Iris a casa: ecco i modi per curarla

Coltivare in casa gli iris non è affatto complesso se si conosce come curare questa pianta. Trattandosi di una specie che ha bisogno di poche attenzione, anche chi non ha il pollice verde può cavarsela senza problemi. Pur essendo una pianta perenne che molti piantano in giardino, essa si adatta bene anche alla coltivazione in vaso. Vediamo quindi quali sono gli aspetti da tenere in considerazione per curare al meglio gli iris.

Iris-casa-modi-curarla-01

Gli iris sono piante dalle foglie a ventaglio e dai grandi fiori in genere di tonalità vicine al viola, blu o lilla. I fiori possono anche essere di colore giallo, rosa, rosso, arancione e nero, per questo spesso si sfruttano per abbellire i giardini. Conosciuti in Italia anche con il nome di Giaggioli, questi bellissime piante perenni sono infatti resistenti e semplici da coltivare. Anche se in molti utilizzano gli iris per creare bordature nel giardino, questi si possono anche coltivare in vaso senza alcun problema.

Tali fiori appartenenti alla famiglia delle Iridaceae spesso si coltivano all’aperto piantandoli a terra o tenendoli in vaso. In realtà, gli iris si possono anche coltivare in casa nel caso non si abbiano a disposizione spazi esterni da sfruttare. In questo caso, chiaramente, ci sono degli accorgimenti da conoscere per riuscire a curare la pianta nel migliore dei modi. Vediamo quindi insieme quali sono i principali trucchi da seguire per avere sempre fiori e fogliame rigogliosi.

Iris-casa-modi-curarla-02

Attenzione alla specie scelta

Iris-casa-modi-curarla-03

In vendita ci sono numerose varietà e specie di iris, per questo è bene conoscerle prima di effettuare l’acquisto. Alcune di queste tipologie sono molto simili, ma non tutte hanno le stesse esigenze di coltivazione. Esistono infatti iris bulbosi e iris rizomatosi che presentano peculiarità da considerare.

Nel caso si voglia coltivare la pianta in casa è consigliato scegliere la varietà bulbosa in quanto si adatta al meglio all’habitat domestico. In questo caso, per non avere problemi, vi suggeriamo di acquistare la pianta già formata in modo da evitare il passaggio della piantumazione. In alternativa, potete anche scegliere il bulbo da piantare in vaso preferibilmente tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno.

Posizionare gli iris in maniera corretta

Iris-casa-modi-curarla-04

Gli iris sono piante che hanno necessità di molta luce per crescere sane e fiorire. Proprio per questo motivo è bene posizionare il vaso in una zona ben illuminata ed esposta al sole. Solo tenendo conto di questo accorgimento si potranno avere sempre fiori perfetti.

In particolare, consigliamo si sistemare la pianta sul davanzale di una finestra nel caso non si abbia un terrazzo o un balcone. Gli iris hanno bisogno di luce diretta del sole e quindi è necessario offrirgliela per almeno 8 ore al giorno. Alla luce di questo, vi consigliamo un’esposizione a sud-est o in alternativa un’esposizione a nord-ovest.

Nell’eventualità non ci sia modo di esporre la pianta per molte ore alla luce solare, non c’è comunque da scoraggiarsi. Anche senza una prolungata esposizione al sole, infatti, gli iris possono sopravvivere. In questo caso però ci saranno più problemi a cui far fronte e proprio per tale motivo sarà più complesso veder fiorire la pianta. Una scarsa esposizione alla luce spesso provoca anche dei problemi alle foglie che tendono ad ingiallire o ad avvizzire.

Porre attenzione alle temperature

Iris-casa-modi-curarla-05

Gli iris sono in genere delle piante che crescono meglio a temperature miti. Mantenere la pianta a una temperatura di circa 18°C permette infatti di avere delle fioriture davvero prolungate.

La pianta in questione è comunque molto resistente e quindi non ha grandi problemi anche in caso di temperature superiori. In caso di caldo eccessivo, però, potrebbe smettere di fiorire e quindi i suoi splendidi fiori sarebbero più rari da vedere.

Coltivare la pianta in casa significa certamente proteggerla dalle temperature più basse. Pur trattandosi di una specie che ben resiste al freddo, il fatto che si trovi all’interno delle mura domestiche è di certo un vantaggio. Alcune varietà riescono a resistere anche quando le temperature scendono sotto lo zero, ma tenendo la pianta in casa il problema non si pone.

Scegliere il vaso giusto

Iris-casa-modi-curarla-07

Quando si coltiva un iris in casa è di grande importanza la scelta del vaso. La pianta ha bisogno infatti di molto spazio per crescere bene e per sviluppassi al meglio. In genere è bene optare per un vaso di 30 cm di diametro per permettere agli iris si produrre i suoi bellissimi fiori senza problemi.

Consigliamo anche di scegliere un vaso non troppo profondo. Il bulbo della pianta non deve infatti essere piantato in profondità perché in caso contrario rischia di non riuscire a svilupparsi.

Conoscere il terriccio da utilizzare

Iris-casa-modi-curarla-09

Il terriccio adatto agli iris deve essere leggero, poroso, friabile e ben drenato. Questa pianta infatti teme molto i ristagni di acqua che possono creare danni al bulbo facendolo anche marcire.

Un consiglio importante è quello di mettere delle sfere di argilla espansa sul fondo del vaso. Queste infatti andranno a favorire il drenaggio dell’acqua in eccesso permettendo al bulbo di restare all’asciutto.

Infine, vi ricordiamo di eliminare sempre l’acqua in eccesso che si accumula nel sottovaso. Solo in questo modo infatti riuscirete a permettere agli iris di crescere bene.

Iris a casa – i modi per curarla: foto e immagini

Gli iris sono dei fiori molto apprezzati per via della loro straordinaria bellezza. Questi possono essere coltivati in giardino in quanto sono davvero resistenti, ma si possono tenere anche in casa. Pur trattandosi di piante che non hanno bisogno di grandi attenzioni, per evitare problemi è bene conoscere come curarle in casa. Se ancora avete qualche dubbio sul tenere o meno iris nella vostra abitazione, date un’occhiata alla galleria immagini che abbiamo realizzato.