Cosa fa il latte nelle piante: 5 usi intelligenti

Paola Palmieri
  • Dott. in Scienze della Comunicazione

Cosa fa il latte nelle piante: preziosi consigli per riciclare il latte scaduto e non sprecarlo più! Aiuta il tuo verde a proteggersi e crescere forte e rigoglioso. Scopri come nel corso dell’articolo e assapora ogni dritta. Iniziamo pure. 

Crema-di-limoncello

Se ami le tue piante e non perdi occasione per cercare dei consigli che ti permettano di curarle in modo naturale ed evitare l’uso di prodotti chimici, questo è l’articolo perfetto per te. Sicuramente navigando un po’ in rete avrai scovato qualche altra soluzione green che ti aiuti nella cura delle piante. Qualche esempio? Propoli, sapone di Marsiglia, caffè, cenere o bicarbonato di sodio – nelle giuste proporzioni e seguendo il giusto procedimento – sono validi alleati in agricoltura. Ma anche il latte, crudo o cotto, saprà come sorprenderti!

Il suo uso in agricoltura ha, infatti, origini antichissime e, a guardar bene, le sue proprietà sono davvero tante e molto interessanti. Ingrediente versatile e naturale, è stato oggetto di indagini e ricerche da parte di alcune università che hanno scoperto come impiegarlo al meglio. Vediamo insieme come può aiutarci nella cura di piante e fiori.

Apri il frigorifero e sperimenta una nuova soluzione tutta green che fa bene all’ambiente. Leggiamo insieme un suo primo impiego.

lattemiele6

1. Cosa fa il latte nelle piante: uso disinfettante

ragno-violino-cosa-fare-disinfestazione-spray

L’uso più comune è quello che vede il latte protagonista in giardino come utile disinfettante. Se hai una pianta colpita da una malattia e devi procedere alla rimozione dei rami malati per evitare che il problema si diffonda, si consiglia di usare il latte per disinfettare adeguatamente gli strumenti da potatura. Forbici, cesoie e tutti gli attrezzi di cui hai bisogno in giardino.

Invece di usare, ad esempio, una soluzione di candeggina che può risultare tossica a contatto con il tuo verde, è preferibile versare del latte in una ciotola, immergere gli strumenti all’interno e così risulteranno disinfettati adeguatamente. Puoi procedere in seguito alle operazioni di potatura in tutta tranquillità. Secondo impiego vede il latte come ottimo fungicida, vediamo come.

2. Latte come fungicida naturale

fungicida

Il latte è anche un fungicida naturale e, per sfruttare al meglio questa sua qualità, è necessario realizzare una soluzione ad hoc da spruzzare sulle foglie delle piante interessate. Basta diluire una piccola quantità di latte nell’acqua per combattere malattie fungine come muffe e funghi, ma non solo.

In questo modo, infatti, migliorerai l’assorbimento dei pesticidi e riuscirai a prevenire il deflusso causato da forti venti e pioggia. Diverse le ricerche condotte in merito – italiane ed estere – che attestano il ruolo fondamentale del latte in agricoltura per ottenere anche raccolti più abbondanti. Vediamo come.

3. Fertilizzante: la ricetta ideale con il latte

Piante che assorbono cattivi odori ed umidità le 5 migliori per il bagno 6

Il latte, teniamolo sempre bene a mente, è un alimento ricco di proprietà. Rappresenta una buona fonte di calcio e di vitamine e puoi decidere pertanto di usarlo, di tanto in tanto, per nutrire le tue piante. Un fertilizzante tutto naturale che ti aiuterà a ottenere buoni raccolti: in giardino come nell’orto.

Usalo diluito nelle giuste proporzioni (50% di latte e 50% di acqua) o assoluto in caso di latte scremato e procedi versandolo nel terreno, innaffiando le piante intorno alla loro base oppure usa questa soluzione come spray fogliare. Provare per credere! Veniamo al suo prossimo impiego. Pronto a saperne di più? Leggi pure di seguito.

4. Anti-marcescente

piante grasse marzo 2

Il latte può essere impiegato per le tue piante da orto come:

  • pomodori
  • peperoni
  • zucchine

che soffrono di marciume. In che modo? Una volta al mese segna in tabella di marcia, tra le operazioni da compiere per il tuo orto, quella di controllare il terreno e irrigarlo con la soluzione che ti abbiamo suggerito già in precedenza e che è a base di latte e acqua, appunto.

Sfrutta la sua azione anti-marcescente e agisci in tempo in modo da poter gustare i frutti del tuo albero e non lasciarli più marcire sulle piante prima del raccolto. Accade, infatti, che a volte bisogna rinunciare ai prodotti dell’orto proprio per questo motivo. La causa principale? Essenzialmente una carenza di calcio all’interno del terreno a cui facilmente sopperisce l’aggiunta di latte. Che ne dici di provare? Passiamo all’ultimo metodo.

5. Efficace contro gli afidi

Sapone di Marsiglia-afidi-rose

Il latte, infine, risulta un ottimo insetticida naturale in quanto gli zuccheri presenti al suo interno risultano un vero e proprio veleno per gli insetti dotati di corpo morbido che sono privi di pancreas per digerirlo. Ideale per controllare gli afidi, i tripidi e gli acari.

Diverse le ricerche che hanno confermato il suo potere. Basta spruzzare la soluzione di latte e acqua su foglie e resto della pianta per proteggerla adeguatamente. Dici addio agli additivi e riusa il latte con astuzia.

Cosa fa il latte nelle piante: foto e immagini

E tu conoscevi questi trucchetti da vero pollice verde? Metti in pratica i nostri consigli e prendi la sana abitudine di riciclare il latte in modo sano e del tutto naturale. Lasciati guidare all’azione dalla galleria fotografica che segue: sfogliala pure con noi.