Tamerice coltivazione


Tamerice-Tamarix-gallica

La Tamerice è una pianta coltivata a scopo ornamentale nei giardini e nei parchi pubblici per la sua spettacolare fioritura e per l’armonia della sua bellissima chioma.


Caratteristiche generali Tamerice

La Tamerice, Tamarix, è un pianta arbustiva appartenente alla famiglia delle Tamaricaceae proveniente dalle zone costiere dell’Europa meridionale, India e Cina.

La pianta, alta non più di 6 – 7 m è provvista di un robusto apparato radicale, un tronco nodoso con corteccia di colore rosso porpora scuro.

La chioma espansa ed elegante è formata da rami lunghi e sottili.

Le foglie dalla forma di piccoli aghi triangolari sono disposte a spirale sui rami e la loro consistenza è carnosa.

Tamerice-fiori

Durante il periodo della fioritura, primavera-estate, la Tamerice si ricopre di nuvole di fiori di colore rosa.

fiori, riuniti in vistose e spettacolari infiorescenze a spighe, sono apprezzati per il loro delicato profumo.

Ai fiori seguono i frutti delle bacche piramidali di colore marrone contenenti dei piccoli semi secchi.

Tamerici-ornamentale

Coltivazione Tamerice

Esposizione

Ama i luoghi luminosi e soleggiati per molte ore al giorno; non teme il freddo, ma teme le gelate tardive.

Terreno

Predilige un terreno sciolto misto a sabbia e ben drenato.

Annaffiature

Le piante adulte si accontentano delle acque piovane mentre gli esemplari giovani vanno irrigati regolarmente nei periodi di prolungata siccità.

Concimazione

Ogni 2 o 3 anni, in primavera o in autunno, somministrare alla base della pianta del concime organico ben maturo.

Tamerici-gallica

Moltiplicazione Tamerici

La moltiplicazione della Tamerici avviene per seme in primavera; la pianta può essere propagata in autunno anche per talea legnosa. Le talee prelevate con cesoie ben affilate vanno messe a radicare in un miscuglio di sabbia e torba.

Potatura Tamerice

Al fine di ringiovanire la chioma e favorire la fioritura si potano tutti i rami secchi e si accorciano quelli troppo lunghi.

Tamerice coltivazione

Parassiti e malattie della Tamerici

La pianta soffre il mal bianco o oidio se il clima è eccessivamente umido e tra i parassiti animali teme l’attacco della Metcalfa e delle larve dei rodilegno che scavano vistose gallerie nel tronco e sui rami.

Galleria foto Tamerice

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta