Godezia coltivazione

godezia-fioritura

La Godetia comunemente chiamata Godezia è una pianta da fiore adatta per le bordure e le aiuole dei  giardini, facile da coltivare anche in vaso sui balconi  e terrazzi, apprezzata per i suoi splendidi fiori utilizzati anche come fiori recisi.

godetia-godezia

Caratteristiche Godetia – Godezia

La Godetia è una pianta erbacea annuale della famiglia delle Onagraceae originaria della California e diffusa in tutte le regioni caratterizzate da un clima mite.

La pianta, alta circa 60 cm, è dotata di una robusta radice fascicolata che produce lunghi steli eretti di colore verde scuro.

Le foglie, oblunghe, con apice appuntito e a margini lisci, sono di colore verde scuro sulla pagina superiore e verde chiaro su quella inferiore.


Leggi anche: Bordure

godetia

I fiori, portati sugli apici degli steli, sono riunite in infiorescenze a spighe. La corolla dei fiori, semplice o doppia, è formata da grandi petali bianchi, rosa, rosso, porpora e, in alcune specie anche bianchi con screziature rosate.

Fioritura Godezia

A seconda della specie fiorisce in estate tra giugno ed agosto inoltrato regalando splendide macchie di colore.

godetia-qwarf-mixed

Coltivazione Godetia

Esposizione

Non ama i raggi diretti del sole e pertanto va coltivata in luoghi parzialmente soleggiati o ai piedi di alberi ad alto fusto o di arbusti. Teme il freddo e le correnti d’aria. Le Godezie allevate in vaso vanno collocate in luoghi

Terreno

Anche se si adatta abbastanza bene al comune terreno da giardino, il substrato ideale  è un miscuglio composta da terriccio misto a torba e sabbia. Per la coltivazione in vaso si consiglia di stratificare sul fondo un po’ di argilla espansa o del pietrisco grossolano per evitare il contatto diretto delle radici con l’acqua di sgrondo.


Potrebbe interessarti: Piante pericolose e velenose per i bambini conseguenze e cosa fare

rinvaso

Annaffiature

Durante il periodo dello sviluppo e della crescita la pianta va regolarmente annaffiata a giorni alterni; durante il periodo della fioritura e soprattutto nelle giornate più calde dell’estate va annaffiata tutti i giorni con moderazione, preferibilmente nelle prime ore del mattino. Per le piante coltivate in piena terra diradare le annaffiature in relazione alle piogge.

Concime-granulare


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Concimazione

In primavera somministrare un concime specifico per piante da fiore ricco di azoto (N), potassio(K) e fosforo(P) per  favorire la crescita della pianta. Per tutta l’estate concimare la Godetia con un concime ricco di potassio per stimolare una maggiore produzione fiori.

Potatura Godezia

La Godetia non necessita di interventi di potatura ma vanno comunque eliminati gli steli sfioriti e le parti danneggiate. I fiori freschi e ancora in boccio da utilizzare in composizioni floreali vanno recisi con tagli obliqui utilizzando sempre delle forbici ben affilate e disinfettate.

Moltiplicazione Godezia

Si effettua per seme in tardo in autunno o in primavera tra marzo – aprile ovvero quando il periodo delle gelate notturne è del tutto scongiurato.

Semina Godetia in piena terra

I semi vanno messi a dimora in un terreno ben lavorato, soffice e a circa 1 cm di profondità. Dopo la germinazione e quando le piantine di Godezia saranno abbastanza sviluppate potranno essere diradate a distanza di 30 cm, scartando quelle più deboli e meno sviluppate.

Se la semina della Godetia viene fatta nel periodo autunnale per creare macchie di colore anche in inverno è consigliabile coltivarle in vaso e in luoghi luminosi e riparati dalle correnti d’aria e dal freddo.

Rinvaso Godezia

Si tratta di una pianta erbacea annuale e pertanto non richiede rinvasi. Per favorire un adeguato sviluppo della Godezia si consiglia però di utilizzare vasi o fioriere abbastanza capienti.

Godetia

Parassiti e malattie Godezia

Non si segnalano malattie o parassiti particolari come afidi o cocciniglia. Soffre il marciume delle radici se il substrato di coltura non è ben drenato e il mal bianco o oidio se il clima è troppo umido o piovoso.

Talvolta i semi vengono attaccati da virus e in questo caso è inutile seminarli perchè produrranno piante deformi e poco sviluppate.

Se il terreno di coltura è troppo umido e fertile, la godezia è sensibile agli insetti terricoli, alcuni visibili anche ad occhio nudo come il grillotalpa altri invece come le larve dei coleotteri elateridi, del maggiolino o delle nottua, e delle tipule, anche se più piccoli sono visibili la sera dopo il tramonto del sole.

Gli insetti terricoli nutrendosi delle radici, dei fusti basali, dei  germogli teneri e delle foglie provocano rapidamente il deperimento della pianta.

Cure e trattamenti

Se smuovendo il terreno alla base del cespo si notano colonie di uova, per  evitarne la schiusa e per combattere le infestazioni di insetti distribuire sul terreno, attorno al colletto della Godezia un insetticida specifico in forma granulare o in polvere.

godetia-fiori

Varietà di Godezia

Le varietà rustiche e le cultivar nane più conosciute e coltivate un po’ ovunque ricordiamo:

Godetia amoena

Godetia-amoena

La Godetia amoena un’erbacea annuale proveniente dall’America settentrionale, alta 30-60 cm,  Si con foglie lanceolate, fusti sottili e fiori lilla o rosa-rossi che sbocciano tra giugno e luglio.

Godetia Grandiflora

la Godetia grandiflora, un’erbacea annuale alta 30-40 cm, che produce fiori rosa-porpora da giugno ad agosto.

Godetia Flowered Mixed

la Godetia flowered Mixed una specie che produce tantissimi fiori con caratteristici petali con margini ondulati e sfrangiati simili a quelli dell’azalea.

Godetia Crimson Glow

la Godetia Crimson Glow con fiori dalle tinte vivaci alta circa 25 cm.

Godetia Dwarf Mixed

la Godetia Dwarf Mixed una varietà alta più di 30 cm che produce fiori con petali con sfumature bianche, rosa e rosse.

godetia_amoena

Linguaggio dei fiori

La Godetia nel linguaggio dei fiori simboleggia il piacere puro e disincantato, e per questo motivo vengono regalate per esprimere un puro sentimento alle persone care o come pianta ornamentale o come fiore reciso.

Curiosità

La Godetia, in particolare la Godetia Spach, è stata così chiamata in onore Charles H. Godet un botanico svizzero del XIX secolo famoso famoso in tutto il mondo per trattato Flore du Jura (1853),

I fiori della Godezia con petali screziati o quelli profondamente incisi spesso vengono confusi con i fiori dell’azalea e talvolta anche con quelli della petunia.

E’ una pianta velenosa?

Non sono note tossicità per l’uomo e per gli animali domestici.

Galleria foto Godetia

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica