Bonus casa 2024, fine lavori entro 90 giorni: pronta la piattaforma online

Autore:
Laura Scarpellini

Bonus casa 2024 che stavolta necessità di porre l’attenzione sulla trasmissione dei dati riguardanti il termine degli interventi edilizi, che rientrino nelle agevolazioni fiscali. Fondamentale si rivela essere il nuovo portale Enea, messo a disposizione degli italiani al fine di poter trasmettere le pratiche online. Dallo scorso 26 gennaio la piattaforma digitale sarà fondamentale in relazione alla prossima scadenza del 25 aprile. Ecco perché.

Progetto, Pc
Photo by StartupStockPhotos – Pixabay

Bonus casa2024: qualcosa si più su Enea

Come primo step sarà necessario andare a fare un po’ di chiarezza su cosa sia di fatto l’Enea. Si tratta in poche parole dellAgenzia nazionale che ha come focus le nuove tecnologie in essere, l’energia e il tanto inseguito sviluppo economico all’insegna della sostenibilità. Di recente la piattaforma digitale di riferimento ha veduto un importante aggiornamento che è possibile da visualizzare andando a connettersi all’indirizzo bonusfiscali.enea.it.

Su questa pagina istituzionale si possono subito individuare due macro aree: con colore blu si farà riferimento all’Ecobonus, le news Bonus casa saranno individuabili invece nell’area in verde. Ecco quindi che nella sezione blu si potranno avere maggiori delucidazioni in merito alle modalità di a tutti i bonus messi a punto  per attuare l’ottimizzazione dell’efficienza energetica.

Le indicazioni elencate nel riquadro verde invece andranno a definire quegli interventi riguardanti le fonti rinnovabili e il risparmio energetico.

Edilizia
Photo by whitesession – Pixabay

Cosa bisogna trasmettere all’Enea in relazione ai Bonus casa

Perché è così importante la piattaforma dell’Enea? Sulla piattaforma istituzionale gli italiani dovranno andare ad inviare i propri dati in riferimento agli interventi edilizi che siano stati effettuati sui propri immobili. Sarà bene tenere presente che per poter accedere al nuovo portale messo a punto per l’Enea, sarà necessario essere in possesso delle proprie credenziali Spid o Cie.

Una volta effettuato l’accesso si potrà fruire sia della sezione relativa ai Bonus casa dove sarà possibile andare ad inserire le pratiche attinenti al Bonus ristrutturazione, avendo come area d’interesse l’efficientamento energetico dello stabile.

Altra opzione sarà quella invece di visitare la sezione riservata all’Ecobonus, in cui sarà possibile inoltrare tutti gli interventi eseguiti su di un’immobile già esistente, riguardanti la riqualificazione energetica di un immobile esistente.

Edilizia
Photo by anncapictures – Pixabay

Scadenza del 25 aprile: perchè segnarla in agenda

La data del  termine dei lavori edilizi eseguiti presso la propria abitazione, deve essere trasmessa sul portale dell’Enea, tassativamente entro 90 giorni. Tale procedura si rende necessaria ogni qualvolta che si richiede l’accesso alle agevolazioni fiscali in essere in merito ai Bonus casa. Pertanto tutti coloro che che hanno eseguiti lavorazioni che hanno avuto termine nell’arco di tempo incluso tra il 1° e il 26 gennaio scorso, dovranno tener conto della data del prossimo 25 aprile 2024.

In questo frangente il termine dei 90 giorni avrà decorrenza solo dall’operatività del nuovo portale, messo a punto lo scorso 26 gennaio 2024.Per poter effettuare la trasmissione dei dati sarà necessario provvedere alla propria registrazione sul portale Enea, se non si è già provveduto in passato. Si potrà scegliere tra persona fisica, o giuridica.

Per coloro che abbiano già provveduto in passato, basterà eseguire un semplice login. In ogni momento gli utenti potranno comunque fare ricorso al supporto dell’assistente virtuale, che li seguirà passo passo, in tutte le procedure digitali della piattaforma.