Diserbanti funzione

Se dopo un lungo inverno avete trovato il vostro giardino infestato di erbacce indesiderate, non potete fare altro che ricorrere all’utilizzo di un buon diserbante. Attenzione, però, non bisogna dimenticare che ci si trova di fronte ad un prodotto chimico. Il che vuol dire identificare il prodotto adatto per il problema e, soprattutto, rispettare le istruzione per dosaggio e modalità.

diserbante-1

Chiunque possieda un giardino conosce alla perfezione le gioie e i dolori che ne derivano. Tra le prime, ovviamente, c’è il piacere di godere di uno spazio aperto e verde dove rilassarsi o trascorrere del piacevole tempo libero con i propri amici. Tra gli elementi negativi o, comunque, fastidiosi, c’è la cura delle piante che lo abbelliscono e, in modo particolare, la lotta costante per contrastare minacce alla loro salute. Tra queste, ad esempio, c’è la presenza delle così dette erbe infestanti.

Si tratta della presenza di elementi naturali che si presentano a sorpresa all’interno del prato o di cespugli ben curati senza essere “invitati” in nessun modo. I semi di queste erbe, infatti, vengono trasportati nell’aria attraverso il vento od altre manifestazioni atmosferiche e si insediano facilmente in terreno tendenzialmente arido o, comunque, molto sfruttato.

Questo vuol dire, ad esempio, che dopo un lungo inverno in cui non ci si è dedicati alla cura del proprio giardino con costanza, ci si ritrovi a dover affrontare una lotta con loro. Per poter vincere, però, c’è un’arma di cui munirsi. Si tratta dei diserbanti che, da sempre, aiutano proprio a debellare questo tipo d’intrusi. Ovviamente è una soluzione estrema da considerare nel momento in cui non sono state apportate le dovute cure per prevenire il problema.

Questo vuol dire che prestare attenzione alla salute della propria zona verde è sempre importante, anche e soprattutto con condizioni atmosferiche non propriamente a favore. Detto questo, per comprendere meglio di cosa stiamo parlando e, soprattutto, come utilizzare nel migliore dei modi questa opzione, vediamo nel dettaglio cosa sono i diserbanti e quante tipologie diverse sono state messe in commercio.

1. Diserbante: cos’è

Diserbante-2

Solitamente quando si parla di diserbante si fa sempre riferimento ad un prodotto dalla composizione chimica. Questo vuol dire, in sostanza, che il suo utilizzo deve essere dosato con una particolare attenzione e sapienza se non vogliamo compromettere definitivamente la salute e la bellezza del nostro giardino. In sostanza ci si trova di fronte ad un prodotto che solitamente non possiede capacità selettiva, individuando le erbe infestanti dalle altre.

La sua efficacia, dunque, dipende molto dalle conoscenze di chi lo somministra e dalla sua capacità nel non eccedere. In effetti, quando ci si trova di fronte ad un problema d’infestazione e non si hanno tutte le conoscenze professionali di un giardiniere, si potrebbe rischiare di eccedere troppo con la somministrazione.

Un’attitudine che potrebbe incidere proprio sulla salute del terreno e, successivamente, sulla falda acquifera sottostante. Quando si utilizza un diserbante, infatti, raramente si riflette sulla natura degli elementi che lo compongono.  Per queste motivazioni, dunque, molte persone hanno scelto di utilizzare dei diserbanti naturali.

Tra i più efficaci c’è il bicarbonato di sodio, da utilizzare soprattutto sulle piante e piccole superfici, l’acqua bollente di cottura di verdure, patate, riso e pasta, i macerati vegetali o estratti e, per finire, l’aceto bianco. In questo caso, però, si consiglia di utilizzarlo con molta attenzione, visto che, comunque, ha un’azione distruttiva per i microrganismi del terreno. Nonostante questo, però, si degrada facilmente.

2. Diserbante: quale scegliere

diserbante-3

A questo punto, considerata la necessità di utilizzare con intelligenza il diserbante e con un minimo di conoscenza, come scegliere quello più giusto per il problema da affrontare? Il primo passo fondamentale è capire quale tipo di erbaccia dobbiamo combattere e, soprattutto, su quale superficie verde si è innestata. Una volta acquisite queste due informazioni è la volta di leggere con attenzione l’etichetta del prodotto.

Qui, infatti, è dichiarato se ci troviamo di fronte ad un diserbante adatto a combattere infestanti a foglia larga, a foglia stretta o se si tratta di un antigerminello. Nel primo caso ci troviamo di fronte ad un prodotto da poter usare con efficacia sulle graminacee e il prato. Il secondo, invece, va ad eliminare le piante così dette dicotiledoni.

Per finire, invece, il diserbante antigerminello, come dice la parola stessa, previene qualsiasi germinazione di erba non desiderata nel proprio giardino. Oltre a queste opzioni selettive, però, ce ne sono altre più aggressive e, come abbiamo già preannunciato, potenzialmente letali.

Si tratta dei diserbanti che vengono definiti totali o non selettivi. Questi vanno ad eliminare in modo netto e definitivo qualsiasi tipo di verde con cui vengono a contatto. Per questo motivo il loro utilizzo è consigliato solo ed esclusivamente in zone in cui si deve eliminare proprio ogni forma di vegetale presente.

3. Diserbante: come applicarlo

diserbante-4

Altro dato da appurare e seguire alla lettera, come viene elencato nella confezione, è la quantità e la modalità di dosaggio. In entrambi i casi si suggerisce di non procedere in modo personale e di rimanere fedele alle quantità e alle tempistiche evidenziate.

In modo particolare, nel caso in cui ci si trovi in presenza di orto, frutteto, bambini, animali domestici o un pozzo sarebbe opportuno intervenire sempre con l’uso di un pennello evitando di vaporizzare. In questo modo, infatti, si garantisce precisione e si evitano eventuali problemi di avvelenamento.

Può essere usata in sicurezza anche una pompetta da giardino. Grazie a questo piccolo strumento facilmente reperibile nelle attività commerciali dedicate al giardinaggio, si può spruzzare in sicurezza il diserbante mantenendosi ad una distanza di 30 cm dalla pianta interessata.

Se, invece, deve essere trattato il prato, è necessario munirsi di una pompa semiprofessionale con tanto di lancia. Per un risultato efficace, in questo senso, si suggerisce di tenere la lancia in posizione parallela al suolo e non rivolto verso il basso. In questo modo, molto semplicemente, si evita che le gocce del prodotto scelto rimablzino sulla superficie.

Diserbante funzione: foto e immagini

Il vostro giardino è stato invaso da erbacce infestanti? Per eliminare il problema si deve ricorrere all’uso di un diserbante. Importante, però, è individuare quello migliore per ottenere un giardino in buona salute come quelli mostrati nella galleria.