Prato: cura e manutenzione-rifacimento

Come prendersi cura del prato del proprio giardino? Come fare per assicurarsi una crescita ottimale e vederlo sempre verde e rigoglioso? Qualche pratico consiglio e suggerimenti per un prato perfettamente tenuto.

curaprato-01

Niente di meglio di affacciarsi dalla finestra di casa e ammirare un giardino ordinato e rigoglioso con un bel prato, verde, florido e ben tenuto. Spesso, tuttavia, si sottovaluta l’importanza di questo elemento del giardino, oppure l’eccessivo calpestio ne rovina l’aspetto. Come fare per risolvere i vari problemi relativi alla cura del vostro tappeto erboso? In questo articolo affronteremo varie tematiche sull’argomento: i semi migliori da piantare, le tempistiche per i vari lavoretti di manutenzione, ma anche i principali nemici della salute e della bellezza del prato.Scoprite, con questa breve guida, come far crescere al meglio l’erba del vostro prato e regalare alla casa un giardino dal verde lussureggiante.

curaprato-00

1. Scegliere i semi giusti

curaprato-02

Il primo step per ottenere un bel prato verde e folto è scegliere il giusto tipo di semi da piantare. Dovranno essere valutati diversi fattori: innanzitutto, il clima del posto in cui abitate. A seconda che vi troviate in un posto più o meno freddo, oppure caldo, o ancora umido, dovrete scegliere una specifica tipologia di semi.

Fra gli altri elementi da valutare troviamo: scarsità o meno di piogge, pendenza del terreno, esposizione del giardino alla luce solare durante il giorno e, ancora, il tempo che abbiamo da poter dedicare alle sue cure. Ad esempio, se vivete in un clima afoso e dove le piogge non sono frequenti, potrebbero fare al caso vostro i semi di gramigna. Questa varietà, pur non essendo fine come il prato all’inglese, ha un’ottima resa, è calpestabile e richiederà meno cure da parte vostra.

2. Composizione e Ph del terreno

curaprato-03

Altro fattore molto importante di cui tenere conto prima di passare alla semina e alla preparazione del vostro prato riguarda la composizione del terreno. Innanzitutto, assicuratevi che sia sufficiente morbido e con il giusto substrato da consentire lo sviluppo di semi e radici: deve essere arioso al punto giusto, in modo che le piante possano germogliare e che circolino bene aria e acqua senza ristagni.

Se necessario, prima della semina, aggiungete della torba e dissodate il terreno. Per essere ancora più scrupolosi, potreste controllare anche il ph della vostra terra. Se fosse troppo acido, potreste aggiungere dei composti a base di nitrato di calcio, ma questo evento è poco frequente. Capita, invece, di trovarsi di fronte terreni troppo alcalini: per correggere, aggiungete del solfato ammonico.

3. Procedere alla semina

curaprato-06

Molto importante scegliere il giorno giusto per seminare. Prima di spargere i semi sul terreno assicuratevi che non ci sia vento: può sembrare una questione da poco, ma questo elemento atmosferico rischia di compromettere il buon esito del lavoro. Per essere, poi, quanto più precisi possibili con dosi e quantità, e zone in cui seminare, potreste servirvi di una macchina seminatrice ad hoc.

Se volete procedere manualmente, invece, potreste utilizzare una tecnica che viene definita a spaglio, che prevede anche di mescolare, ai semi, della sabbia. Dopo aver effettuato un primo giro di semina, attendete qualche settimana e ripetete: in qualche mese il vostro prato sarà bellissimo e invidiabile.

4. Ritocchi al prato

curaprato-05

Osservate la crescita del manto erboso: se dovessero risultare zone vuote, o nelle quali i semi sembrano non aver attecchito, procuratevene altri della stessa tipologia e distribuiteli. In questo modo tamponerete l’effetto a chiazza, poco gradevole da un punto di vista estetico. Se avete dei dubbi, piuttosto che sprecare semi, aspettate qualche giorno e osservate come e dove si sviluppano le piantine: spesso si tende a esagerare lungo i bordi del giardino e lasciare sguarnite le zone centrali.

5. Concime per un prato rigoglioso

curaprato-07

Abbiamo visto che controllare il ph del terreno e regolarne il livello prima della semina, aiuta a ottenere risultati migliori. Una volta seminato, però, per consentire all’erba di crescere più sana e robusta, potrebbe essere necessario concimare. Si consiglia di preferire un prodotto a lento rilascio: questi concimi nutrono il terreno per un periodo di tempo più lungo, e agiscono nell’arco di due/tre mesi.

Seminando in marzo, o aprile, periodi più raccomandati per queste operazioni, potreste concimare, quindi a giugno e a settembre. Di buona norma, si consiglia di organizzare un calendario preciso per assicurare questo genere di cure al proprio prato. L’elemento indispensabile per la crescita delle piantine è l’azoto: è presente in quasi tutti i concimi per prato, ma prestate attenzione comunque alle dosi rima di acquistarne uno.

6. Distribuzione del concime

curaprato-08

Possibile procedere manualmente alla distribuzione del concime sul nostro prato, ma prestate attenzione a non esagerare con le dosi. Una zolla troppo concimata rischia addirittura di bruciarsi. Per stare più sicuri, si può ricorrere all’uso di uno degli elettrodomestici da giardinaggio specifici per questi lavori, come i piccoli rider su ruote che concimano in maniera uniforme, senza eccessi. Una volta completata la distribuzione, procedete ad innaffiare il terreno per consentire agli agenti del concime di essere meglio assorbiti e cominciare a fare azione.

7. Cura del prato e manutenzione

Lawn mower.

Il prato più desiderato è quello all’inglese: fine, uniforme, non troppo alto e ben disciplinato. Per ottenere questo tipo di risultato vanno osservati i consigli che vi abbiamo dato fin qui più, ovviamente, la giusta cura e regolarità nelle tosature. Il modo migliore e più tecnologico per raggiungere lo scopo senza fatica, è affidarsi a un robot che sminuzzi i fili d’erba, piuttosto che limitarsi a tagliarli. In questo modo, le porzioni spezzettate andranno sul terreno e concimeranno a loro volta il prato. Procedendo con regolarità, vi assicurerete un giardino dall’aspetto omogeneo e uniforme, con un prato bello e lussureggiante.

Prato, cura e manutenzione: immagini e foto

Una rapida guida di consigli utili per prendervi cura del vostro giardino, regolare gli interventi di giardinaggio e regalarvi un prato rigoglioso ed uniforme.