a tinta unita.


Potrebbe interessarti: Lavello cucina: guida completa marchi, prezzi e consigli

paraschizzi-cucina-cementine-esagonali

Cementina quadrata

Di formato quadrato ne esistono davvero tante, si va dal 10×10 ai 16×16, dai 20×20 passando per 25×25 fino ad arrivare ai 30×30.  È un formato molto basic ma dalla bellezza intramontabile, da utilizzare sia nel caso di una cucina classica che in una delle linee più moderne.

Insomma, un evergreen con cui non puoi sbagliare: puoi sceglierla sia come rivestimento dell’intera parete oppure optare per dare carattere a pochi spazi dellacucina, come la striscia paraschizzi oppure il retro del top. Un piccolo accorgimento sulla posa: cerca di non creare fughe troppo larghe ma di posizionare le cementine vicine il più possibile, questo permetterà alle fughe di rimanere sempre pulite evitando che gli schizzi derivanti dalla cottura del cibo possano macchiarle.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

paraschizzi-cucina-cementine-quadrato

Paraschizzi in cucina: alternative alle cementine

Anche se originariamente le cementine erano molto economiche, oggi il loro prezzo si è gonfiato parecchio. Per questo motivo sempre più aziende propongono delle alternative molto valide che riproducono fedelmente l’estetica della cementina.

Cementine adesive

Per chi ha a disposizione un budget limitato ma non vuole rinunciare alla bellezza delle cementine può optare per quelle adesive. Si tratta di particolari fogli adesivi, solitamente costruiti con materiali plastici o pvc, che imitano perfettamente l’estetica delle cementine vere.

Sostanzialmente si tratta di film molto sottile da incollare, nel nostro caso, sulla striscia dei paraschizzi ma anche sull’intera parete anche se al di sotto ci sono già piastrelle di altro genere. Oltre alla possibilità di ricreare perfettamente la texture delle cementine, sono molto economiche e facili da applicare: perfette per la tua cucina!

paraschizzi-cucina-cementine-adesivi

Cementine Gres

Un’altra alternativa alla cementina artigianale è quella di utilizzare piastrelle in gres porcellanato che imitano alla perfezione la consistenza e i decori tipici delle cementine. Quelle in gres hanno molti vantaggi tra cui: maggiore resistenza al calore e alle abrasioni e una gamma più ampia di formati e finiture.

paraschizzi-cucina-cementine-gres

Cementine antiche di recupero

Se proprio non puoi rinunciare alle vere cementine, c’è un’ultima possibilità e cioè quella di acquistarle come materiale di recupero, magari proveniente da ristrutturazioni di vecchi immobili o abitazioni. Il più delle volte, è una scelta davvero vantaggiosa soprattutto se le cementine hanno bisogno di essere restaurate. Rivolgiti a un esperto in materia: saprà ridare loro vita e potrai inserirle in modo perfetto all’iterno della tua cucina, come paraschizzi.

paraschizzi-cucina-cementine-recupero

Paraschizzi cucina cementine: prezzi

Come anticipato, i prezzi al metro quadro delle cementine non sono così abbordabili: si va da circa 50 euro al metro quadro per modelli a tina unita prodotti in serie, passando per i 90 euro per le esagonali a 4 colori e motivi geometrici prodotti semi artigianalmente; finenendo ai modelli che costano circa 120 euro al metro quadro trattandosi però di cementine artigianali, uniche nel loro genere, totalmente personalizzate.

paraschizzi-cucina-cementine-3

Paraschizzi cucina cementine: immagini

Lasciati ispirare dalla nostra galleria di immagini: potrai trovare tanti esempi e idee di paraschizzi per cucina in cementine, adatte a qualsiasi esigenza di gusto e d’arredo.

Marika Manna
  • Laurea in Editoria e Giornalismo
  • Autore specializzato in Lifestyle, Casa, Arredamento, enogastronomia
Suggerisci una modifica