Nuove etichette energetiche, ecco come si leggono in modo corretto

Autore:
Elisa Cardelli
  • Autore - Laurea in Semiotica

Le nuove etichette energetiche vanno lette con attenzione per comprendere correttamente ogni aspetto in quanto sono divise in tre parti differenti. Vediamo allora tutto quello che c’è da sapere.

Lavatrice
Photo by moerschy – Pixabay

Ogni elettrodomestico ha un’etichetta energetica che permette di comprendere meglio quant’è il suo consumo e quanto il suo impiego impatta sull’ambiente. Le nuove etichette energetiche sono differente rispetto a quelle che siamo abituati a vedere sopra agli elettrodomestici, ma come si leggono? Scopriamo insieme tutti i dettagli da conoscere.

Le nuove etichette hanno un Qr code

Frigorifero
Photo by PIRO4D – Pixabay

Le nuove etichette energetiche sono caratterizzate dalla presenza di un Qr code sopra alle stesse. Questo va scansionato con il proprio smartphone in maniera da potersi collegare a una vera e propria banca dati all’interno della quale si possono trovare delle schede dei prodotti complete di tutti i dettagli utili per una maggiore comprensione.

Grazie a questo escamotage del Qr code, diventa possibile fornire ai consumatori maggiori informazioni nonostante il poco spazio disponibile sopra all’etichetta fisica. Potendo accedere a tutte le info utili, i consumatori allori hanno l’opportunità anche di effettuare rapidi confronti tra i diversi modelli di elettrodomestici.

Questa soluzione innovativa e tecnologica è apprezzabile in quanto aiuta concretamente a comprendere meglio tutto quello che c’è da sapere sull’elettrodomestico.

Come leggere la nuova etichetta energetica

Introdotta dall’Unione Europea nel 2023, la nuova etichetta energetica è in grado di fornire delle importanti informazioni quando si va ad acquistare un prodotto.

Per leggerla correttamente è necessario sapere che sulla parte superiore dell’etichetta ci sono scritti:

  • marca del prodotto
  • logo dell’Unione Europea
  • codice del prodotto

Nella parte centrale dell’etichetta si può notare scritta la classe di efficienza energetica dell’elettrodomestico.

In particolare, ci sono sette frecce colorate con a fianco scritta la lettera della classe energetica corrispondente. In alto c’è una freccia verde (corrispondente al consumo più basso di energia) e poi per ultima in basso c’è una freccia rossa (che corrisponde al consumo più alto di energia). Tra le frecce ce n’è una di colore nero che indica qual è la classe energetica dell’elettrodomestico.

Nella parte infondo dell’etichetta è scritto qual è il consumo annuo di energia elettrica in kWh. Non mancano anche dei pittogrammi che indicano quali sono le caratteristiche tecniche di quello specifico elettrodomestico come le emissioni sonore in decibel oppure il consumo di acqua.

Appare quindi chiaro che nella nuova etichetta energetica sono presenti tutte le informazioni necessarie per comprendere ogni singolo aspetto dell’elettrodomestico che si vuole o che si ha acquistato. Saperla leggere con la giusta attenzione è la maniera migliore per riuscire a comprendere ogni dettaglio e dunque essere informati in merito alle caratteristiche del prodotto.

Nuove etichette energetiche, ecco come si leggono in modo corretto: foto e immagini

Vi siete mai domandati come si leggono le etichette energetiche dei nuovi elettrodomestici? In questo articolo abbiamo compreso come la nuova etichetta è formata in modo tale da non commettere errori durante la lettura. Ecco allora una galleria immagini di riferimento.

Potrebbe interessarti Macchie di Etichette rimedi