Eriogonum

Revisore:
Laura Bennet
  • Docente sc. biologiche
Autore:
Elisa Cardelli
  • Autore - Laurea in Semiotica

L’Eriogonum è una pianta perenne particolarmente rustica che tutti possono coltivare senza particolari attenzioni: impariamo a conoscerla nel dettaglio.

Eriogonum-01
Photo by User:Toiyabe – Wikimedia Commons

L’Eriogonum è una pianta perenne di cui esistono diverse varietà, ma in generale possiamo dire che si tratta di una specie in grado di prosperare in aree rocciose e di diffondersi rapidamente per via del suo portamento tappezzante. Vediamo quindi quali sono i bisogni principali dell’Eriogonum in modo da conoscere tutto quello che c’è da sapere per coltivarlo in giardino o in vaso.

Eriogonum-02
Photo by Krzysztof Ziarnek, Kenraiz – Wikimedia Commons

Caratteristiche generali

Eriogonum-03
Photo by John A Haskins – Wikimedia Commons

Le piante di Eriogonum appartengono alla famiglia delle Polygonaceae e sono caratterizzate da una grande rusticità che le rende perfette per crescere in giardini rocciosi e anche su muretti.

Subito riconoscibili per via delle foglie ovali spatolate di colore verde tendente al grigio, queste piante rappresentano una bella soluzione per abbellire anche le aree più rustiche del giardino. Nel periodo che va da maggio ad agosto, l’Eriogonum vanta dei bei fiori che – nella varietà Eriogonum umbrellum – appaiono di colore giallo zolfo e sono disposti come in ombrellini sferici di piccole dimensioni.

Una menzione la merita anche l’Eriogonum saxatile che è una specie di grano saraceno selvatico molto diffuso in particolare in Nevada e in California. Questa pianta ha delle foglie che assomigliano a cucchiai e la sua crescita tappezzante è ideale per chi desidera coprire vaste aree di giardino o rocce. I fiori sbocciano in estate e hanno un colore giallo o rosa.

Coltivazione

Eriogonum-04
Photo by Themodoccypress – Wikimedia Commons

L’Eriogonum è una pianta che si può coltivare sia in piena terra in giardino che in vaso. In generale possiamo dire che si tratta di un genere di piante che cresce al meglio nei giardini rocciosi dove riesce a dare il meglio di sè.

Esposizione

Eriogonum-05
Photo by Walter Siegmund (talk) – Wikimedia Commons

L’Eriogonum andrebbe pianata in una zona del giardino esposta completamente al sole oppure almeno parzialmente soleggiata. Nel caso la si coltivi in vaso, suggeriamo di tenere il contenitore sempre in aree dove la pianta possa ricevere il giusto quantitativo di sole in modo da crescere al meglio.

Terreno

Eriogonum-06
Photo by Clarence Kelley – Wikimedia Commons

Si tratta di una pianta che cresce bene nei terreni rocciosi e in generale possiamo dire che non ha particolari esigenze per quanto concerne le caratteristiche del substrato.

Irrigazione

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Photo by Agnieszka Kwiecień, Nova – Wikimedia Commons

L’Eriogonum andrebbe annaffiato solo quando si nota che il terreno intorno alla pianta risulta essere asciutto. Nel caso il terriccio appaia ancora umido, vi suggeriamo di aspettare prima di procedere con l’irrigazione.

In generale, comunque, possiamo dire che l’Eriogonum necessita di essere annaffiato circa ogni due settimane in estate e una volta al mese in inverno.

Le piante che hanno necessità di essere irrigate, comunque, appaiono raggrinzite e il loro aspetto è tutt’altro che bello. In questi casi sarà dunque necessario procedere con l’innaffiare il più rapidamente possibile immergendo il vaso in acqua per 5 minuti in modo che il terreno possa assorbire il giusto quantitativo di acqua.

Potatura

Eriogonum-08
Photo by Eric Hunt – Wikimedia Commons

Non necessita di potatura, ma di certo è una buona pratica quella di tagliare regolarmente i rami secchi e i fiori appassiti. Nel caso si notino che i rami crescono in eccesso, si può decidere di tagliarli per dare all’Eriogonum un aspetto più curato.

Concimazione

Eriogonum-09
Photo by brewbooks from near Seattle, USA – Wikimedia Commons

Concimare l’Eriogonum è molto importante dal momento che consente di apportare alla pianta il giusto quantitativo di sostanze nutritive. Il consiglio che vi diamo è quello di non esagerare con la dose di fertilizzante e di procedere concimando solamente una o due volte all’anno (in primavera o in autunno e mai inverno o in estate) in particolare quando la pianta sta ancora crescendo.

Ricordiamo che nel caso di piante rinvasate è bene utilizzare un quantitativo minore di fertilizzante e, se possibile, si dovrebbe attendere qualche mese tra il rinvaso e la fertilizzazione.

Rinvaso

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Photo by Agnieszka Kwiecień, Nova – Wikimedia Commons

Il rinvaso della pianta dovrebbe avvenire in primavera e in autunno per spostare questa specie vegetale da un contenitore ad uno più grande oppure direttamente in piena terra.

Malattie e parassiti

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Photo by Krzysztof Ziarnek, Kenraiz – Wikimedia Commons

La pianta viene a volte colpita da macchia bruna, ovvero un’infezione che causa delle macchie di color marrone sopra alle foglie della pianta. Nella maggior parte dei casi non è necessario agire per curare la malattia perché tende a risolversi da sola.

Spesso a causare danni alla pianta sono le formiche rosse che si nutrono delle radici della pianta e dall’odio – o mal bianco –  che provoca macchie bianche sulle foglie. In questo caso è necessario prestare attenzione a prevenire l’insorgenza di oidio in maniera tale che la specie vegetale in questione non subisca danni.

Moltiplicazione

Eriogonum-12
Photo by Stan Shebs – Wikimedia Commons

Per propagare la pianta è necessario procedere per talea in quanto basta tagliare uno stelo sano e poi piantarlo in piccoli contenitori dove possono radicare. La moltiplicazione richiede dunque tempo in quanto solo dopo alcuni mesi le radici iniziano a spuntare rendendo la piantina abbastanza resistente per essere poi piantata nel luogo in cui si desidera farla crescere in maniera definitiva.

Eriogonum: foto e immagini

Ora che abbiamo imparato a conoscere l’Eriogonum scoprendo quali sono le sue caratteristiche e le sue necessità di coltivazione, possiamo prenderci ancora un istante per scorrere la galleria immagini che abbiamo realizzato di seguito.