Bosso: come fare la potatura

La potatura del bosso è essenziale per dare a questa pianta la forma che si desidera. È infatti possibile ottenere forme particolari a questi cespugli o siepi rendendoli caratteristici e decorativi. Vediamo come riuscire a potare il bosso nel migliore dei modi seguendo alcuni semplici consigli.

Bosso-potatura-01

Il bossoBuxus sempervirens, è una pianta che trova largo spazio nell’arte topiaria, ossia nel potare dando forme particolari. Proprio per questo motivo è spesso scelto per realizzare siepi molto caratteristiche che rendono il giardino unico. Per ottenere delle forme di questo tipo, però, il bosso deve essere potato regolarmente almeno due volte all’anno. Vediamo insieme come fare per effettuare la potatura in maniera corretta.

Bosso-potatura-02

Quando effettuare la potatura

Bosso-potatura-03

Leggi anche Bosso coltivazione

La potatura del bosso deve essere effettuata almeno due volte all’anno. Potare la pianta più raramente, infatti, non è affatto una buona idea in quanto essa non sarà abbastanza resistente per reggere la neve in inverno. Chiaramente, sarà necessario effettuare potature frequenti anche per mantenere la forma desiderata.

La prima potatura andrebbe eseguita in primavera nel mese di maggio. Nella potatura primaverile si deve verificare che i rami più lunghi siano cresciuti di almeno 5 cm.

La seconda potatura va fatta in autunno ed è per questo definita potatura autunnale. Questa andrebbe realizzata a settembre per dare alla pianta il tempo di riprendere vigore prima dell’inizio dell’inverno.

È importante non effettuare la potatura quando fa troppo caldo in quanto la pianta rischierebbe di disidratarsi. Le foglie più esterne, in questo caso, diventerebbero marroni e dunque andrebbero a perdere il loro colorito verde caratteristico. Dopo la potatura è bene procedere con irrigazioni periodiche soprattutto se c’è il sole.

Utensili necessari

Bosso-potatura-04

L’utensile migliore per la potatura del bosso sono le cesoie per il prato in quanto sono progettate proprio per il bosso. Le loro piccole dimensioni sono ideali per maneggiarle più comodamente rispetto ai tagliabordi per siepi. Grazie alle cesoie, dunque, si può dare la forma che si desidera alla pianta in modo piuttosto semplice.

Nel caso di lavori di potatura leggera, consigliamo di usare delle cesoie manuali. Nell’eventualità di lavori più pesanti, invece, suggeriamo di utilizzare delle cesoie elettriche. Se dovete invece potare una siepe di bosso di grandi dimensioni, diventerà necessario l’impiego di un tagliabordi per siepi.

Modellatura del bosso

Bosso-potatura-05

Prima di iniziare a potare la pianta è necessario prendersi il tempo di decidere quale forma si vuole realizzare. Il bosso si può potare dandogli diverse forme e per questo è bene avere chiare le sembianze che gli si vogliono dare. È possibile, ad esempio, tagliare una siepe in modo che le pareti laterali siano dritte e la parte superiore tondeggiante. In alternativa, si può realizzare una sfera con la pianta oppure darle un aspetto più puntiglioso. Chi vuole osare, può anche giocare con la fantasia e realizzare delle forme audaci e creative.

Come potare la siepe

Bosso-potatura-06

Per potare la siepe di bosso è necessario seguire il procedimento che descriveremo di seguito:

  1. È necessario iniziare dai lati della siepe e poi procedere con la parte anteriore e infine quella posteriore. Suggeriamo di fare attenzione a come appare la siepe: essa deve essere leggermente più stretta in cima perché così il sole potrà attraversarla tutta. Questo è davvero importante per evitare che le foglie diventino marroni e quindi che la siepe appaia tutt’altro che bella.
  2. Una volta terminati i lati, si deve procedere con la parte superiore. Quindi è necessario fissare l’altezza che si desidera per la siepe stendendo una porzione di spago tra due paletti. A questo punto, usando cesoie o tagliabordi, si deve potare lungo lo spago per avere la certezza di un taglio dritto.
  3. Rastrellare dunque i ramoscelli e le foglie caduti a terra. Questi devono poi essere gettati nel bidone dei rifiuti delle sterpaglie.
  4. Una volta terminata la potatura, è bene ricoprire la siepe con del fertilizzante. Questo è importante per assicurarle di crescere in maniera corretta. L’ideale per il bosso è lo stallatico pellettato di origine avicola o bovina.

Come potare le sfere

Bosso-potatura-07

Dare al bosso la forma di sfera non è affatto complesso come invece può sembrare. Per riuscirci è necessario utilizzare le cesoie per il prato senza fili: queste infatti permettono di lavorare con più facilità. Una volta procurate i giusti utensili, si deve procedere come segue:

  1. Iniziare dalla parte superiore della sfera in modo da poter decidere l’altezza.
  2. Sistemarsi sopra la sfera e tenere le cesoie capovolte per poter scolpire perfettamente le linee curve.
  3. Seguire la forma man a mano che si taglia la pianta. Durante questa operazione è bene girare attorno alla sfera in modo da capire meglio come riuscire a darle la forma tondeggiante. Questo modo di procedere è importante per riuscire a tagliare in modo corretto il bosso.
  4. Allontanarsi di tanto in tanto dalla pianta per esaminare la sfera girandole attorno da una certa distanza.
  5. Rastrellare i ramoscelli e le foglie caduti sul prato del giardino per un lavoro pulito.

Bosso – Potatura: foto e immagini

La potatura del bosso è fondamentale per ottenere cespugli e siepi sempre curati. Grazie ai consigli che vi abbiamo fornito, quindi, sarete in grado di ottenere delle forme perfette. Prima di mettervi all’opera, però, vi suggeriamo di dare un’occhiata alle foto che abbiamo raccolto.