Pimelea ferruginea – Coltivazione

La pimelea ferruginea è una pianta che non ha bisogno di grandi cure durante la sua coltivazione. Questo piccolo arbusto sempreverde è ideale per adornare aiuole e giardini rocciosi grazie ai suoi splendidi fiori di colore rosa o fucsia. Vediamo quindi quali sono gli accorgimenti da considerare per la corretta coltivazione della pimelea ferruginea nel proprio giardino.

Pimelea-ferruginea-coltivazione-01

Conosciuta anche come “piccolo buono” o “fior di riso rosa“, la pimelea ferruginea è una pianta davvero molto bella da vedere. Questo piccolo arbusto sempreverde, originario delle dune sabbiose e zone rocciose dell’Australia e della Nuova Zelanda, è perfetto per rendere il proprio giardino davvero unico. La pianta appartiene alla famiglia delle Thymelaeaceae e del genere Pimelea.

I bellissimi e caratteristici fiori di colore rosa o fucsia risaltano tra le foglie carnose della pianta. Durante il periodo della fioritura, la pimelea ferruginea è davvero appariscente e attira infatti subito l’attenzione dei passanti. Nonostante la sua bellezza, la pianta è ancora oggi poco conosciuta e poco diffusa. Vediamo quindi come coltivarla in maniera corretta per farla crescere al meglio tenendo in considerando i suoi bisogni.

Pimelea-ferruginea-coltivazione-02

Caratteristiche della pimelea ferruginea

Pimelea-ferruginea-coltivazione-03

La Pimelea è una pianta arbustiva sempreverde proveniente dall’Australia appartenente all’ordine delle Mirtacee. La pianta è composta da radici fascicolate molto robuste. La parte aerea, a sviluppo arbustivo, invece, è formata da numerosi fusti eretti, variamente ramificati, semi-legnosi e di colore marrone chiaro.

rametti sono ricoperti da piccole foglie cerose, alterne e lanceolate di colore verde scuro. Agli apici degli steli, durante il periodo della fioritura, compaiono infiorescenze ombrellifere di colore fucsia o rosa. Queste sono formate da un centinaio di piccolissimi fiori aventi forma tubulare e corolla con 4 petali. Dal calice dei fiori fuoriescono 3 minutissimi stami. La splendida fioritura a pompon della pianta dura dal mese di maggio fino alla fine dell’estate.

Terreno

Pimelea-ferruginea-coltivazione-04

La pianta, per crescere bene, ha necessità di un terreno specifico. Gli arbusti di questo tipo prediligono infatti substrati con un ph basso e ben drenati. Per la pimelea ferruginea è bene realizzare una miscela specifica formata da torba, pomice e sostanza organica in piccola parte. Questo tipo di terriccio, infatti, è il migliore in assoluto per la pianta e ne consente uno sviluppo rapido.

Concimazione

Pimelea-ferruginea-coltivazione-05

La concimazione della pimelea ferruginea deve avvenire molto frequentemente. Nello specifico, sarebbe opportuno fornire il concime arricchendo il terreno con stallatico alla fine dei mesi invernali. In alternativa, è possibile aggiungere durante le irrigazioni del concime per piante da fiore ogni circa 20 giorni.

Nel caso di piante di grandi dimensioni, suggeriamo di usare del concime granulare a lenta cessione. Questo deve essere utilizzato ogni tre o quattro mesi per fornire alla pianta tutte le sostanze necessarie.

Durante la primavera, poi, deve essere aggiunto del concime ricco di azoto e di potassio. Questi prodotti saranno difatti in grado di favorire lo sviluppo di nuovi fiori e di nuove vegetazioni.

Esposizione

Pimelea-ferruginea-coltivazione-06

Questa affascinante pianta cresce nel migliore dei modi solamente se viene posizionata in modo corretto. La pimelea ferruginea desidera infatti un’esposizione che le consenta di stare almeno alcune ore al sole diretto. Solo in questo modo, infatti, la sua fioritura potrà essere piena e durevole.

Temperature e clima

Pimelea-ferruginea-coltivazione-08

La temperatura ideale per la pimelea ferruginea è piuttosto elevata. Questa pianta infatti necessita di una temperatura minima superiore ai 15°C. Proprio per questo motivo sarebbe meglio mettere la pianta in vaso per poterla spostare in casa quando fa freddo.

Chiaramente è possibile anche piantarla nel giardino, ma anche in questo caso è necessario prestare attenzione. Durante il periodo invernale, suggeriamo di coprire la porzione di terreno vicino alle radici con delle foglie secche o materiale pacciamante. Questo accorgimento è davvero importante per proteggere la pianta dal clima rigido in quanto essa soffre le temperature fredde.

Irrigazione

Pimelea-ferruginea-coltivazione-09

La pimelea ferruginea deve essere irrigata solo saltuariamente perché non necessita affatto di grandi quantità di acqua. Per bagnare il terreno ricordiamo di utilizzare uno o due secchi di acqua ogni due o tre settimane.

Le piante coltivate in vaso, invece, hanno bisogno di quantità maggiori di acqua rispetto agli arbusti piantati in piena terra.

Malattie e parassiti

Pimelea-ferruginea-coltivazione-10

La pimelea teme è una pianta che, in genere, non soffre di particolari problemi. A volte può comunque subire l’attacco di afidi e cocciniglie, di conseguenza è bene prestare attenzione. Inoltre essa teme anche il marciume radicale causato dal ristagno idrico e dunque si deve cercare di evitare eccessi di acqua.

Pimelea ferruginea – Coltivazione: foto e immagini

La pimelea ferruginea è una pianta che spicca immediatamente nei giardini dove è coltivata. Per il momento, in Italia sono ancora poche le persone che la conoscono e la apprezzano a pieno. Proprio per questo abbiamo deciso di raccogliere alcune foto nella galleria immagini di seguito per permettervi di ammirarla.