Come non far seccare le piante quando si parte per le vacanze

Quando si parte per le vacanze estive c’è sempre il rischio di far seccare le proprie piante. Questa è certamente una preoccupazione sensata in quanto per un certo periodo non si sarà presenti a casa e quindi non si potranno annaffiare. Fortunatamente, esistono alcune soluzioni davvero efficaci che consentono di non far seccare le piante quando si è in vacanza. Vediamo quindi i consigli più utili per innaffiare le piante in vacanza.

annaffiare narciso in vaso 1

 

Le piante fanno parte della quotidianità di quasi tutte le persone, infatti praticamente chiunque ne possiede almeno un paio. Durante la vita di tutti i giorni si dedicano grandi attenzioni ad esse. Proprio per questo quando si va in ferie ci si sente a disagio al pensiero di abbandonarle. A destare maggiore preoccupazione è il fatto che le piante resteranno senza acqua per alcune settimane.

Come-non-far-seccare-piante-quando-si-parte-vacanze-01

I più fortunati possono chiedere a una persona di fiducia di prendersi cura delle piante, ma in tanti non hanno questa possibilità. Nel caso non abbiate qualcuno a cui lasciare le piante, è possibile seguire alcuni accorgimenti che eviteranno di far morire le piante. Vediamo quindi come non far seccare le piante quando si parte per le vacanze.

Come-non-far-seccare-piante-quando-si-parte-vacanze-02

Annaffiare preventivamente

Come-non-far-seccare-piante-quando-si-parte-vacanze-03

L’annaffiatura preventiva è un’ottima soluzione per chi ha intenzione di trascorrere pochi giorni fuori casa. Nel caso abbiate dunque in programma una vacanza breve, sarà possibile semplicemente annaffiare le piante molto bene prima di partire. Per riuscire ad idratare nel migliore dei modi le piante in vaso è consigliato seguire questo procedimento:

  1. Dare una prima annaffiatura.
  2. Aspettare qualche ora in modo da permettere al terreno di assorbire l’acqua completamente.
  3. Ripetere l’operazione annaffiando di nuovo la pianta.

Nel caso abbiate delle piante nel giardino, vi suggeriamo di procedere con la pacciamatura. Questa tecnica infatti consiste nel ricoprire il terreno con uno strato di materiale che rallenta l’evaporazione dell’acqua. Dopo una bella irrigazione, dunque, eseguite una pacciamatura in modo da mantenere il terreno umido favorendo così il benessere delle piante.

Tecnica della bottiglia rovesciata

Come-non-far-seccare-piante-quando-si-parte-vacanze-04

Nel caso abbiate in programma vacanze di oltre dieci giorni, l’annaffiatura preventiva non basterà per salvare le piante. In questo caso è necessario organizzarsi in altro modo per riuscire a idratare correttamente le piantine durante l’assenza da casa. Una soluzione ideale è quella di usare la tecnica della bottiglia rovesciata. Questa si esegue nel seguente modo:

  1. Riempire una bottiglia di plastica di acqua e chiuderla con il suo tappo.
  2. Fare dei buchi sul tappo utilizzando uno spillo scaldato con un accendino.
  3. Posizionare la bottiglia nel terriccio presente nel vaso tenendola a testa in giù.

Seguendo questo procedimento si permetterà alla bottiglia di rilasciare acqua lentamente. Questa soluzione è ideale per mantenere la pianta sempre correttamente idratata.

Tenere le piante alla luce in modo corretto

Come-non-far-seccare-piante-quando-si-parte-vacanze-05

Una buona soluzione per mantenere le piante domestiche idratate consiste nel lasciarle esposte alla luce correttamente. È sbagliato infatti fare buio in quanto le persiane devono essere lasciate aperte anche durante la vostra assenza in modo che la stanza sia illuminata. Se ci sono piante che si trovano al sole, è necessario spostarle in modo che i raggi solari non aumentino la traspirazione. Le piante che invece si trovano sul balcone devono essere addossate una vicino all’altra, meglio se nella zona più ombreggiata.

Bacinelle piene di acqua

Come-non-far-seccare-piante-quando-si-parte-vacanze-06

Un ottimo modo per mantenere il clima domestico correttamente umido è quello di lasciare bacinelle piene di acqua vicino alle piante. Questa soluzione consente di mantenere l’aria umida e dunque evita un’eccessiva traspirazione. Grazie a queste bacinelle, dunque, il consumo di acqua delle piante sarà molto ridotto.

Acqua complessata

Come-non-far-seccare-piante-quando-si-parte-vacanze-07

L’acqua complessata è un’ottima soluzione per irrigare le piante quando non siamo a casa. In commercio è possibile trovare questo prodotto che consiste in acqua in gel formata da fibre naturali e acqua demineralizzata. I microorganismi del terreno scompongono la cellulosa e liberano l’acqua per un tempo che va dai 15 ai 20 giorni. Questa deve essere aggiunta al terriccio allo scopo di liberare acqua e mantenere idratata la pianta. In vendita ci sono anche flaconi che si inseriscono capovolti nel terreno vicino al fusto.

Vasi auto innaffianti

Come-non-far-seccare-piante-quando-si-parte-vacanze-08

Esistono anche dei comodi vasi auto innaffianti che hanno un’intercapedine che consente la riserva dell’acqua. In questi vasi sono presenti stoppini o particolari membrane che consentono il rilascio graduale dell’acqua.

Come non far seccare le piante quando si parte per le vacanze: foto e immagini

Per non far seccare le piante quando si parte per le vacanze è fondamentale seguire i consigli che vi abbiamo forniti. Se ancora avete dei dubbi su come comportarvi per evitare che le piante muoiano, vi suggeriamo di dare un’occhiata alla galleria immagini. Prendetevi dunque qualche minuto per scorrere le foto che abbiamo raccolto.