Terreno agricolo: cosa si può costruire e permessi da richiedere


Si può costruire una casa in muratura o prefabbricata su un terreno agricolo? Quali permessi occorrono? A chi rivolgersi? Scopri cosa fare in questo articolo.

costruire-terreno-agricolo-5


Un terreno agricolo è un’area del territorio comunale destinata alla coltivazione agricola, oppure all’allevamento o alla salvaguardia delle zone boschive.

E’ possibile costruire su un terreno agricolo?

Se possedete un terreno agricolo, o volete acquistarlo e volete sapere cosa è possibile costruire, se si può costruire una casa prefabbricata e quali permessi occorrono, ecco una piccola guida che vi aiuterà a capirne di più.


Definizione di terreno agricolo

Un terreno agricolo è per sua definizione uno spazio destinato alla coltivazione di piante o all’allevamento di animali.

casa-campagna-terreno-agricolo

Per questo motivo la sua destinazione principale non prevede la realizzazione di case o soluzioni abitative, tranne che per alcune eccezioni che vedremo in seguito.


Leggi anche: Veranda: tipi e permessi

Ogni Comune definisce, attraverso il Piano Regolatore Comunale o attraverso il Piano Urbanistico, le zone del proprio comune destinate alla coltivazione, alla realizzazione totale o parziale di soluzioni residenziali, di aree produttive.

Ogni zona del territorio viene indicata con una lettera.

  • Zona A. Si tratta del cosiddetto centro storico. Vale a dire di quella parte del centro urbano sottoposto a particolari vincoli urbanistici che mirano alla conservazione e alla valorizzazione del patrimonio artistico e culturale del territorio.
  • Zona B comprende le aree del territorio comunale solo in parte edificate.
  • Zona C. Si tratta delle aree del territorio destinate alla costruzione di nuovi complessi residenziali o alberghieri.
  • Zona D, riguarda le aree destinate alle attività produttive industriali, artigianali, di servizi.
  • Zona E. E’ il territorio destinato alla produzione agricola, alla coltivazione di prodotti alimentari.
  • Zona F: rappresenta le aree del territorio destinate alla creazione di spazi pubblici di interesse generale, come ospedali, centri sportivi ed altro.

E’ evidente quindi, che la zona E comprende quindi non solo i campi destinati alla coltivazione, ma anche parti di territorio come colline, aree boschive, dove l’edificazione è estremamente ridotta o assente.

costruire-terreno-agricolo

A questo punto viene spontaneo chiedersi: è possibile costruire una casa in una Zona E?

Cosa di può costruire su un terreno agricolo

Nonostante esistano forti vincoli e limiti per costruire su un terreno agricolo, è possibile farlo a patto di rispettare le seguenti condizioni.

  • Su un terreno agricolo, si possono sempre costruire depositi o magazzini, in legno o in altro materiale, se destinati all’uso agricolo. Ad esempio si possono costruire silos per la raccolta di granaglie, ma anche magazzini o depositi per lo stoccaggio di mezzi agricoli.
  • Si possono costruire case o soluzioni abitative, solo a patto che il proprietario del terreno agricolo sia un imprenditore agricolo o un coltivatore diretto. La casa deve essere utilizzata come residenza del proprietario del terreno o per ospitare operai che lavorano nel terreno. Anche in questo caso però bisogna rispettare il cosiddetto indice di fabbricabilità.


Potrebbe interessarti: Terreno per orto: tipi e preparazione

costruire-terreno-agricolo-4

L’Indice di fabbricabilità si riferisce al rapporto tra estensione del terreno agricolo e dimensione dell’immobile che si intende costruire.

Tale rapporto deve essere di 0,03 metri cubi a metro quadro. Vale a dire, per fare un esempio, che su un terreno di circa 10.000 mq, si può costruire una casa di  300 metri cubi, corrispondenti ad una superficie di circa 100 mq. Questo indice può essere ulteriormente modificato a livello comunale o regionale. L’obiettivo è quello di salvaguardare l’ambiente e tutelare il territorio.

Casa prefabbricata in zona agricola

costruire-terreno-agricolo-6

Molto spesso si crede erroneamente che per costruire una casa prefabbricata su un terreno agricolo  non ci siano nè limitazioni, ne permessi da richiedere.

Costruire una casa prefabbricata in legno o in qualsiasi altro materiale ha invece le stesse limitazioni di un edificio tradizionale.

Per costruire un prefabbricato bisogna richiedere gli stessi permessi che occorrono per una casa in cemento o in muratura.

Permessi

Quali permessi occorrono per costruire una casa in un terreno agricolo?costruire-terreno-agricolo-11 Che si tratti di una casa in muratura o di un prefabbricato in legno occorre richiedere:

  • il permesso di costruire, rilasciato dall’ufficio tecnico del Comune;
  • il nulla osta degli enti competenti, soprattutto nel caso il terreno si trovi in una zona sottoposta a vincolo paesaggistico, ambientale, idrogeologico;
  • calcolare l’indice di fabbricabilità del terreno.

Destinazione urbanistica di un terreno

costruire-terreno-agricolo-10

Come si fa a sapere qual è la destinazione urbanistica di un terreno?

Per avere il certificato di destinazione urbanistica di un terreno di proprietà o che volete acquistare, occorre rivolgersi all’ufficio tecnico comunale. In questo certificato saranno riportati la zona di appartenenza del terreno (Zona E se si tratta di terreno agricolo), l’indice di fabbricabilità del terreno e la presenza di vincoli che insistono sul terreno di vostro interesse.

Per richiedere questo certificato occorre compilare un modulo con i propri dati e quelli del terreno, completo di marca da bollo.

A questo modulo occorre allegare un estratto di mappa aggiornata, la ricevuta di un versamento intestato al Comune di riferimento, un documento di identità. Il documento rilasciato ha la validità di un anno.

Costruire su un terreno agricolo: foto e immagine

Marcella Piegari

Commenti: Vedi tutto